Le Mans: Scuderia Corsa in GTE Pro, Blomqvist con HubAuto Corsa

condivisioni
commenti
Le Mans: Scuderia Corsa in GTE Pro, Blomqvist con HubAuto Corsa
Di:

Cambio di categoria per la Ferrari del team americano con il trio Vilander-MacNeil-Segal, mentre la squadra di Taiwan rimpiazza Slade con l'esperto britannico.

Ci sono un paio di novità importanti per quanto riguarda la partecipazione di Scuderia Corsa e HubAuto Corsa alla 24h di Le Mans.

La squadra statunitense griffata WeatherTech Racing, impegnata in IMSA, compie il passaggio dalla Classe GTE Am alla GTE Pro per la gara del 19-20 settembre che si svolgerà sul Circuit de la Sarthe a porte chiuse, come annunciato ieri da ACO.

La Ferrari 488 Evo #63 verrà condotta da Cooper MacNeil e Toni Vilander, che già sono presenti nella serie endurance a stelle e strisce, con l'aggiunta di Jeff Segal per la gara francese.

I tre hanno già avuto modo di collaborare fra loro in passato, con Segal vittorioso proprio a Le Mans nel 2016 col team di MacNeil, che ha così motivato la decisione.

"Sono tante le ragioni per cui abbiamo deciso di passare alla Classe GTE Pro - commenta l'americano - Eravamo in trattativa con un paio di piloti Bronze, ma le restrizioni dovute alla pandemia di Coronavirus non ci dànno il 100% di sicurezza che possano essere con noi a settembre a Le Mans. Non potevamo certo andare là con delle incertezze".

"Jeff e Toni hanno già corso insieme in passato e conoscono la squadra, per cui abbiamo le possibilità di lottare per la vittoria. Io stesso ho corso con entrambi in IMSA, ci conosciamo bene e sappiamo cosa fare a Le Mans, sono molto fiducioso di poter fare bene e sono sicuro che sorprenderemo molte persone".

Vilander ha aggiunto: “La nostra line-up è molto solida e aiuterà Cooper a tirare fuori il massimo dalla macchina. In Classe Pro la Ferrari 488 avrà più cavalli, ma lui ha avuto esperienze nel Ferrari Challenge negli ultimi due anni e quindi sa cosa lo attende. Jeff conosce la pista di Le Mans ed è un maestro nell'insegnare agli altri come andare forte".

Contento anche Segal: “La decisione di correre in Classe Pro non me l'aspettavo, ma più ci penso e più non vedo l'ora di intraprendere questa grande sfida. Ce la vedremo contro i migliori team di GTE, che fra l'altro godono del supporto ufficiale, per cui dobbiamo essere umili nel riconoscere che partiamo con un ampio distacco da colmare nei confronti degli altri".

“Detto ciò, non vedo l'ora di condividere il volante con Toni e Cooper, vediamo cosa potremo fare con la Scuderia Corsa. Non sai mai cosa ti riserva una gara come questa, dobbiamo stare svegli, essere pazienti e intelligenti in modo da poter sorprendere le persone a fine gara".

Venendo invece alla HubAuto Corsa, c'è un cambio importante nella line-up della Ferrari 488 #72 schierata dalla squadra di Morris Chen in Classe GTE Am.

Il pilota di Taiwan sarà al volante assieme a Marcos Gomes, ma non più con Tim Slade in equipaggio, il quale verrà rimpiazzato da Tom Blomqvist.

“Sono davvero lieto e fiducioso nell'avere una line-up con due piloti così bravi ed esperienza - ha dichiarato Chen - Marcos ha già fatto vedere di andare forte con la Ferrari in Asian Le Mans Series e Blancpain GT Asia, mentre ho spesso visto Tom esprimere il suo talento".

“Le Mans è un grandissimo evento ed è sempre stato un sogno per me e il mio team competere con la nostra macchina sul Circuit de la Sarthe. Ho avuto già la fortuna di correre la 24h di Le Mans un'altra volta e sono stato il primo pilota di Taiwan a farlo. Per questo sono altresì orgoglioso di farlo con la mia squadra".

Ufficiale: la 24h di Le Mans 2020 sarà a porte chiuse

Articolo precedente

Ufficiale: la 24h di Le Mans 2020 sarà a porte chiuse

Prossimo Articolo

Le Mans: la Algarve Pro Racing chiama Matt McMurry alla 24h

Le Mans: la Algarve Pro Racing chiama Matt McMurry alla 24h
Carica commenti