Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
Le Mans 24h di Le Mans

Le Mans | 23a ora: Toyota prova a sfruttare i problemi Ferrari

Le ultime due ore della 24h di Le Mans stanno regalando emozioni e colpi di scena. La Toyota prova a sfruttare i problemi Ferrari, in particolare le difficoltà nel chiudere una porta sulla Ferrari #50, portando così la #7 in una buona posizione per giocarsi la vittoria sul finale proprio contro la Rossa di Maranello.

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Sebastien Buemi, Brendon Hartley, Ryo Hirakawa

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Sebastien Buemi, Brendon Hartley, Ryo Hirakawa

Foto di: Marc Fleury

Manca una sola ora al termine dell’edizione 2024 della 24h di Le Mans; eppure, nulla può essere dato per scontato. Proprio con l’arrivo della pioggia attorno allo scoccare della ventiduesima ora ha stravolto le carte in tavola e gli scenari. In pochi minuti la situazione è completamente cambiata e da una Ferrari in testa si è passati a una potenziale prima posizione Toyota, tra l’altro nemmeno della #8, quella che a lungo era sembrata potersi contendere il successo della più prestigiosa gara di durata, bensì la #7, che con Jose Maria Lopez ha saputo sfruttare al meglio i problemi e gli errori della Ferrari per ritrovarsi in testa.

Poco dopo lo scoccare della ventiduesima ora, infatti, la Ferrari #50, in quel momento in testa, ha subito un problema di natura tecnica, date le difficoltà nel chiudere la porta di destra che era rimasta aperta. Essendo sostanzialmente impossibile per Nicklas Nielsen riuscire a chiudere la porta, come indicato dalla direzione gara è stato costretto a tornare ai box per sistemare la situazione, dove ha effettuato anche un rifornimento senza cambiare le wet montate pochi minuti prima.

Pier Guidi aveva provato a tenere dietro Lopez in modo da garantire al compagno di casacca il margine per fermarsi e rientrate vicino al rivale della Toyota nel caso fosse stato effettivamente necessario rientrato. Tuttavia, nonostante un duello che ha visto i due scambiarsi la posizione, l’italiano non è stato in grado di contenere l’argentino che, nel momento della sosta della #50, è poi volato in testa.

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

Foto di: Alexander Trienitz

Ciò ha fatto scivolare la Ferrari #50 inizialmente in quinta posizione, non solo dietro alla Toyota #7 come menzionato precedentemente, ma anche dietro all’auto gemella #51, così come la Porsche #6 guidata da Laurens Vanthoor. Inoltre, avendo effettuato anche un rabbocco di carburante, ora la vettura di Maranello si trova su una strategia potenzialmente differente rispetto agli avversari, per questo è poi tornata in prima posizione allo scoccare della 23a ora. Invece è finito con un "no further action" un possibile unsafe release della #50 proprio nel momento della sosta per chiudere la portiera.

In tutto ciò manca la Toyota #8, solamente sesta al momento, ma ciò è dovuto a un contatto tra la Ferrari #51 con Pier Guidi quando Hartley si trovava in seconda posizione dopo la sosta. Il neozelandese è così finito in testacoda, perdendo diversi secondi che hanno avuto un peso importante. Per questo i giudici di gara hanno deciso di penalizzare la manovra con una sanzione di cinque secondi che Pier Guidi ha subito scontato pochi istanti dopo la comunicazione dei commissari.

Al momento, quindi, la situazione vede la #50 in testa con una strategia differente rispetto agli avversari, motivo per il quale la speranza ora è quella di spingere sperando di guadagnare quanto più possibile in questa fase. Seconda c’è la Toyota #7 a oltre quaranta secondi dalla vetta dopo un errore nel primo settore proprio alla 23ora: la vettura giapponese ha poi un vantaggio di 25 secondi sulla Ferrari #51 in terza posizione. Seguono la Porsche #6 che ha recuperato qualche posizione salendo al quarto posto davanti alla Toyota #8 con Sebastien Buemi che ha ereditato il volante da Hartley dopo il testacoda.

#6 Porsche Penske Motorsport Porsche 963: Kevin Estre, Andre Lotterer, Laurens Vanthoor

#6 Porsche Penske Motorsport Porsche 963: Kevin Estre, Andre Lotterer, Laurens Vanthoor

Foto di: Marc Fleury

In sesta posizione c’è la Cadillac 2 con Palou tornato in abitacolo, a cui segue una tripletta Porsche formata dalla #5 e le due Jota. A chiudere la top ten c’è la Peugeot #94 con Stoffel Vandoorne davanti alla Lamborghini #63 guidata da Daniil Kvyat.

In LMP2 prosegue la lotta, con diverse vetture che si sono fermate a circa 20 minuti dallo scoccare dell’ora, con United Autosport #22 che mantiene il comando con un vantaggio solido di circa 50 secondi sulla #34 di Inter Europol, che ha guadagnato un’altra posizione nella sua personale rimonta. Terza al momento c’è la #28 di IDEC Sport, protagonista di un duello con colpi su colpi (di errori) con la #34. Al quarto posto c’è la AF Corse #183, prima tra i Pro/Am. Seguono Cool Racing, Vector Sport e “Spike”, la vettura draghetto di AO.

In LMGT3 la situazione è rimasta sostanzialmente invariata, con la Porsche #91 sempre al comando davanti alla BMW del team WRT a circa 33 secondi di distanza, su cui è salita a bordo Augusto Farfus prendendo il posto di Sean Galael. Seguono le due Ford Mustang di Proton, che a loro volta prevedono le Iron Dames sulla Lamborghini. La prima Ferrari è la #86 di GR Racing, mentre la prima Lexus è quella di Akkodis #78 con Kelvin Van der Linde al volante.

FIA WEC - 24h di Le Mans: Classifica LIVE

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Le Mans | 22a ora: Ferrari precede Toyota, resta l’incognita pioggia
Prossimo Articolo Capolavoro Ferrari, è il bis della 499P alla 24h di Le Mans!

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia