24 Ore di Le Mans: Nakajima regala la pole position alla Toyota (e ad Alonso) prima della pioggia

condivisioni
commenti
24 Ore di Le Mans: Nakajima regala la pole position alla Toyota (e ad Alonso) prima della pioggia
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
14 giu 2018, 22:13

Il giapponese scende a 3'15"377 e stacca di 2" la TS050 gemella. Fernando quindi sarà al palo all'esordio nella classica francese. Le Porsche dominano in GTE con Bruni e Cairoli.

Pole position per #8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
Atmosfera nel paddock
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#11 SMP Racing BR Engineering BR1: Mikhail Aleshin, Vitaly Petrov, Jenson Button
#63 Corvette Racing Chevrolet Corvette C7.R: Jan Magnussen, Antonio Garcia, Mike Rockenfeller
#64 Corvette Racing Chevrolet Corvette C7.R: Oliver Gavin, Tommy Milner, Marcel Fassler
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
#67 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Andy Priaulx, Harry Tincknell, Tony Kanaan
#28 TDS Racing Oreca 07 Gibson: François Perrodo, Matthieu Vaxiviere, Loic Duval
#48 IDEC Sport Oreca 07 Gibson: Paul Lafargue, Paul-Loup Chatin, Memo Rojas
#31 Dragonspeed Oreca 07: Roberto Gonzalez, Pastor Maldonado, Nathanael Berthon
#91 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Gianmaria Bruni, Frédéric Makowiecki
#88 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Matteo Cairoli, Khaled Al Qubaisi, Giorgio Roda
#92 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Michael Christensen, Kevin Estre, Laurens Vanthoor
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE EVO: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Daniel Serra
#11 SMP Racing BR Engineering BR1: Jenson Button
#32 United Autosports Ligier JSP217 Gibson: Hugo de Sadeleer, Will Owen, Juan Pablo Montoya
#52 AF Corse Ferrari 488 GTE EVO: Toni Vilander, Antonio Giovinazzi, Pipo Derani

Tra le tante slow zones e la pioggia è stato veramente difficile per tutti trovare il momento giusto per piazzare il tempo nelle qualifiche di questa 86esima edizione della 24 Ore di Le Mans, ma tutte queste complicazioni non hanno impedito alla Toyota di rispettare i pronostici monopolizzando la prima fila.

Nonostante qualche problemino a mandare in temperatura le gomme, le TS050 Hybrid hanno dettato legge ed in particolare è stato Kazuki Nakajima a regalare alla casa giapponese la soddisfazione della pole position, scendendo a 3'15"377 nelle prime fasi della Q3 di questa sera, iniziata con 30 minuti d'anticipo per recuperare il tempo perso in seguito all'incidente della Dallara della Cetilar Villorba Corse in Q2.

Una pole position che è finita in ghiaccio a circa un'ora e venti dalla bandiera a scacchi, quando la pioggia ha iniziato a cadere sul Circuit de la Sarthe, prima in maniera leggera, diventando poi copiosa circa una ventina di minuti dopo le 23.

Una buona notizia anche per Fernando Alonso, che quindi inizierà dalla pole position la sua prima esperienza nella grande classica francese, visto che il due volte iridato di Formula 1 divide l'abitacolo della vettura #8 con il giapponese e con Sebastien Buemi.

E bisogna dire che Nakajima ha fatto veramente una gran differenza, perché la TS050 #7, quella del terzetto Conway/Kobayashi/Lopez non è riuscita a fare meglio di un 3'17"377, pagando 2" esatti nei confronti della vettura gemella e permettendo alla migliore delle Rebellion di marcarla a vista.

La prestazione dell'equipaggio #3, quello composto da Laurent/Beche/Menezes infatti è stata davvero notevole, perché sono stati capaci di girare in 3'18"252, chiudendo a soli 875 millesimi dalla Toyota che li precede. L'altra vettura del team elvetico, quella di Lotterer/Jani/Senna, completa la seconda fila, ma molto più staccata.

