Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Prove Libere
Le Mans 24h di Le Mans

Le Mans | Libere 1: Toyota precede Porsche, Ferrari ottava

Hartley supera la 963-Jota per mezzo secondo nella seconda metà di una sessione interrotta un paio di volte, con BMW e Porsche-Proton che risalgono nel finale. Bene Cadillac, le 499P #50 ottiene l'8° posto seguita dalle Alpine. In LMP2 vola il draghetto Spike, in LMGT3 super-Masson con la Lexus in extremis.

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Sebastien Buemi, Brendon Hartley, Ryo Hirakawa

La Toyota si è portata a casa il primo posto al termine delle Prove Libere 1 della 24h di Le Mans.

I protagonisti del FIA World Endurance Championship e gli invitati da ACO sono tornati sul Circuit de la Sarhte per affrontare i primi 180' di attività che serviranno a preparare la gara del weekend, motivo per cui i team si sono divisi fra chi ha provato a spingere e chi invece si è concentrato sul mettere insieme più giri e dati.

Al momento il cielo si è presentato nuvoloso, con qualche raggio di sole a cercare di farsi largo, ma con temperature fresche e un venticello che potranno giocare un ruolo nelle strategie delle Qualifiche che avranno luogo in serata.

Durante la sessione si sono verificate alcune neutralizzazioni con bandiere gialle, come ad esempio in occasione del 'lungo' di Ben Keating (United Autosports #22) alle curve Porsche senza conseguenze per la sua Oreca LMP2, così come per il testacoda di Rodrigo Sales alla prima variante con la 07-Gibson #11 di Panis Racing.

Bandiera rossa invece ad 1h24' dalla fine quando in prossimità del Ponte Dunlop si è fermata la Alpine #35 di Ferdinand Habsburg, nello stesso momento in cui la Lexus #78 di Arnold Robin ha avuto un problema lungo il rettilineo 'Hunaudières', costringendo i commissari a far entrare il carro attrezzi.

Alla ripresa delle operazioni, problema per la Ferrari #86 di GR Racing con Michael Wainwright al volante fermatosi alla prima chicane sul rettilineo 'Hunaudières'; Slow Zone esposta per alcuni minuti e 296 nero-arancio rimossa dal carro attrezzi.

Nel finale, altra bandiera rossa per lo stop della Oreca #183 di AF Corse, seguita da un brivido corso da Alex Lynn in uscita da 'Tertre Rouge', finito in highside sfiorando le barriere con l'anteriore della sua Cadillac rompendo splitter e attacchi.

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: William Stevens, Norman Nato, Callum Ilott

#12 Hertz Team Jota Porsche 963: William Stevens, Norman Nato, Callum Ilott

Foto di: Rainier Ehrhardt

Alla fine la più veloce in Classe HYPERCAR e a livello assoluto è come dicevamo la Toyota #8, passata al comando a circa due terzi di sessione con Brendon Hartley autore di un 3'26"013 che gli ha consentito di scavalcare la Porsche #12 di Jota per 0"597.

Un bel miglioramento proprio nelle tornate conclusive lo compiono la BMW #15 e la Porsche #99 di Proton Competition portandosi al terzo e quarto posto. A seguire, con 0"9 dal primato, c'è un terzetto formato da Toyota #7, Cadillac #2 e BMW #20 a completare la Top5.

Successivamente abbiamo la Ferrari #50 ufficiale, anch'essa in risalita nel finale superando le due Alpine, che chiudono la Top10 ad 1"4 dal leader.

La 499P #83 di AF Corse è undicesima tenendosi dietro la Porsche #38 di Jota, la Cadillac #3 di Chip Ganassi Racing e le due Porsche ufficiali gestite dal Team Penske, oltre alla Ferrari #51 che è ad 1"7 dalla vetta.

Le Peugeot terminano con il 17° e 19° tempo, indietro anche le Lamborghini che hanno visto il team Iron Lynx ricostruire la SC63 #63 con telaio nuovo lunedì sera dopo aver riscontrato alcune anomalie nei dati raccolti nel Test di domenica, mentre la Isotta Fraschini non ha avuto particolari problemi e si è concentrata nel cercare di mettere insieme il più alto numero di giri possibile, con Antonio Serravalle che ha lavorato più degli altri suoi colleghi in questo frangente.

#14 AO by TF Oreca 07: Gibson: Pj Hyett, Louis Deletraz, Alex Quinn

#14 AO by TF Oreca 07: Gibson: Pj Hyett, Louis Deletraz, Alex Quinn

Foto di: Nikolaz Godet

In Classe LMP2 vola un trio di PRO/AM capitanato dal draghetto 'Spike', ossia la Oreca #14 di AO by TF guidata da Louis Déletraz, che in 3'34"245 può sorridere rifilando mezzo secondo alla Duqueine #30 e 0"6 alla United Autosports USA #23.

Quarto crono per la Proton Competition #9, mentre ad 1" dal primato troviamo la United Autosports #22, in una classifica piuttosto sgranata che vede la Inter Europol Competition ottenere il sesto posto seguita da Idec Sport #28 e Nielsen Racing #24.

Fra i primi dieci, racchiusi in 2"3, ecco anche Cool Racing #37 e Vector Sport #10, non brillano particolarmente le APR che concludono al 12° e 13° posto, dietro alla DRK #33.

#87 Akkodis ASP Team Lexus RC F LMGT3: Takeshi Kimura, Esteban Masson, Jack Hawksworth

#87 Akkodis ASP Team Lexus RC F LMGT3: Takeshi Kimura, Esteban Masson, Jack Hawksworth

Foto di: Alexander Trienitz

Finale infuocato anche in Classe LMGT3 con il giovane Esteban Masson a superare tutti all'ultimissimo tentativo in 3'57"808, portando la Lexus #87 dell'Akkodis-ASP per 0"9 davanti alle McLaren #70 di Inception Racing e United Autosports #59 (+1"1).

Nonostante un breve stop per effettuare un reset in fondo al rettilineo, la Aston Martin #27 di Heart Of Racing si pende il quarto posto, con dietro la Ferrari #86 di GR Racing che è la migliore delle 296.

La Lamborghini #60 di Iron Lynx finisce al sesto posto con 1"5 di ritardo, così come la Ferrari #54 di AF Corse che la segue tenendosi dietro la Mustang #77 di Proton Competition e le Porsche di Manthey PureRxcing #92 e Manthey EMA #91, le quali sono in fondo ai primi dieci davanti alla Lamborghini #85 delle Iron Dames.

Alle ore 19;00 sono previsti i 60' di Qualifiche, dai quali emergeranno i migliori 8 di ogni categoria che andranno a giocarsi poi la Hyperpole nella serata di giovedì.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Le Mans | Cannizzo: "499P rallentata? Sta a noi migliorare"
Prossimo Articolo Le Mans | Qualifica: colpacci BMW e Mustang in una feroce lotta

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia