La Indy 600 di Pechino non sarà svolta in questo 2016

condivisioni
commenti
La Indy 600 di Pechino non sarà svolta in questo 2016
David Malsher
Di: David Malsher , US Editor
Tradotto da: Giacomo Rauli
02 giu 2016, 08:15

Mark Miles ha confermato che l'evento di Pechino previsto per ottobre e non valido per il campionato IndyCar non sarà svolto in questo 2016. Nel corso delle ultime settimane sono sorte complicazioni che hanno indotto i vertici della serie a rinunciare.

Atmosfera a Pechino
Bandiere cinese
La completametne elettrica hypercar di Rimac Automobili
Stadio
Spencer Pigot, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Mark Miles, amministratore delegato della IndyCar Hylman & Company, era stato chiaro: la Beijing Indy 600 si sarebbe potuta tenere nel corso di questo campionato solo se gli organizzatori dell'evento avessero rispettato una serie di fattori, ma così non è stato.

Lo stesso Miles ha dichiarato a Motorsport.com che l'evento è stato ritenuto non idoneo e, allo stato attuale delle cose, non sarà svolto. "A oggi, che è il primo giorno di giugno, siamo giunti alla conclusione che ci sono troppe cose che non sono al loro posto e non possiamo andare avanti. Non vogliamo disputare una gara internazionale, così come qualsiasi competizione, senza avere i massimi livelli di sicurezza".

"Fare una gara in Cina, e sarebbe la prima volta, è particolarmente complicato e abbiamo ritenuto non fosse la decisione più corretta".

La gara era prevista nel mese di ottobre e le vetture della IndyCar avrebbero dovuto correre su un ovale di 2,56 miglia, nel Fengtai District. L'impianto, però, non è ancora stato terminato e sono poi sorti altri problemi.

"Oltre alla situazione dell'impianto, sono sorti altri problemi che non voglio elencare, ma questi hanno contribuito alla decisione che abbiamo preso, ovvero rifiutare la loro proposta per il campionato di questa stagione", ha concluso Miles.

Prossimo articolo IndyCar

Su questo articolo

Serie IndyCar
Autore David Malsher
Tipo di articolo Ultime notizie