Power: "Perchè Franchitti non viene penalizzato?"

All'australiano della Penske non è andato giù il contatto di Toronto

Power:
Will Power sembra non aver assolutamente digerito il contatto che c'è stato tra lui e Dario Franchitti nella gara di Toronto. Il pilota della Penske è stato letteralmente speronato dal rivale della Ganassi Racing, che poi si è involato verso la vittoria e la fuga in campionato, mentre lui si è ritrovato tagliato fuori dalla lotta al vertice. A creare le lamentele dell'australiano, però, non è stato tanto l'attacco aggressivo di Franchitti, quanto la decisione della direzione gara di non punirlo. Un atteggiamento che secondo Power si sarebbe ripetuto più volte a favore del campione in carica dell'Indycar. "Non mi sorprende che non sia stato sanzionato, perchè lui non viene mai sanzionato. Ormai è una cosa abituale. La sua è stata una manovra sporca, perchè mi ha fatto andare in testacoda. Mi domando solo se prima o poi qualcuno prenderà dei provvedimenti nei suoi confronti..." ha detto in un'intervista rilasciata a Versus. "Sono molto deluso da Dario: io ho sempre lottato con lui in maniera pulita, ma lui invece tende spesso a farlo in maniera sporca. Aveva già fatto qualcosa di simile a St. Petersburg ed in quel caso non ho detto niente: ho sbagliato perchè qui lo ha fatto di nuovo" ha aggiunto. Ad aggiungere pepe alla vicenda poi ci ha pensato anche l'errore commesso sul canale di Twitter della serie, dove durante la gara era stato annunciato un drive through in arrivo per Franchitti. Gli ufficiali di gara però si sono difesi spiegando che si è trattato di un errore di comunicazione, in quanto la manovra è stata messa sotto inchiesta, ma poi i giudici hanno deciso di non prendere provvedimenti.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IndyCar
Piloti Dario Franchitti , Will Power
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto elettrica