La 500 Miglia di Indianapolis 2020 si terrà a porte chiuse

condivisioni
commenti
La 500 Miglia di Indianapolis 2020 si terrà a porte chiuse
Di:

L'aggravarsi della situazione sanitaria dovuta al COVID-19 nello stato dell'Indiana ha costretto gli organizzatori dell'evento a escludere il pubblico dall'edizione numero 104 della 500 Miglia di Indianapolis prevista il 23 agosto.

La situazione sanitaria legata alla pandemia da COVID-19 negli Stati Uniti d'America continua a essere molto grave. Per questo motivo gli organizzatori della 500 Miglia di Indianapolis hanno deciso che l'edizione 2020 si terrà a porte chiuse, dunque senza pubblico.

La 104esima edizione di una delle corse del motorsport più celebri al mondo, prevista il prossimo 23 agosto, sembrava poter essere disputata con la metà del pubblico solitamente presente, poi con appena il 25% del pubblico totale.

Oggi è arrivata la conferma che la gara si terrà a porte chiuse per la gravità della situazione sanitaria dovuta alla diffusione negli Stati Uniti del COVID-19. Troppo pericoloso far correre a porte aperte una gara di quella portata di pubblico.

A dare l'annuncio è stata la IMS tramite un comunicato stampa diffuso poco fa: "E' con grande dispiacere che annunciamo lo svolgimento a porte chiuse della 104esima edizione della 500 Miglia di Indianapolis, prevista per il 23 agosto".

"Questa difficile decisione è stata presa assieme alle autorità statali e alla giunta comunale di Indianapolis. Sin dall'annuncio della data della corsa, i casi di COVID-19 nello stato dell'Indiana sono triplicati".

Castroneves prova a rientrare a tempo pieno in Indycar nel 2021

Articolo precedente

Castroneves prova a rientrare a tempo pieno in Indycar nel 2021

Prossimo Articolo

Indy 500: ecco la entry list ufficiale con 33 vetture

Indy 500: ecco la entry list ufficiale con 33 vetture
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie IndyCar
Evento Indy 500
Autore Giacomo Rauli