IndyCar: Newgarden vince a Gateway e riapre il campionato

La vittoria di Newgarden e il contemporaneo ritiro di Alex Palou a causa di una follia di Rinus VeeKay hanno riaperto il campionato. Pato O'Ward è il nuovo leader, ma con soli 10 punti di vantaggio sul catalano.

IndyCar: Newgarden vince a Gateway e riapre il campionato

In una notte tutto è stato sconvolto. Josef Newgarden ha trionfato a Gateway e si è rilanciato in campionato, trovandosi ora a 22 punti dal nuovo leader, Pato O'Ward.

Il pilota del team Penske è andato in testa alla gara in seguito alla prima sosta e sembrava poter tenere il controllo della corsa. Questo sino al giro 187, quando Herta ha preso il comando con un passo gara che sembrava irraggiungibile.

Il pilota del team Andretti sembrava a quel punto il favorito, ma la rottura di un semiasse verificatasi al secondo pit stop lo ha privato di un successo quasi certo.

A quel punto Newgarden non ha più avuto rivali e si è imposto, riaprendo di fatto la lotta per il titolo. Ma a cambiare le carte in tavola non è stato solo il successo del pilota del team Penske. Al giro 65, infatti, Rinus VeeKay è stato protagonista di una manovra a dir poco discutibile al restart della gara.

VeeKay ha centrato Alex Palou, sino a quel momento leader della classifica generale piloti, costringendolo al ritiro. Non è tutto, perché il primo contatto ha coinvolto anche Scott Dixon.

Questo incidente, unito al secondo posto ottenuto da Pato O'Ward, ha portato il pilota del team Arrow McLaren in testa al campionato con 10 punti di vantaggio su Alex Palou e 22 sul vincitore di Gateway, Josef Newgarden.

Al terzo posto, in gara, si è piazzato Will Power, sfortunato a causa di un pit stop eccessivamente lungo che gli ha tolto la possibilità di lottare per le prime due posizioni. Il pilota del team Penske deve comunque ringraziare i ritiri di Herta e Rossi, che lo hanno preceduto nel corso della gara.

Cla   # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pit stop Ritirato Punti
1   2 United States Josef Newgarden United States Team Penske 260 2:24'10.940     135.245 3   53
2   5 Mexico Patricio O'Ward United States Schmidt Peterson Motorsports 260 2:24'11.480 0.539 0.539 135.237 3   41
3   12 Australia Will Power United States Team Penske 260 2:24'16.806 5.866 5.326 135.154 3   37
4   3 New Zealand Scott McLaughlin United States Team Penske 260 2:24'17.602 6.662 0.796 135.141 3   32
5   14 France Sébastien Bourdais United States A.J. Foyt Enterprises 260 2:24'18.736 7.796 1.134 135.124 4   31
6   30 Japan Takuma Satō United States Rahal Letterman Lanigan Racing 260 2:24'19.202 8.261 0.465 135.116 4   28
7   28 United States Ryan Hunter-Reay United States Andretti Autosport 260 2:24'24.966 14.025 5.764 135.026 4   26
8   22 France Simon Pagenaud United States Team Penske 260 2:24'26.482 15.542 1.516 135.003 7   25
9   8 Sweden Marcus Ericsson United States Chip Ganassi Racing 260 2:24'29.708 18.767 3.225 134.953 3   22
10   60 United Kingdom Jack Harvey United States Michael Shank Racing 260 2:24'31.061 20.120 1.353 134.932 3   20
11   59 United States Conor Daly United Kingdom Carlin 260 2:24'33.044 22.103 1.982 134.901 4   19
12   4 Canada Dalton Kellett United States A.J. Foyt Enterprises 260 2:24'35.498 24.558 2.454 134.863 5   18
13   48 Brazil Tony Kanaan United States Chip Ganassi Racing 260 2:24'37.777 26.836 2.278 134.827 4   17
14   51 France Romain Grosjean United States Dale Coyne Racing 259 2:24'18.030 1 Lap 1 Lap 134.615 4   16
15   29 Canada James Hinchcliffe United States Andretti Autosport 243 2:20'36.545 17 Laps 16 Laps 129.615 8   15
16   7 Sweden Felix Rosenqvist United States Schmidt Peterson Motorsports 211 2:06'47.954 49 Laps 32 Laps 124.804 4 Mechanical 14
17   27 United States Alexander Rossi United States Andretti Autosport 200 1:53'02.951 60 Laps 11 Laps 132.686 3 Incidente 13
18   26 United States Colton Herta United States Andretti Autosport 185 1:46'15.783 75 Laps 15 Laps 130.572 3 Mechanical 13
19   9 New Zealand Scott Dixon United States Chip Ganassi Racing 100 1:53'13.843 160 Laps 85 Laps 66.236 2 Incidente 11
20   10 Spain Álex Palou United States Chip Ganassi Racing 64 43'29.110 196 Laps 36 Laps 110.382 1 Incidente 10
21   21 Netherlands Rinus van Kalmthout United States Ed Carpenter Racing 64 43'29.180 196 Laps 0.070 110.379 1 Incidente 9
22   20 United States Ed Carpenter United States Ed Carpenter Racing 54 34'47.886 206 Laps 10 Laps 116.386 2 Incidente 8
23   15 United States Graham Rahal United States Rahal Letterman Lanigan Racing 4 8'45.490 256 Laps 50 Laps 34.254 1 Incidente 7
24   18 United Arab Emirates Ed Jones United States Dale Coyne Racing 2 57.769 258 Laps 2 Laps 155.793   Incidente 6

Giri in testa

Giri in testa Pilota
1 - 1 Australia Will Power
2 - 57 United States Colton Herta
58 - 67 France Sébastien Bourdais
68 - 132 United States Josef Newgarden
133 - 133 France Simon Pagenaud
134 - 137 France Sébastien Bourdais
138 - 138 United States Josef Newgarden
139 - 183 United States Colton Herta
184 - 197 United States Josef Newgarden
198 - 198 Mexico Patricio O'Ward
199 - 202 France Sébastien Bourdais
203 - 260 United States Josef Newgarden
condivisioni
commenti
Power domina sullo stradale di Indy: è la 40° vittoria

Articolo precedente

Power domina sullo stradale di Indy: è la 40° vittoria

Prossimo Articolo

IndyCar: Askew disputerà le ultime 3 gare dell'anno con RLL

IndyCar: Askew disputerà le ultime 3 gare dell'anno con RLL
Carica commenti