IndyCar: O'Ward conquista il successo in Gara 2 a Detroit

Il pilota della McLaren ha approfitto di un errore strategico del team Penske ed a pochi giri dalla fine ha messo nel mirino Newgarden per conquistare il successo in Gara 2 e il comando del campionato.

IndyCar: O'Ward conquista il successo in Gara 2 a Detroit

Newgarden è stato autore di un’ottima partenza ed è riuscito a tenere alle proprie spalle un Colton Herta che aveva negli specchietti la sagoma minacciosa di Rinus VeeKay. Dietro Alexander Rossi e Scott Dixon hanno messo nel mirino Romain Grosjean ma il primo ha riportato dei minimi danni all’ala anteriore nel tentativo iniziale di sorpasso.

In curva 3 Chilton ha colpito il retrotreno della monoposto di Hinchcliffe perdendo l’ala anteriore. La direzione gara ha così decretato la caution e questa è stata l’occasione ideale per tutti quei piloti scattati con gomme rosse di effettuare il cambio di mescola. Tra questi c’erano VeeKay, Grosjean, Sato, Bourdais, Ericsson, Harvey, Askew e Chilton.

La ripartenza è avvenuta la quarto giro e Newgarden ha mantenuto il comando, mentre O’Ward è riuscito ad entrare in top 10 con un bel sorpasso all’interno di Pagenaud effettuato in curva 1.

Newgarden ha subito preso un buon margine sugli inseguitori portandosi a 4 secondi già al nono giro, mentre Rahal ha approfittato di un Rossi in difficoltà con i danni rimediata all’ala anteriore per portarsi in quarta posizione. Poco dopo è stato Dixon ad avere la meglio su Rossi che successivamente ha continuato a soffrire per poi essere scavalcato anche da Ferrucci ed O’Ward ed effettuare finalmente la sosta, compreso il cambio ala, al diciassettesimo passaggio.

In questo frangente il dominio di Newgarden era totale ed il pilota del team Penske poteva vantare un margine di 14 secondi sul diretto inseguitore.

Al giro 19 Dixon e Grosjean hanno effettuato la sosta e poco dopo Dalton Kellett si è fermato all’uscita della pit lane facendo sospettare molti team dell’immediata caution. Newgarde, Herta, Palou e Rahal sono così rientrati per la sosta, ma il team di Kellett è riuscito a riavviare la monoposto evitando la neutralizzazione.

Newgarden è così rimasto beffato e si sarebbe visto costretto a compiere un lungo stint con le rosse più avanti nella gara.

Il suo vantaggio è sceso a 3,8’’ sul compagno di team Will Power. Quest’ultimo ha effettuato una sosta al giro 27 per montare gomme nere e poi uscire davanti ad O’Ward ma essere poi superato poco dopo proprio nel giro di uscita. Così come Newgarden, anche Power, però, avrebbe dovuto montare le rosse prima della bandiera a scacchi.

A metà gara Newgarden poteva vantare un margine di 10 secondi su Herta, con quest’ultimo che poteva contare su 5’’ nei confronti di Palou, mentre alle spalle dei primi tre, racchiusi in 45’’, si trovavano Rahal, Dixon, O’Ward, Power, Ferrucci, Hunter-Reay e VeeKay. Pagenaud ed Ericcson avrebbero poi spinto Veekay fuori dalla top 10 in dodicesima posizione.

Al giro 45 Herta ha ridotto della metà il gap da Newgarden e si è successivamente fermato ai box per l’ultima sosta. Newgarden ha compiuto la stessa scelta ma con l’obbligo di montare gomme rosse. A 23 giri dal termine il distacco tra i due è sceso a 3 secondi.

Alle loro spalle Palou poteva godere di 2.4 secondi di vantaggio su Rahal, con quest’ultimo che invece aveva 13 secondi di margine su Dixon, O’Ward, Ericsson, Pagenaud e Ferrucci.

Al giro 50 Herta si è portato ad 1,3 secondi da Newgarden per poi ridurre ulteriormente il gap al giro successivo, mentre Power è entrato ai box per montare rosse fresche e tornare in pista in settima piazza alle spalle di Dixon e O’Ward.

Al giro 54 è arrivata un’altra caution a seguito del testacoda di Jimmie Johnson tra curva 1 e 2. Alla ripartenza, avvenuta 4 tornate dopo, la situazione vedeva Newgarden, con gomme rosse, davanti a Herta, Palou e Rahal su nere, Dixon su rosse, ed Ericsson, Pagenaud ed Hunter-Reay a completare la top 10 con gomme nere.

O’Ward ha superato Dixon in curva 1 e si è portato in quinta piazza, mentre Newgarden è riuscito a mandare in fretta in temperatura le sue coperture prendendo immediatamente un margine di 1 secondo su Herta e Palou.

Le operazioni, però, sono state neutralizzate poco dopo quando la monoposto di Grosjean è finita in testacoda ed il suo freno anteriore sinistro è andato in fiamme chiedendo l’intervento del pilota francese che si è fatto dare un estintore dai commissari a bordo pista per domare il principio di incendio.

La ripartenza è avvenuta a sette giri dalla fine e O’Ward ha subito superato Rahal in curva 1 per poi mantenere lo slancio ed avere la meglio su Palou ed infine mettersi in scia ad Herta. Il pilota della McLaren ha poi avuto la meglio su Herta un giro dopo e si è infine messo a caccia di Newgarden.

La monoposto del team Penske non sembrava perfetta ed a due giri dalla fine Herta O’Ward ha avuto la meglio su Newgarden in curva 7 per prendere il comando.

Alle loro spalle Palou ha approfittato delle difficoltà di Herta èper portarsi in terza posizione e beffare così il pilota dell’Andretti Autosport, mentre Rahal ha confermato la quinta piazza precedendo Power bravo a superare Dixon alla ripartenza. Pagenaud, Ericsson e Ferrucci hanno completato la top 10.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 Mexico Patricio O'Ward Arrow McLaren SP 70 1:41'30.881     97.227
2 United States Josef Newgarden United States Team Penske 70 1:41'37.640 6.759 6.759 97.120
3 Spain Álex Palou United States Chip Ganassi Racing 70 1:41'37.820 6.939 0.179 97.117
4 United States Colton Herta Andretti Autosport with Curb-Agajanian 70 1:41'37.937 7.055 0.116 97.115
5 United States Graham Rahal United States Rahal Letterman Lanigan Racing 70 1:41'38.576 7.695 0.639 97.105
6 Australia Will Power United States Team Penske 70 1:41'39.323 8.441 0.746 97.093
7 New Zealand Scott Dixon United States Chip Ganassi Racing 70 1:41'39.713 8.832 0.390 97.087
8 France Simon Pagenaud United States Team Penske 70 1:41'39.945 9.064 0.231 97.083
9 Sweden Marcus Ericsson United States Chip Ganassi Racing 70 1:41'40.406 9.524 0.460 97.076
10 United States Santino Ferrucci United States Rahal Letterman Lanigan Racing 70 1:41'41.567 10.686 1.161 97.057
11 United States Ryan Hunter-Reay United States Andretti Autosport 70 1:41'41.866 10.985 0.299 97.052
12 Japan Takuma Satō United States Rahal Letterman Lanigan Racing 70 1:41'42.457 11.576 0.590 97.043
13 United States Alexander Rossi United States Andretti Autosport 70 1:41'45.091 14.209 2.633 97.001
14 Canada James Hinchcliffe Andretti Steinbrenner Autosport 70 1:41'45.878 14.996 0.787 96.989
15 United States Conor Daly United States Ed Carpenter Racing 70 1:41'46.034 15.152 0.156 96.986
16 France Sébastien Bourdais United States A.J. Foyt Enterprises 70 1:41'46.154 15.272 0.119 96.984
17 United Arab Emirates Ed Jones Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan 70 1:41'46.999 16.118 0.845 96.971
18 Netherlands Rinus van Kalmthout United States Ed Carpenter Racing 70 1:41'47.735 16.854 0.736 96.959
19 United Kingdom Jack Harvey United States Michael Shank Racing 69 1:41'48.661 1 Lap 1 Lap 95.559
20 New Zealand Scott McLaughlin United States Team Penske 69 1:41'55.731 1 Lap 7.070 95.449
21 United States Jimmie Johnson United States Chip Ganassi Racing 69 1:42'04.650 1 Lap 8.919 95.310
22 United Kingdom Max Chilton United Kingdom Carlin 68 1:41'50.633 2 Laps 1 Lap 94.144
23 Canada Dalton Kellett United States A.J. Foyt Enterprises 61 1:41'53.513 9 Laps 7 Laps 84.413
24 France Romain Grosjean Dale Coyne Racing with RWR 57 1:22'40.171 13 Laps 4 Laps 97.218
25 United States Oliver Askew Arrow McLaren SP 46 1:04'47.910 24 Laps 11 Laps 100.095

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2
1/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Ed Jones, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda

Ed Jones, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda
2/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Felix Rosenqvist, Arrow McLaren SP Chevrolet

Felix Rosenqvist, Arrow McLaren SP Chevrolet
3/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda

Jack Harvey, Meyer Shank Racing Honda
4/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Jimmie Johnson, Chip Ganassi Racing Honda

Jimmie Johnson, Chip Ganassi Racing Honda
5/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet
6/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Marcus Ericsson, Chip Ganassi Racing Honda

Marcus Ericsson, Chip Ganassi Racing Honda
7/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Santino Ferrucci, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Santino Ferrucci, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
8/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda

Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda
9/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
10/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
11/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
12/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda

Takuma Sato, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
13/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet

Will Power, Team Penske Chevrolet
14/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Will Power, Team Penske Chevrolet, Marcus Ericsson, Chip Ganassi Racing Honda

Will Power, Team Penske Chevrolet, Marcus Ericsson, Chip Ganassi Racing Honda
15/22

Foto di: Barry Cantrell / Motorsport Images

Alex Palou, Chip Ganassi Racing Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda, Ed Jones, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda

Alex Palou, Chip Ganassi Racing Honda, Alexander Rossi, Andretti Autosport Honda, Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda, Ed Jones, Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan Honda
16/22

Foto di: Jake Galstad / Motorsport Images

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet
17/22

Foto di: Jake Galstad / Motorsport Images

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet
18/22

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2
19/22

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2
20/22

Foto di: Jake Galstad / Motorsport Images

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet vince Gara 2
21/22

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet

Patricio O'Ward, Arrow McLaren SP Chevrolet
22/22

Foto di: Michael L. Levitt LAT Photo USA

condivisioni
commenti
Brutto incidente di Rosenqvist a causa dell'acceleratore bloccato

Articolo precedente

Brutto incidente di Rosenqvist a causa dell'acceleratore bloccato

Prossimo Articolo

Cody Ware debutta in IndyCar a Road America

Cody Ware debutta in IndyCar a Road America
Carica commenti