GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Canceled
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Canceled
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
70 giorni
Formula 1
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
MotoGP
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento in corso . . .
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
6 giorni
WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
35 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
22 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
76 giorni

La riscossa di Dixon: vince Gara 2 a Detroit davanti a Ericsson e Power

condivisioni
commenti
La riscossa di Dixon: vince Gara 2 a Detroit davanti a Ericsson e Power
Di:
3 giu 2019, 08:37

Il pilota del team Ganassi si fa perdonare l'errore di sabato e trionfa nonostante un errore strategico della propria squadra.

Scott Dixon ribalta il proprio fine settimana vincendo Gara 2 a Detroit. Dopo l'errore commesso sabato, il pilota neozelandese è riuscito a portare a casa un successo che già nei primi giri, sembrava già compromesso a causa di un errore strategico del suo team, il Chip Ganassi Racing.

La sua squadra ha infatti deciso di lasciarlo il pista con gomme Soft alla prima caution. La mescola non era certo adatta per coprire lunghe distanze, ma l'incidente tra Sébastien Bourdais e Spencer Pigot ha richiamato in pista la Safety Car mentre Dixon stava rientrando ai box per cambiare le gomme.

Un colpo di fortuna, a cui se ne è aggiunto un altro al giro 33, quando James Hinchcliffe è uscito dai box tentando di rimanere davanti a Josef Newgarden e Alexander Rossi, ovvero i primi due della classifica. Rossi ha provato il sorpasso, mentre una manovra fatta da Newgarden nel tentativo di resistere ha innescato un contatto che ha coinvolto tutti e tre.

L'unico pilota che è riuscito a riprendere la corsa è stato Alexander Rossi, ma con una monoposto non più performante. Dixon, così, ne ha potuto approfittare e portare a casa la vittoria davanti a Marcus Ericsson e a un Will Power autore di una grande gara.

Il pilota del team Penske è riuscito a guidare sopra i problemi della sua monoposto - un guasto al cambio dovuto a un contatto con Rosenqvist e Pagenaud - e a concludere dietro i primi due e davanti a Ryan Hunter-Reay e ad Alexander Rossi.

Cla # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 9 New Zealand Scott Dixon Chip Ganassi Racing 70 1:52'18.9365     87.877
2 7 Sweden Marcus Ericsson Schmidt Peterson Motorsports 70 1:52'20.8784 1.9419 1.9419 87.852
3 12 Australia Will Power Team Penske 70 1:52'22.5935 3.6570 1.7151 87.830
4 28 United States Ryan Hunter-Reay Andretti Autosport 70 1:52'23.4603 4.5238 0.8668 87.818
5 27 United States Alexander Rossi Andretti Autosport 70 1:52'24.1242 5.1877 0.6639 87.810
6 98 United States Marco Andretti Andretti Autosport 70 1:52'25.5695 6.6330 1.4453 87.791
7 15 United States Graham Rahal Rahal Letterman Lanigan Racing 70 1:52'26.0769 7.1404 0.5074 87.784
8 26 United States Zach Veach Andretti Autosport 70 1:52'26.9776 8.0411 0.9007 87.773
9 18 France Sébastien Bourdais Dale Coyne Racing 70 1:52'27.7251 8.7886 0.7475 87.763
10 19 United States Santino Ferrucci Dale Coyne Racing 70 1:52'28.4174 9.4809 0.6923 87.754
Prossimo Articolo
Josef Newgarden si prende la pole per Gara 2 a Detroit davanti ad Alexander Rossi

Articolo precedente

Josef Newgarden si prende la pole per Gara 2 a Detroit davanti ad Alexander Rossi

Prossimo Articolo

Alonso, ombre sul futuro con McLaren: "Per la Indy 500 2020 sceglierò l'opzione migliore"

Alonso, ombre sul futuro con McLaren: "Per la Indy 500 2020 sceglierò l'opzione migliore"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie IndyCar
Evento Detroit
Sotto-evento Gara 2
Autore Giacomo Rauli