Alonso: "Kazuki è stato eccezionale. Ho voluto girare di notte col bagnato"

condivisioni
commenti
Alonso:
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
15 giu 2018, 08:01

Lo spagnolo è soddisfatto della pole position divisa con Nakajima e Buemi e conta che la Toyota riesca a conquistare una doppietta, ma è consapevole dei rischi che una maratona di 24 Ore può riservare per cui ha voluto girare anche nell condizioni limite.

#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Fernando Alonso

Fernando Alonso si è visto consegnare da Miss Le Mans la “copertina” del Le Maine sulla pole position pochi istanti dopo che l’ultima sessione di qualifica della 24 Ore di Le Mans si è chiusa sotto la pioggia che ha reso inutile l’ultima ora e venti.

Lo spagnolo ha voluto riconoscere il merito al compagno di squadra, Kazuki Nakajima, per il giro secco che ha regalato la pole position alla Toyota TS050 #8 nella 86esima edizione della maratona della Sarthe.

Nakajima ha girato in 3’15”377 all'inizio dell’ultima sessione di qualifica di giovedì sera, anticipata di mezz’ora per recuperare il tempo perduto per il terribile incidente occorso alla Dallara P217 di Giorgio Sernagiotto, portando la LMP1 divisa con Alonso e Sebastien Buemi ad avere un vantaggio di due secondi sulla vettura gemella # 7.

Eppure non è stato battuto il record del tracciato (accorciato quest’anno di 3 metri) che resta di Kamui Kobayashi in 3’14”791 con la Toyota TS050 Hybrid ottenuto l’anno scorso in qualifica.

"Kazuki ha fatto un giro incredibile - ha detto Alonso - I complimenti per la pole vanno fatti a Nakajima, in particolare. L’1-2 Toyota è importante per noi: è proprio quello che volevamo avere le due macchine in prima fila”.

“Sappiamo che si è trattato solo della preparazione alla gara di domani: ci aspettano 24 ore molto lunghe davanti a noi, ma penso che siamo pronti”.

"Finora tutto è andato bene, ma nel momento in cui conterà davvero sarà molto difficile perché la gara è lunga e piena di insidie. Abbiamo molto rispetto degli avversari, ma la speranza è di finire nel miglior modo possibile con una doppietta Toyota”.

Fernando ha girato di notte e per la prima volta in condizioni da bagnato, quando le pioggia si è abbattuta sulla pista della Sarthe alla conclusione della sessione finale.

"È difficile di notte, perché si ha a che fare con una pista diversa. Le condizioni era abbastanza impegnative, ma volevo avere il gusto di scoprire anche questo aspetto perché non vorrei dover entrare in pista di notte e trovarmi con l’asfalto bagnato senza avere un riferimento”.

"Come ho detto penso che abbiamo fatto tutto quello che è necessario per fare bene. Ogni giro che si percorre si fanno dei progressi, perché si imparano delle cose. Era importante, quindi, farlo nelle condizioni più difficili. Per una 24 Ore non si è mai pronti ad affrontare le situazioni che possono capitare, ma siamo pronti a tutto…".

Prossimo articolo Le Mans
Alonso: "L'Audi dieci anni fa vinceva da sola. Ora ci sono 10 LMP1 in lizza!"

Previous article

Alonso: "L'Audi dieci anni fa vinceva da sola. Ora ci sono 10 LMP1 in lizza!"

Next article

Alonso: "Buone le prime sessioni, i sorpassi di notte sembrano più facili"

Alonso: "Buone le prime sessioni, i sorpassi di notte sembrano più facili"

Su questo articolo

Serie Le Mans
Evento 24 Ore di Le Mans
Sotto-evento Giovedì, qualifiche 2
Piloti Fernando Alonso Shop Now
Team Toyota Racing
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Intervista