Alonso re a Le Mans: "Ho sofferto alla fine ma che vittoria! Ora voglio titolo WEC e Triple Crown"

condivisioni
commenti
Alonso re a Le Mans:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
17 giu 2018, 16:09

Fernando vince subito la 24 Ore di Le Mans alla sua prima partecipazione. Eccellenti gli stint di notte, ma anche l'aiuto ricevuto da Nakajima e Buemi. Ora Alonso andrà alla caccia del Mondiali 2018/2019 WEC assieme a Toyota.

I vincitori #8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
Podio assoluto: i vincitori Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
Podio assoluto: i vincitori Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso, #7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez, tagliano il traguardo
Fernando Alonso, Toyota Gazoo Racing, festeggia con il team
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso, #7 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Mike Conway, Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez, tagliano il traguardo
I vincitori #8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
La vettura dei vincitori #8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso, taglia il traguardo
I vincitori #8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso

Vittoria al primo colpo. Fernando Alonso ha messo a segno questo pomeriggio una delle vittorie più belle e importanti della sua splendida carriera portando a casa la 24 Ore di Le Mans 2018 dopo aver contribuito in maniera decisiva con alcuni stint - alcuni dei quali notturni - di grande rilievo.

Questi hanno permesso alla Toyota TS050 Hybrid #8 condivisa con Kazuki Nakajima e Sébastien Buemi di portare a casa il piatto principale del fine settimana transalpino, con Alonso che ha aggiunto il secondo dei tre tasselli per arrivare a firmare la Triple Crown.

"Ci siamo preparati molto per questa gara, ma poi devi venire qui e vincerla. Il team ha fatto un lavoro eccezionale. Entrambe le vetture sono state staccate di 1 minuto al massimo per 23 ore. Entrambe non hanno avuto problemi per 24 Ore. E la preparazione è stata perfetta, così come l'esecuzione", ha detto Fernando al termine della gara, ancora inebriato dal successo pochi istanti dopo il passaggio sotto la bandiera a scacchi di Nakajima con la Toyota #8.

"La gara è stata intensa, specialmente l'ultimo stint quando Kazuki era in macchina. Sapevamo che mancava mezz'ora alla fine ed è stato abbastanza stressante. Non sapevo se guardare la televisione o se fosse meglio dormire o guardare la MotoGP. Forse guardare la MotoGP sarebbe stata la cosa migliore. Ma sì, è stato bello e intenso. La sensazione della vittoria è bellissima e l'adrenalina che ho è molto più alta di ogni altra cosa, anche dello stress provato negli ultimi minuti di gara".

Leggi anche:

Alonso ha ammesso di non aver gestito bene... l'ultima parte di gara. Al volante della Toyota c'era Nakajima, mentre lui era costretto a seguire la corsa dal box della Casa giapponese, sperando che tutti filasse liscio. E così è stato. Ma l'attesa di vedere la vettura tagliare il traguardo lo ha quasi sfinito.

"Mi sento davvero benissimo. Credo sia difficile cercare di esprimere qualunque emozione perché, per prima cosa, sono stanco. ERo concentrato sulla gara e ora è difficie realizzare quello che abbiamo conquistato. Poi penso che gli ultimi due stint di Kazuki, che ha girato un'ora e mezza, sono stati troppo stressanti da guardare in TV".

"Di solito sono abituato a essere in macchina, controllare il passo e i rischi. E' molto più stressante guardare tutto dalla televisione. Sono davvero orgoglioso dei miei compagni di squadra, molto orgoglioso di Toyota ed è davvero un risultato strepitoso aver vinto a Le Mans finendo in prima e seconda posizione senza guasti su entrambe le vetture".

Messa in bacheca la splendida quanto enorme coppa del vincitore della 24 Ore di Le Mans, Fernando ha già nel mirino un altro obiettivo, sempre legato alla Superstagione 2018/2019 del WEC.

"Ora siamo in testa al Mondiale dopo aver vinto a Spa-Francorchamps e qui a Le Mans. Diventare campione del mondo WEC, non è un segreto, è uno dei miei obiettivi da quando ho detto che avrei corso la Superstagione WEC. Non volevo correre qui solo per vincere Le Mans e fare un'esperienza. Sono veluto qui perché voglio lottare per vincere il titolo mondiale, dunque vedremo se riuscirò a farcela".

Per concludere, non poteva certo mancare qualche parola nei confronti della Triple Crown. Ora, per riuscire a firmarla, manca "solo" la vittoria alla 500 Miglia di Indianapolis. Fernando non ha nascosto di trovare sempre più affascinante questa opportunità e quasi certamente proverà a conquistarla nelle prossime stagioni.

"La 500 Miglia di Indianapolis è ovviamente una delle colonne della Triple Crown e ho provato l'anno scorso a vincerla. Stavamo comandando la gara, ero vicino alla vittoria, ma non siamo riusciti a farlo. Qui stavamo comandando la corsa ed ero preoccupato di perdere l'occasione di vincere anche in questa occasione, ma qui siamo riusciti a vincere".

"La Triple Crown è un obiettivo, vedremo se sarò un pilota migliore e completo per riuscire a farlo. Essere in F1 e correre per un team puoi fare al massimo ciò che ti consente di fare la monoposto con cui corri. Per essere un pilota più completo e maturo devo vincere in ogni categoria contro i migliori piloti della serie. Per farlo devi conoscere ogni minimo trucco e segreto. Arrivare a vincere la Triple Crown è un obiettivo molto attraente".

Prossimo Articolo
Vasselon: "Questa vittoria a Le Mans è un sollievo. Ora vogliamo aprire un ciclo di successi alla 24 Ore!"

Articolo precedente

Vasselon: "Questa vittoria a Le Mans è un sollievo. Ora vogliamo aprire un ciclo di successi alla 24 Ore!"

Prossimo Articolo

Fotogallery: la vittoria di Toyota e Alonso alla 24 Ore di Le Mans 2018

Fotogallery: la vittoria di Toyota e Alonso alla 24 Ore di Le Mans 2018
Carica commenti