Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
Le Mans 24h di Le Mans

Le Mans | Ferrari #51, podio di rincorsa: "Ora puntiamo al titolo"

Pier Guidi/Calado/Giovinazzi hanno ottenuto un bellissimo terzo posto alla 24h che ha visto il loro colleghi della #50 vincere con una 499P ormai capace di cavarsela in tutte le condizioni e pronta a puntare ai Mondiali.

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Un anno fa, Alessandro Pier Guidi, Antonio Giovinazzi e James Calado scendevano dal podio della 24h di Le Mans da storici vincitori ed un anno dopo sono riusciti a festeggiare nuovamente davanti al pubblico del Circuit de la Sarthe.

Stavolta per l'equipaggio della Ferrari 499P #51 è arrivato un terzo posto in rimonta, al termine di una corsa durissima che ha regalato emozioni a non finire dal primo all'ultimo passaggio.

Per il trio di Maranello, abdicare cedendo il successo ai loro compagni Molina/Nielsen/Fuoco è stato il modo migliore per tornare a casa felici di un risultato che li rilancia in una serie tiratissima e ancora piena di cose da scoprire, come hanno spiegato i portacolori di Maranello parlando coi giornalisti presenti a Le Mans nel post-gara, tra cui Motorsport.com.

"E' stata veramente difficile, costretti a rincorrere sempre fin dall'inizio a causa della penalità di 10 secondi che abbiamo dovuto scontare al primo pit-stop. Continuo a pensare che sia Le Mans a scegliere il vincitore, più che i piloti a vincere Le Mans", ha esordito Pier Guidi.

"Si vede che questa non era la nostra volta buona, ma se guardo agli ultimi anni, in quelli con cifra pari non vinco mai! Ma ho conquistato l'edizione del Centenario e va bene così".

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Foto di: Alexander Trienitz

La gara, come sappiamo, si è rivelata molto più complicata del previsto per via delle incerte condizioni meteo, spesso mutevoli nel giro di pochi istanti.

"Tutto è stato complicato, dalle strategie alle scelte di gomme; qualcosa abbiamo sbagliato, ma capita a tutti e probabilmente siamo quelli ad aver commesso meno errori, avendo anche più fortuna".

"Il radar meteo non indicava pioggia e invece veniva giù acqua dal cielo, questo ci ha messi in difficoltà su cosa fare. L'ultimo stint è stato piuttosto difficile, non avevamo così tanta aderenza sul bagnato e la Porsche era più rapida. Inoltre c'era parecchio traffico e ho cercato di perdere meno tempo possibile in quelle condizioni per tenermi la 963 dietro".

"Toyota è stata molto più forte e me lo aspettavo, ma le Porsche erano vicinissime come sempre, anche se pensavo andassero un po' più forte".

"La 499P era fantastica sull'asciutto, mentre sul bagnato facevamo più fatica. Non so ancora se per una questione di pressioni o temperature, dovremo analizzare i dati".

"Ma faticavo moltissimo, specialmente quando arrivavo a basse velocità in trazione. Qui si va a minimo carico aerodinamico e noi avevamo comunque scelto di privilegiare le velocità per cercare di averne di più".

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #7 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Jose Maria Lopez, Kamui Kobayashi, Nyck De Vries, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #7 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Jose Maria Lopez, Kamui Kobayashi, Nyck De Vries, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Foto di: Marc Fleury

Il piemontese non si è trovato d'accordo sul proseguire la corsa in regime di Safety Car con la pioggia che imperversava durante la notte, fra l'altro con il problema delle gomme fredde da gestire.

"Più di quattro ore in quelle condizioni è stato veramente difficile e ci siamo chiesti in tanti il perché di tale decisione. Francamente non mi è parso abbia avuto molto senso, era più da bandiera rossa. Bisogna chiedere a chi ha preso queste decisioni".

"Senza termocoperte non è stato per niente facile, onestamente di notte e con la pioggia abbiamo preso rischi assurdi fin dai primi giri. Alla fine è andata bene".

"Per vincere ci vuole un po' di fortuna, nel 2023 è andata bene a noi, stavolta è toccato ai nostri compagni di squadra.

