Cambia ancora il BoP: meno boost alla Ford e più peso alla Ferrari

Con una sorprendente decisione è stato rivoluzionato ancora una volta il Balance of Perfomance delle GTE PRO nel tentativo di placare le polemiche di questi giorni. In gara quindi saranno possibili molte sorprese

La questione del BoP delle GTE sta diventando centrale alla 24 Ore di Le Mans. E dimostra quanta confusione ci sia per trovare un'equivalenza decorosa tra vetture di differente concezione. Così, di punto in bianco, a seguito di una riunione già prevista, l'ACO ha deciso dopo le qualifiche di cambiare ancora una volta le carte in tavola, non accontentando però nessuno. Ecco i dettagli.

FORD: alle GT che hanno ottenuto la pole position è stata ridotta di 20mlb la pressione di sovralimentazione e aumentato il peso di 5kg. Le vetture gareggeranno quindi con una massa di 1248kg. La penalizzazione maggiore proviene dall'utilizzo del turbo .

FERRARI. Le 488 GTE continuano la loro rincorsa al....peso massimo. Dopo gli aggiustamenti questo è stato aumentato di ben 10kg per un totale di 1268kg. Resta inviariata la pressione di sovralimentazione, ed è un vantaggio, mentre a causa dell'aumento di peso sono stati concessi 4 litri in più di carburante che vogliono dire ben poco perché con il peso maggiore la vettura consumerà di più.

CORVETTE. Interventi anche per le vetture americane che nelle prove di Le Mans hanno deluso. Potranno utilizzare 7 litri in più del previsto mentre i restrittori sono stati portati a una riduzione di 0,3 mm.

ASTON MARTIN. Per le GT britanniche conferma del peso e restrittori con riduzione di 0,4mm.

PORSCHE. Le RSR, campioni del mondo in carica, avranno la possibilità di imbarcare 8 litri in più.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Evento 24 Ore di Le Mans
Circuito Le Mans
Articolo di tipo Ultime notizie