Prima Le Mans anche per l'ex compagno di squadra di Fernando Alonso in McLaren, il britannico Jenson Button, che invece scatterà dalla quinta posizione con la BR1-AER che divide con Vitaly Petrov e Mikhail Aleshin. Davanti a loro ci sono anche la gemella di Sarrazin/Isaakyan/Orudzhev e l'altra BR, ma motorizzata Gibson, della DragonSpeed con Hedman/Hanley/Van der Zande.

Il quadro delle vetture LMP1 si completa poi con la ByKolles e con le due Ginetta della Manor, che però hanno continuato ad avere grossi problemi anche in questa seconda giornata di prove e che quindi hanno girato veramente poco.

I primi tre in appena 76 millesimi in classe LMP2

Passando alla classe LMP2, bisogna dire che in questa categoria abbiamo assistito ad una lotta davvero serrata per la pole position, con i primi tre equipaggi racchiusi nello spazio di appena 67 millesimi. A spuntarla alla fine è stata la Oreca-Gibson della TDS Racing con il terzetto Perrodo/Vaxivier/Duval che ha fermato il cronometro sul 3'24"816.

Tempo arrivato con un leggerissimo anticipo nei confronti della pioggia, che ha beffato per soli 26 millesimi la Ligier-Gibson della IDEC Sport affidata a Lafargue/Chatin/Rojas. Il terzetto di testa compatto si completa poi con l'altra Oreca-Gibson della DragonSpeed che ha nel suo equipaggio anche l'ex pilota di Formula 1 Pastor Maldonado, affiancato da Roberto Gonzalez e Nathanael Berthon.

Quarto tempo invece per quelli che sono indicati come i grandi favoriti della G-Drive Racing, con Vergne/Pizzitola/Rusinov staccati di poco più di tre decimi. Dopo il bruttissimo incidente della Q2, dovuto al cedimento della sospensione posteriore destra alla staccata della prima chicane del Mulsanne Straigh, dal quale fortunatamente Giorgio Segnagiotto è uscito illeso, ha chiuso invece in 12esima piazza di classe la Dallara della Cetilar Villorba Corse, giusto un paio di posizioni davanti alla Ligier della United Austosport che ha anche Juan Pablo Montoya nel suo equipaggio.

Dominio Porsche e doppia pole italiana nella GTE

Le Porsche hanno continuato a dettare legge in classe GTE, conquistando la pole position sia nel raggruppamento Pro che in quello Am. Ed in entrambi i casi è stato merito di un pilota italiano: nella classe principale davanti a tutti c'è la #91 grazie al 3'47"504 firmato ieri da Gianmaria Bruni, che divide l'abitacolo con Richard Lietz e Frederic Makowiecki.

Nella Am invece è stato Matteo Cairoli a piazzare davanti a tutti la #88 che divide con Khaled Al Qubaisi e Giorgio Roda, nonostante nel finale si sia anche reso protagonista di un'escursione fuori pista a Mulsanne quando la pioggia aveva iniziato a bagnare la pista.

Tornando a parlare della Pro, la seconda posizione è occupata da un'altra Porsche, la #92 di Christensen/Estre/Vanthoor, che nella Q3 ha corso anche un bel rischio andando a sfiorare le barriere con il francese. Questo terzetto però paga circa un secondo e mezzo nei confronti del tempone di "Gimmi". Risale la china fino alla terza posizione invece la migliore delle Ford GT, quella di Mucke, Pla, Johnson, che ha chiuso alle spalle della "maialino rosa" per meno di un decimo.

Circa tre decimi più indietro troviamo invece la migliore delle Ferrari, la #51 di Pier Guidi/Calado/Serra. Decisamente più in difficoltà invece le altre due 488 GTE ufficiali: la #71 di Rigon/Bird/Molina è decima di classe, giusto alle spalle della prima delle Corvette, mentre la #52 dell'attesissimo Antonio Giovinazzi si ritrova addirittura 15esima, con alle sue spalle solamente le due Aston Martin, che sono parse davvero in difficoltà (viaggiano ad oltre 3" dalla pole).

