IndyCar | Foyt porta al debutto Pedersen nel 2023

Benjamin Pedersen debutterà nella IndyCar Series nella prossima stagione, dopo aver firmato un accordo pluriennale con la AJ Foyt Racing.

IndyCar | Foyt porta al debutto Pedersen nel 2023
Carica lettore audio

Il prossimo anno ci sarà un nuovo rookie sulla griglia della IndyCar: si tratta di Benjamin Pedersen, pilota proveniente dalla Indy Lights, che farà il suo esordio sulla una Dallara-Chevrolet gestita dalla AJ Foyt Racing.

"Sono entusiasta di iniziare a lavorare con la squadra", ha dichiarato Pedersen, cittadino danese e statunitense, nato a Copenaghen, cresciuto a Seattle e attualmente residente ad Indianapolis.

"Ho trascorso molto tempo in questa stagione con la AJ Foyt Racing per imparare i dettagli del salto in IndyCar ed è stato davvero bello farlo in concomitanza con la mia stagione in Indy Lights".

"La IndyCar è sempre stata il mio obiettivo da quando ho iniziato a correre con le ruote scoperte nel 2016. Le corse, l'atmosfera, i fan, gli eventi, i circuiti, ecc. sono tutti fantastici".

Secondo il comunicato stampa dell'AJ Foyt Racing, nella figura del presidente del team, Larry Foyt, l'interesse per il giovane rookie è iniziato all'inizio della stagione, quando un collega fidato gli ha suggerito Pedersen. Pedersen e Foyt si sono incontrati e Pedersen ha iniziato a seguire il team anche nei weekend di gara.

Foyt ha dichiarato: "Non vediamo l'ora di avere Benjamin nella squadra. Il suo entusiasmo è contagioso e si impegna al 100% per la IndyCar, per la AJ Foyt Racing e per fare del suo meglio per vincere le gare".

"È stato fantastico averlo inserito nel team durante la scorsa stagione e tutti sono entusiasti di iniziare a lavorare quando cominceranno i test. È anche bello avere un programma pluriennale in atto, che aiuterà lui e la squadra a crescere insieme".

Pedersen debutterà in IndyCar dopo due stagioni nella Indy Lights Series con HMD Motorsports e Dale Coyne Racing.

All'inizio di questo mese ha conquistato la sua prima pole e la sua prima vittoria a Portland in modo convincente, inoltre ha accumulato altri 10 podi nelle ultime due stagioni.

"La serie e la vettura Indy Lights rappresentano la transizione perfetta verso la IndyCar", ha dichiarato. "Dal punto di vista della serie, la Indy Lights partecipa agli eventi IndyCar, quindi condividiamo lo stesso formato di weekend, punti, regole, direttore di gara, ecc. Questo rende il passaggio alla IndyCar molto naturale, perché tutti questi aspetti rimarranno invariati".

"Da un punto di vista della guida, posso dire in prima persona che la Indy Lights è un'ottima vettura per la transizione, poiché premia davvero la guida quasi eccessiva sul limite del pneumatico".

Pedersen, che ha provato una Dallara-Chevy della Juncos Hollinger Racing in agosto, ha descritto la transizione come naturale, aggiungendo che i freni in carbonio sono la differenza più grande. Il suo primo test con la nuova vettura però non avverrà prima di gennaio.

L'identità del suo compagno di squadra non è ancora stata rivelata, sebbene Motorsport.com ritiene che a Dalton Kellett, che ha guidato per il team fin dal suo debutto nel 2022, sia stato consigliato di guardare altrove per il 2023.

condivisioni
commenti
IndyCar | Ecco il calendario 2023 con 17 gare in programma
Articolo precedente

IndyCar | Ecco il calendario 2023 con 17 gare in programma

Prossimo Articolo

Ferrucci torna a tempo pieno in IndyCar con Foyt nel 2023

Ferrucci torna a tempo pieno in IndyCar con Foyt nel 2023