IndyCar, Iowa, Gara 1: successo in rimonta per Pagenaud

condivisioni
commenti
IndyCar, Iowa, Gara 1: successo in rimonta per Pagenaud
Di:
18 lug 2020, 06:41

Simon Pagenaud ha compiuto una vera e propria impresa rimontando dal fondo dello schieramento per conquistare, nella prima gara all’Iowa Speedway di questo weekend, il primo successo stagionale.

 

Alla partenza Daly, autore della pole, non ha avuto problemi, mentre Colton Herta ha tentato di sopravanzare Will Power per la terza posizione venendo però ricacciato in quarta poco dopo, mentre alle spalle di Herta, il compagno di squadra Alexander Rossi ha tenuto a bada Takuma Sato, Pato O'Ward, Ryan Hunter-Reay (Andretti), Felix Rosenqvist e Ferrucci.

Purtroppo Tony Kanaan, che si era qualificato ottavo, è scivolato quasi in fondo al campo nel primo giro, mentre Dixon in questa fase era solo 17°.

Al quattordicesimo giro Newgarden ha lottato con Daly e quest’ultimo successivamente è stato messo sotto pressione da Power che a sua volta ha dovuto tenere a bada Herta. Newgarden è riuscito a controllare la situazione costruendo un vantaggio di tre secondi al 35° giro, nonostante abbia dovuto lottare contro il traffico.

Sato, in sesta piazza, ha preso la strada dei box al 46° giro, e Zach Veach lo ha seguito nel successivo giro. Quattro giri dopo, al cinquantesimo giro, Power ha passato Daly all'esterno per il secondo posto, ma ormai era a 5,7 secondi dal compagno di squadra Newgarden. Il deficit è sceso rapidamente, solo in parte a causa del traffico che ha rallentato Newgarden.

Al 56° giro, O'Ward ha replicato quella mossa per conquistare il quinto posto su Rossi, mentre Pagenaud dopo aver effettuato la sosta è uscito dai box con un ritmo completamente diverso con gomme fresche e si è subito sdoppiato da Newgarden e Power.

Power si è fermato al giro 70, e ha più carico sull’anteriore per combattere il sottosterzo, mentre Newgarden si è fermato un giro dopo, ha avuto un pit stop leggermente più lento, ed è tornato in pista due secondi dietro al suo compagno di squadra. Power ha superato anche Pagenaud, che è stato comunque in grado di rimontare fino a un impressionante sesto posto a causa di una sosta anticipata e di un buon utilizzo delle sue gomme fresche.

Sato, dopo aver fatto la prima sosta, si è trovato in testa con 6 secondi di vantaggio su Power e Newgarden, mentre O'Ward e Oliver Askew sono risaliti al quarto e quinto posto davanti a Pagenaud, Ferrucci, Daly, Marcus Ericsson (Ganassi) e Rossi.

Power e Newgarden hanno continuato ad inseguire Sato portandosi fino a 1,2 secondi, ma poi il pilota giapponese si è allontanato un po' riportando il vantaggio a due secondi. Al 110° giro Newgarden era impaziente di superare Power e il sorpasso è avvenuto al 125° giro.

Sato è entrato ai box al 127° giro, lasciando le tre Penske al comando. Pagenaud, grazie al suo ritmo incredibile, è stato in grado di superare Power per il secondo posto al 132° giro. Quest’ultimo è entrato ai box al 139° giro, mentre Newgarden è entrato un giro dopo ed è emerso di nuovo alle spalle del compagno di squadra.

Power, però, non è stato fortunato perché il dado ruota anteriore sinistra non è stato avvitato correttamente ed è andato a muro in curva 4.

Ovviamente è stata decretata la caution e Pagenaud, VeeKay, Herta, Dixon ed Ericsson sono hanno effettuato la sosta mentre il gruppo andava a bassa velocità per poi tornare nelle posizioni dal sesto al decimo posto. Davanti, O'Ward e Askew hanno preceduto Sato, Rossi e Daly.

La ripartenza è avvenuta al 156° giro, ma Herta è andato ad impattare nel retro di VeeKay e le operazioni sono state neutralizzate. Diversi piloti hanno colto l'occasione per cambiare le gomme e fare il pieno di carburante prima della ripartenza al giro 171. Questo ha dato a Newgarden l'opportunità di avanzare nel gruppo per superare il leader O'Ward imitato un giro dopo Hunter-Reay. O'Ward si è trovato sotto pressione da parte del compagno di squadra Askew, ma è stato Pagenaud a beffare entrambi.

Rossi è salito in quarta posizione davanti a Dixon e Sato con Jack Harvey, Daly, Ericsson e Ferrucci a completare la top 10.

Askew ha superato O'Ward al 192° giro, poco prima che il messicano andasse ai box, ma è stata una sosta lenta perché la macchina è stata abbassata prima che una delle ruote fosse attaccata. Askew si è fermato due giri dopo. Questo ha lasciato Pagenaud in testa davanti a Rossi e Dixon.

Al giro 219 Rossi ha avuto un momento allarmante all'apice della curva 3 e questo ha permesso al passato di Dixon portarsi a 1 secondo da Pagenaud. Il gap si è ridotto notevolmente quando la coppia è stata in procinto di doppiare Newgarden. Dixon, infatti, ha corso fianco a fianco di Pagenaud a 18 giri dalla fine, ma il francese lo ha tenuto a bada.

Dixon ha tentato nuovamente di pressare Pagenaud approfittando del traffico, ma il francese del team Penske è riuscito a resistere e tagliare il traguardo con un margine di mezzo secondo sul pilota del team Ganassi regalando così a Penske ed alla Chevrolet la prima vittoria stagionale.

Askew ha ottenuto il terzo posto con un ritardo dalla coppia di circa 7 secondi, mentre nei giri conclusivi O’Ward è riuscito a rimontare sino in quarta posizione sopravanzando Harvey, Rossi e Newgarden.

Il pilota del team Penske non ha sbagliato nulla ma non è riuscito a fare meglio del quinto posto, mentre la top 10 si è completata con Daly ottavo davanti ad Ericsson e Takuma Sato.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 France Simon Pagenaud United States Team Penske 250 1:41'25.293     132.220
2 New Zealand Scott Dixon United States Chip Ganassi Racing 250 1:41'25.789 0.495 0.495 132.210
3 United States Oliver Askew Arrow McLaren SP 250 1:41'32.506 7.212 6.717 132.064
4 Mexico Patricio O'Ward Arrow McLaren SP 250 1:41'39.283 13.989 6.776 131.917
5 United States Josef Newgarden United States Team Penske 250 1:41'42.029 16.735 2.746 131.858
6 United States Alexander Rossi United States Andretti Autosport 250 1:41'44.894 19.600 2.864 131.796
7 United Kingdom Jack Harvey United States Michael Shank Racing 250 1:41'45.342 20.048 0.448 131.786
8 United States Conor Daly United Kingdom Carlin 250 1:41'45.828 20.534 0.486 131.776
9 Sweden Marcus Ericsson United States Chip Ganassi Racing 250 1:41'46.032 20.738 0.203 131.771
10 Japan Takuma Satō United States Rahal Letterman Lanigan Racing 249 1:41'31.378 1 Lap 1 Lap 131.560
11 Spain Álex Palou Dale Coyne Racing with Team Goh 249 1:41'46.870 1 Lap 15.492 131.226
12 United States Graham Rahal United States Rahal Letterman Lanigan Racing 248 1:41'35.572 2 Laps 1 Lap 130.941
13 United States Santino Ferrucci Dale Coyne Racing with Vasser Sullivan 247 1:41'26.361 3 Laps 1 Lap 130.611
14 Sweden Felix Rosenqvist United States Chip Ganassi Racing 247 1:41'29.269 3 Laps 2.908 130.548
15 United States Ed Carpenter United States Ed Carpenter Racing 247 1:41'30.671 3 Laps 1.401 130.518
16 United States Ryan Hunter-Reay United States Andretti Autosport 247 1:41'33.099 3 Laps 2.428 130.466
17 United States Charlie Kimball United States A.J. Foyt Enterprises 245 1:41'26.617 5 Laps 2 Laps 129.548
18 Brazil Tony Kanaan United States A.J. Foyt Enterprises 213 1:39'39.068 37 Laps 32 Laps 114.653
19 United States Colton Herta Andretti Harding Steinbrenner Autosport 156 1:00'45.023 94 Laps 57 Laps 137.741
20 Netherlands Rinus van Kalmthout United States Ed Carpenter Racing 156 1:00'46.159 94 Laps 1.136 137.698
21 Australia Will Power United States Team Penske 142 50'54.128 108 Laps 14 Laps 149.638
22 United States Marco Andretti Andretti Herta Autosport with Marco & Curb-Agajani 128 55'51.465 122 Laps 14 Laps 122.918
23 United States Zach Veach United States Andretti Autosport 95 38'53.939 155 Laps 33 Laps 131.001

 

Rosenqvist centra il primo trionfo in IndyCar a Road America

Articolo precedente

Rosenqvist centra il primo trionfo in IndyCar a Road America

Prossimo Articolo

IndyCar, Iowa, Gara 2: dominio di Josef Newgarden

IndyCar, Iowa, Gara 2: dominio di Josef Newgarden
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie IndyCar
Evento Iowa
Piloti Simon Pagenaud
Team Team Penske
Autore David Malsher