Nella Am le 911 RSR hanno addirittura monopolizzato le prime tre posizioni, con alle spalle dei poleman la #86 di Wainwright/Barker/Davison e la #77 di Campbell/Ried/Andlauer. Quarto tempo di classe invece per la Ferrari della Spirit of Race, che ha nel suo equipaggio gli italiani Francesco Castellacci e Giancarlo Fisichella insieme a Thomas Flohr. Settimo tempo di classe invece per l'unica donna in gara Christina Nielsen, che divide la Porsche dell'Ebimotors con Fabio Babini ed Erik Maris.

Parlando sempre di vetture GT, bisogna segnalare nell'arco di questa Q3 che sono andate a toccare le barriere la Ford #67 con Tony Kanaan nelle esse che conducono a Tertre Rouge, ma anche la Ferrari #61 della Cleanwater Racing con Matt Griffin ad Indianapolis. Stesso punto in cui nel finale è finita in testacoda anche la Alpine con Pierre Thiriet.

Cla # Piloti Auto Class Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 8 Spain Fernando Alonso
Japan Kazuki Nakajima
Switzerland Sébastien Buemi
Toyota TS050 Hybrid LMP1   3'15.377     251.126
2 7 Japan Kamui Kobayashi
United Kingdom Mike Conway
Argentina José María López
Toyota TS050 Hybrid LMP1   3'17.377 2.000 2.000 248.582
3 3 Mathias Beche
Thomas Laurent
Gustavo Menezes
Rebellion R13 LMP1   3'18.252 2.875 0.875 247.485
4 1 Germany André Lotterer
Brazil Bruno Senna
Switzerland Neel Jani
Rebellion R13 LMP1   3'19.449 4.072 1.197 245.999
5 17 France Stéphane Sarrazin
Matevos Isaakyan
Egor Orudzhev
BR Engineering BR1 LMP1   3'19.483 4.106 0.034 245.957
6 10 Henrik Hedman
Netherlands Renger van der Zande
United Kingdom Ben Hanley
BR Engineering BR1 LMP1   3'21.110 5.733 1.627 243.967
7 11 United Kingdom Jenson Button
Russian Federation Vitaly Petrov
Russian Federation Mikhail Aleshin
BR Engineering BR1 LMP1   3'21.408 6.031 0.298 243.607
8 4 Oliver Webb
Austria Dominik Kraihamer
France Tom Dillmann
ENSO CLM P1/01 LMP1   3'22.505 7.128 1.097 242.287
9 6 United Kingdom Oliver Turvey
Alex Brundle
Oliver Rowland
Ginetta G60-LT-P1 LMP1   3'23.757 8.380 1.252 240.798
10 28 France Loïc Duval
François Perrodo
Matthieu Vaxivière
Oreca 07 LMP2   3'24.816 9.439 1.059 239.553
11 48 Paul Loup
Mexico Memo Rojas
Paul Lafargue
Oreca 07 LMP2   3'24.842 9.465 0.026 239.523
12 31 Venezuela Pastor Maldonado
France Nathanaël Berthon
Mexico Roberto Gonzalez
Oreca 07 LMP2   3'24.883 9.506 0.041 239.475
13 26 Jean-Eric Vergne
Russian Federation Roman Rusinov
Andrea Pizzitola
Oreca 07 LMP2   3'25.160 9.783 0.277 239.151
14 5 Léo Roussel
Mike Simpson
Charlie Robertson
Ginetta G60-LT-P1 LMP1   3'25.268 9.891 0.108 239.026
15 23 United Kingdom Will Stevens
France Julien Canal
Timothe Buret
Ligier JSP 217 LMP2   3'25.376 9.999 0.108 238.900
16 36 France Nicolas Lapierre
Pierre Thiriet
André Negrão
Alpine A470 LMP2   3'26.681 11.304 1.305 237.391
17 39 Vincent Capillaire
France Tristan Gommendy
Jonathan Hirschi
Oreca 07 LMP2   3'26.701 11.324 0.020 237.368
18 22 United Kingdom Paul di Resta
Portugal Filipe Albuquerque
Philip Hanson
Ligier JSP 217 LMP2   3'26.772 11.395 0.071 237.287
19 38 China Ho-Pin Tung
Monaco Stéphane Richelmi
Gabriel Aubry
Oreca 07 LMP2   3'27.120 11.743 0.348 236.888
20 37 Nabil Jeffri
Weiron Tan
Malaysia Jazeman Jaafar
Oreca 07 LMP2   3'27.226 11.849 0.106 236.767
21 40 Jose Gutierrez
Enzo Guibbert
James Allen
Oreca 07 LMP2   3'27.280 11.903 0.054 236.705
22 47 Luiz Felipe
Roberto Lacorte
Italy Giorgio Sernagiotto
Dallara P217 LMP2   3'27.993 12.616 0.713 235.894
23 29 Netherlands Jan Lammers
Netherlands Giedo van der Garde
Netherlands Frits van Eerd
Dallara P217 LMP2   3'28.111 12.734 0.118 235.760
24 32 Juan Pablo
William Owen
Hugo De
Ligier JSP 217 LMP2   3'28.159 12.782 0.048 235.706
25 35 Victor Shaytar
Norman Nato
Harrison Newey
Dallara P217 LMP2   3'28.629 13.252 0.470 235.175
26 34 David Heinemeier
United States Ricky Taylor
Côme Ledogar
Ligier JSP 217 LMP2   3'29.474 14.097 0.845 234.226
27 44 Italy Andrea Bertolini
United States Tracy Krohn
Niclas Jönsson
Ligier JSP 217 LMP2   3'33.585 18.208 4.111 229.718
28 33 David Cheng
United States Nick Boulle
Pierre Nicolet
Ligier JSP 217 LMP2   3'35.237 19.860 1.652 227.955
29 50 Thomas Dagoneau
Romano Ricci
Erwin Creed
Ligier JSP 217 LMP2   3'38.206 22.829 2.969 224.853
30 25 United States Mark Patterson
Tacksung Kim
Ate de
Ligier JSP 217 LMP2   3'39.518 24.141 1.312 223.509
31 91 Italy Gianmaria Bruni
Austria Richard Lietz
France Frédéric Makowiecki
Porsche 911 RSR LMGTE PRO   3'47.504 32.127 7.986 215.663
32 92 Denmark Michael Christensen
Kevin Estre
Belgium Laurens Vanthoor
Porsche 911 RSR LMGTE PRO   3'49.097 33.720 1.593 214.164
33 66 Germany Stefan Mücke
France Olivier Pla
United States Billy Johnson
Ford GT LMGTE PRO   3'49.181 33.804 0.084 214.085
34 51 James Calado
Italy Alessandro Pier Guidi
Brazil Daniel Serra
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO   3'49.494 34.117 0.313 213.793
35 68 France Sébastien Bourdais
United States Joey Hand
Germany Dirk Müller
Ford GT LMGTE PRO   3'49.582 34.205 0.088 213.711
36 93 United Kingdom Nick Tandy
France Patrick Pilet
New Zealand Earl Bamber
Porsche 911 RSR LMGTE PRO   3'49.589 34.212 0.007 213.705
37 69 Australia Ryan Briscoe
New Zealand Scott Dixon
United Kingdom Richard Westbrook
Ford GT LMGTE PRO   3'49.761 34.384 0.172 213.545
38 94 France Romain Dumas
Germany Timo Bernhard
Germany Sven Muller
Porsche 911 RSR LMGTE PRO   3'50.089 34.712 0.328 213.240
39 63 Denmark Jan Magnussen
Spain Antonio García
Germany Mike Rockenfeller
Chevrolet Corvette C7R LMGTE PRO   3'50.242 34.865 0.153 213.099
40 71 United Kingdom Sam Bird
Italy Davide Rigon
Spain Miguel Molina