"A Imola se non fosse piovuto così tanto avremmo potuto vincere e diventare gli eroi di quella gara, purtroppo è andata diversamente. Ma la prestazione c'è sempre stata, anche a Spa e qui. Non per niente il podio è arrivato".

"Ad ogni modo, abbiamo vinto due edizioni di fila dal nostro ritorno e penso proprio che sia positivo. Alla fine si è trattato di stringere i denti e resistere, siamo a Le Mans e si fa così. Per fortuna è bastato!"

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Foto di: Alexander Trienitz

A seguire è arrivato Giovinazzi, che ha commentato con un largo sorriso il terzo gradino del podio appena portato a casa.

"Vincere lo scorso anno fu storico, ma questa è stata probabilmente la gara più difficile della mia carriera perché il meteo cambiava in continuazione e non si capiva cosa sarebbe accaduto", commenta il pugliese.

"Avevamo una strategia programmata, ma alla fine non è stato seguito praticamente niente! Però è anche il bello di Le Mans, bisogna essere sempre pronti a cogliere l'occasione, anche se le condizioni non erano semplici, ma siamo stati molto bravi. Non abbiamo accusato molto la carenza di energia per stint, anche perché tra bagnato e Safety Car cambiava tutto in continuazione. Sicuramente sull'asciutto sarebbe stato diverso".

"Di notte abbiamo trascorso un sacco di tempo dietro la Safety Car, inoltre la scelta delle gomme è stata spesso una scommessa. A volte ha pagato, altre no; in una corsa come questa le cose possono cambiare rapidamente".

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Foto di: Rainier Ehrhardt

L'edizione 2024 è stata molto diversa dalla 2023, non solo per i risultati ma anche per come si è svolta. A cominciare da una vettura da... domare in condizioni insidiose.

"Purtroppo ho accusato un po' di carenza di aderenza al posteriore, dovremo analizzare il tutto perché in mattinata, sul bagnato, non ero contentissimo del bilanciamento, mentre sull'asciutto eravamo tra i più veloci".

"Bisognerà migliorare per il futuro, ma la 499P è perfetta per Le Mans, come lo è stata a Spa ed Imola. E' ancora abbastanza nuova, c'è da crescere e sicuramente e mi sta piacendo tanto lo sviluppo che stiamo facendo e bisogna proseguire su quella strada".

La 499P si è confermata versatile e competitiva su ogni tracciato e da ora si può pensare anche al titolo iridato, nonostante le Rosse siano partite in salita quest'anno.

"Dobbiamo essere super orgogliosi di un risultato semplice, considerato che auto e team sono ancora giovani perché siamo tornati solamente lo scorso anno. Un altro podio a Le Mans è sempre bello perché è un posto speciale e non posso far altro che congratularmi con la Ferrari per questo risultato".

"Adesso siamo di nuovo in lizza per il titolo e il prossimo obiettivo è quello. Speriamo di giocarcela fino alla fine, purtroppo nelle prime uscite abbiamo perso punti importanti e se avessimo vinto a Spa la storia sarebbe stata diversa".

"Ora abbiamo preso tanti punti e dobbiamo arrivare carichissimi in Brasile, che è un tracciato nuovo per tutti, dunque da scoprire pure per la 499P. Non abbiamo provato molto al simulatore perché c'era concentrazione su Le Mans, ma è una pista che mi piace moltissimo".

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

#51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi

Foto di: Alexander Trienitz

Infine Calado ha preso con filosofia il fatto di aver... abdicato a Le Mans, ma si è mostrato soddisfatto del lavoro svolto.

"I piloti della #50 se lo sono meritato, un grandissimo risultato al termine di una lotta apertissima con Porsche e Toyota, segno di quanto questo campionato sta diventando spettacolare".

"Sono orgoglioso del terzo posto ottenuto coi miei compagni, che hanno fatto un grandissimo lavoro. A volte non è stata semplice e abbiamo preso anche decisioni sbagliate in alcuni momenti. Ci siamo trovati a rincorrere, ma non ci siamo mai arresi e un podio è sempre un grande risultato".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Gallery | La grande festa Ferrari per il bis alla 24 Ore di Le Mans
Prossimo Articolo Le Mans | Ferrari #50: "Sudato freddo, ma abbiamo gestito bene"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia