La Firestone rinnova l'accordo con la Indycar fino alla stagione 2025

condivisioni
commenti
La Firestone rinnova l'accordo con la Indycar fino alla stagione 2025
Di:
06 feb 2019, 17:39

La Firestone continuerà ad essere il fornitore unico di pneumatici della Indycar fino al 2025, a seguito di un prolungamento di contratto quinquennale appena firmato tra la serie e Bridgestone Americas.

La Bridgestone ha anche annunciato l'intenzione di costruire un nuovo stabilimento di produzione ad Akron, Ohio, che servirà come sede della futura produzione degli pneumatici da corsa Firestone.

Il piano attuale prevede di portare la produzione all'interno nel nuovo centro entro i prossimi quattro anni, con l'intento che le prime Firestone Firehawks siano disponibili per i test entro la fine del 2020.

Dal momento che Ray Harroun ha vinto l'edizione inaugurale della 500 Miglia di Indianapolis nel 1911, montando pneumatici Firestone sulla sua Marmon Wasp, sono arrivati altri 68 successi marchiati Firestone, più del doppio rispetto a tutti gli altri produttori di pneumatici messi insieme.

"I campioni si affidano agli pneumatici Firestone da oltre un secolo e le corse rappresentano da sempre il banco di prova ideale per le nuove tecnologie, che ci aiutano a far progredire anche i nostri pneumatici stradali" ha dichiarato Philip Dobbs, direttore marketing di Bridgestone Americas Tire Operations.

L'estensione della partnership è stata annunciata nella sede della Dallara ad Indianapolis, alla presenza di Mario Andretti e del tre volte poleman alla Indy 500, Ed Carpenter. Un secondo evento invece si è svolto al Bridgestone Americas Technical Center di Akron, nel quale l'ospite d'onore è stato il due volte vincitore della Indy 500, Al Unser Jr.

La Firestone ha annunciato anche il proseguimento della sua partnership commerciale con la Indycar, visto che sarà il title sponsor della gara di apertura di St. Petersburg e di quella di chiusura a Laguna Seca.

Prossimo Articolo
Castroneves pronto per le due gare ad Indianapolis, strizzando l'occhio alla 24h di Le Mans

Articolo precedente

Castroneves pronto per le due gare ad Indianapolis, strizzando l'occhio alla 24h di Le Mans

Prossimo Articolo

Charlie Kimball: impegno part-time nel 2019 in IndyCar

Charlie Kimball: impegno part-time nel 2019 in IndyCar
Carica commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Autore David Malsher