A Sebring vince la Peugeot ORECA

Dopo 12 ore tre vetture a pieni giri si sono contese la vittoria, andata a Lapierre, Duval e Panis

A Sebring vince la Peugeot ORECA
Carica lettore audio
La 12 Ore di Sebring 2011 se l'è aggiudicata la Peugeot privata dell'Oreca, capace di battere in una corsa a tre la Highcroft e la Peugeot ufficiale. La 908 HDi di prima generazione, guidata da Nicolas Lapierre, Loic Duval e Olivier Panis si è così aggiudicata la prima prova della Intercontinental Le Mans Cup. Duval ha tagliato il traguardo con soli 31" di vantaggio sulla Highcroft's HPD ARX-01e, che ne ha avuti 12" sulla Peugeot ufficiale #8. "Non ci aspettavamo di poter essere così veloci e fortunati, oggi" ha detto Duval. "Si tratta di un grande successo per ORECA." La nuova 908 di Franck Montagny, Stephane Sarrazin e Pedro Lamy pareva ben posizionata per puntare alla vittoria final quando mancavano circa due ore dalla fine, poi un giro è stato perso quando la squadra della Casa del Leone ha dovuto sostituire il muso, ed altri secondi preziosi sono volati via per via del testacoda di Lamy a gomme fredde uscendo dal box. Pagenaud nel finale ha arginato un ultimo assalto di Montagny, preservando il secondo posto della sua Highcroft HPD. La vettura a benzina del francese, divisa con David Brabham e Marino Franchitti, è scesa in pista per la prima volta una settimana fa e nonostante il bassissimo chilometraggio è rimasta sempre in lotta per la testa della gara per tutte le 12 ore. Le due Audi R15+ TDI hanno entrambe avuto bisogno di riparazioni a causa di incidenti ed hanno così terminato in quarta e quinta posizione. L'auto di Allan McNish, Tom Kristensen e Rinaldo Capello era la più veloce in pista nell'ultimo terzo di gara e difatti è riuscita a recuperare due dei sette giri persi in pitlane. La seconda Peugeot ufficiale, dopo il contatto avvenuto quando Gene era alla guida con Capello, si è invece piazzata all'ottavo posto lontanissima dal vertice, concludendo dietro alla Lola-Mazda della Dyson Racing ed alla Lola-Toyota della squadra anglo-svizzera Rebellion. Vittoria in LMP2 per la Lola-Honda della Level 5, guidata da Luis Diaz, Ryan Hunter-Reay e Scott Tucker, che è salita in vetta alla classifica di classe quando per la seconda volta durante la gara la ORECA-Nissan della Signatech ha avuto problemi di selezione delle marce. Uno-due BMW nella GTE, con l'M3 di Andy Priaulx, Dirk Muller e Joey Hand a conquistare la vittoria. 37 i secondi che hanno diviso le due vetture bavaresi, con la seconda guidata da Augusto Farfus, Dirk Werner e Bill Auberlen capace di recuperare il tempo perso a causa di una foratura proprio nel finale e di concludere con 11" di vantaggio sulla migliore delle Chevrolet Corvette.

ILMC - ALMS - 12 Ore di Sebring - Classifica finale

condivisioni
commenti
Ecco la versione LMP1 della HPD
Articolo precedente

Ecco la versione LMP1 della HPD

Prossimo Articolo

24 Ore di Le Mans in diretta su Eurosport fino al 2013

24 Ore di Le Mans in diretta su Eurosport fino al 2013