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO   3'50.246 34.869 0.004 213.095
41 67 Harry Tincknell
Brazil Tony Kanaan
Guernsey Andy Priaulx
Ford GT LMGTE PRO   3'50.429 35.052 0.183 212.926
42 82 Antonio Felix
Brazil Augusto Farfus
United Kingdom Alexander Sims
BMW M8 GTE LMGTE PRO   3'50.579 35.202 0.150 212.787
43 81 Nicky Catsburg
Germany Martin Tomczyk
Austria Philipp Eng
BMW M8 GTE LMGTE PRO   3'50.596 35.219 0.017 212.772
44 88 Khaled Al
Matteo Cairoli
Giorgio Roda
Porsche 911 RSR LMGTE AM   3'50.728 35.351 0.132 212.650
45 64 Switzerland Marcel Fässler
United Kingdom Oliver Gavin
United States Tommy Milner
Chevrolet Corvette C7R LMGTE PRO   3'50.952 35.575 0.224 212.444
46 52 Luis Felipe
Finland Toni Vilander
Antonio Giovinazzi
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO   3'50.957 35.580 0.005 212.439
47 86 Michael Wainwright
Ben Barker
Australia Alex Davison
Porsche 911 RSR LMGTE AM   3'51.391 36.014 0.434 212.041
48 77 Germany Christian Ried
Matthew Campbell
Julien Andlauer
Porsche 911 RSR LMGTE AM   3'51.930 36.553 0.539 211.548
49 54 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Francesco Castellacci
Thomas Flohr
Ferrari 488 GTE LMGTE AM   3'51.956 36.579 0.026 211.524
50 97 Jonathan Adam
Belgium Maxime Martin
Alex Lynn
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO   3'52.486 37.109 0.530 211.042
51 56 Germany Jörg Bergmeister
United States Patrick Lindsey
Egidio Perfetti
Porsche 911 RSR LMGTE AM   3'52.985 37.608 0.499 210.590
52 90 Salih Yoluc
United Kingdom Euan Hankey
Charlie Eastwood
Aston Martin Vantage LMGTE AM   3'53.070 37.693 0.085 210.513
53 80 Erik Maris
Christina Nielsen
Italy Fabio Babini
Porsche 911 RSR LMGTE AM   3'53.402 38.025 0.332 210.214
54 61 Matt Griffin
Weng Sun
Japan Keita Sawa
Ferrari 488 GTE LMGTE AM   3'53.409 38.032 0.007 210.207
55 84 United States Jeff Segal
Liam Griffin
Cooper MacNeil
Ferrari 488 GTE LMGTE AM   3'53.439 38.062 0.030 210.180
56 95 Marco Sørensen
Nicki Thiim
United Kingdom Darren Turner
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO   3'53.523 38.146 0.084 210.105
57 98 Portugal Pedro Lamy
Canada Paul Dalla Lana
Austria Mathias Lauda
Aston Martin Vantage LMGTE AM   3'53.817 38.440 0.294 209.841
58 85 Netherlands Jeroen Bleekemolen
Ben Keating
Luca Stolz
Ferrari 488 GTE LMGTE AM   3'54.000 38.623 0.183 209.676
59 99 United States Patrick Long
United States Tim Pappas
United States Spencer Pumpelly
Porsche 911 RSR LMGTE AM   3'54.720 39.343 0.720 209.033
60 70 Monaco Olivier Beretta
Ishikawa Motoaki
Eddie III
Ferrari 488 GTE LMGTE AM   3'54.951 39.574 0.231 208.828

 

Prossimo articolo Le Mans

Su questo articolo

Serie Le Mans
Evento 24 Ore di Le Mans
Sotto-evento Giovedì, qualifiche 2
Location Circuit de la Sarthe
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Qualifiche