Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Gara
IndyCar Toronto

IndyCar | Dixon firma il successo numero 52 a Toronto

Il pilota del Chip Ganassi Racing ha conquistato la vittoria numero 52 in carriera raggiungendo così Mario Andretti al secondo posto nella classifica dei più vincenti in IndyCar.

Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda

Foto di: Perry Nelson / Motorsport Images

Grazie al successo nella gara di Toronto Scott Dixon ha raggiunto Mario Andretti al secondo posto nella classifica riservata ai vincitori di tutti i tempi.

Sin dalla partenza l’autore della pole, Colton Herta, non si è fatto intimidire mentre Dixon si è fatto largo all’esterno per evitare che Newgarden potesse conquistare il secondo posto. Il pilota del team Penske si poi dovuto guardare alle spalle da Alexander Rossi, ma alla fine del primo giro è riuscito a tenerlo a bada.

Scott McLaughlin si è messo in mostra con un sorpasso ai danni di David Malukas per salire così in quinta posizione, mentre peggio è andata a Takuma Sato spinto a muro in curva 1 e costretto a rientrare ai box con una vettura molto danneggiata.

I detriti sparsi dal giapponese in pista hanno costretto la direzione gara a dichiarare la prima caution. Alex Palou, scattato dalla ventiduesima posizione, e Will Power hanno approfittato della neutralizzazione per effettuare una sosta anticipata e poco dopo sono stati imitati anche dai piloti di vertice.

Newgarden, dopo il pit, è rimasto davanti a Rossi ma tra i due si è inserito Malukas. Herta si è fermato al 19° giro, una tornata dopo Dixon, ed è stato superato dal sei volte campione in curva 1.

Alle loro spalle Rossi era riuscito a superare Malukas, mentre Felix Rosenqvist aveva girato abbastanza velocemente nella parte finale del suo stint per riuscire a trovarsi davanti a Scott McLaughlin una volta effettuata la sosta.

Quando la maggior parte dei piloti che aveva optato per uno stint lungo è entrata ai box, Dixon si è trovato in testa con 2,5’’ di vantaggio su Herta ed i due hanno dato vita ad una gara in solitaria.

Con 14 secondi di ritardo Daly ha tenuto testa ad un gruppo di vetture guidato da Newgarden. Il pilota del team Penske ha avuto alle sue spalle Rossi e Rosenqvist, ma quando Daly è entrato ai box al giro 36 Newgarden non ha compiuto progressi degni di nota trovandosi in modalità fuel saving.

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet

Photo by: Perry Nelson / Motorsport Images

Rossi e Rosenqvist hanno iniziato a lottare per la quarta piazza ed il duello si è concluso al giro 45 quando alla curva 3 lo svedese è entrato in contatto con la monoposto del team Andretti facendola andare a muro.

I piloti hanno subito preso la corsia dei box, ma per Newgarden il pit è stato disastroso perché si è fermato troppo lontano dal suo equipaggio con le ovvie conseguenze dei suoi uomini nell’effettuare il rifornimento per poi precipitare in undicesima posizione.

Herta è stato in grado di restare in scia a Dixon, ma una bandiera gialla esposta per detriti in curva 1 ed un successiva gialla per un contatto Kirkwood e Johnson ha compresso il gruppo.

Alla ripartenza avvenuta alla fine del giro 66 Rahal si è infilato all’interno di McLaughlin in curva 1 per salire in quarta posizione, mentre Dixon ha preso un buon vantaggio su Herta con quest’ultimo che ha dovuto controllare negli specchietti un Rosenqvist arrembante.

Lo svedese ha tentato a beffare Herta, ma non è riuscito a completare la manovra ed è rimasto alle sue spalle con un gap di mezzo secondo.

Dixon ha così ottenuto la prima vittoria di questa stagione e grazie a questo risultato è stato in grado di assicurarsi almeno un successo in 18 stagioni. Rahal ha chiuso in un’ottima quarta posizione davanti a Marcus Ericsson, mentre Alex Palou è riuscito a concludere la sua rimonta dalla ventiduesima posizione in sesta piazza.

Ottimo l’ottavo posto firmato dal rookie Christian Lundgaard davanti a McLaughlin e Newgarden che hanno così completato la top 10.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Punti
1 New Zealand Scott Dixon United States Chip Ganassi Racing 85 1:38'45.3087     92.234 53
2 United States Colton Herta United States Andretti Autosport 85 1:38'46.1193 0.8106 0.8106 92.222 42
3 Sweden Felix Rosenqvist United States Schmidt Peterson Motorsports 85 1:38'46.6577 1.3490 0.5384 92.213 36
4 United States Graham Rahal United States Rahal Letterman Lanigan Racing 85 1:38'49.7917 4.4830 3.1340 92.164 33
5 Sweden Marcus Ericsson United States Chip Ganassi Racing 85 1:38'50.4347 5.1260 0.6430 92.154 30
6 Spain Álex Palou United States Chip Ganassi Racing 85 1:38'51.6716 6.3629 1.2369 92.135 28
7 France Simon Pagenaud United States Michael Shank Racing 85 1:38'54.0485 8.7398 2.3769 92.098 26
8 Denmark Christian Lundgaard United States Rahal Letterman Lanigan Racing 85 1:38'54.6907 9.3820 0.6422 92.088 24
9 New Zealand Scott McLaughlin United States Team Penske 85 1:38'55.5955 10.2868 0.9048 92.074 22
10 United States Josef Newgarden United States Team Penske 85 1:38'55.9648 10.6561 0.3693 92.069 20
11 Mexico Patricio O'Ward United States Schmidt Peterson Motorsports 85 1:38'57.7371 12.4284 1.7723 92.041 20
12 United States David Malukas United States Dale Coyne Racing 85 1:38'58.6798 13.3711 0.9427 92.027 18
13 Netherlands Rinus van Kalmthout United States Ed Carpenter Racing 85 1:39'03.5802 18.2715 4.9004 91.951 18
14 United Kingdom Callum Ilott Juncos Hollinger Racing 85 1:39'03.7558 18.4471 0.1756 91.948 16
15 Australia Will Power United States Team Penske 85 1:39'04.3272 19.0185 0.5714 91.939 15
16 France Romain Grosjean United States Andretti Autosport 85 1:39'05.1026 19.7939 0.7754 91.927 14
17 Brazil Helio Castroneves United States Michael Shank Racing 85 1:39'05.6990 20.3903 0.5964 91.918 13
18 Canada Devlin DeFrancesco United States Andretti Autosport 85 1:39'06.5129 21.2042 0.8139 91.905 12
19 United Kingdom Jack Harvey United States Rahal Letterman Lanigan Racing 85 1:39'07.2557 21.9470 0.7428 91.894 11
20 United States Conor Daly United States Ed Carpenter Racing 85 1:39'09.5532 24.2445 2.2975 91.858 10
21 United States Jimmie Johnson United States Chip Ganassi Racing 73 1:29'52.1576 12 Laps 12 Laps 87.045 9
22 United States Kyle Kirkwood United States A.J. Foyt Enterprises 58 1:06'38.0424 27 Laps 15 Laps 93.275 8
23 United States Alexander Rossi United States Andretti Autosport 44 47'26.7265 41 Laps 14 Laps 99.378 7
24 Canada Dalton Kellett United States A.J. Foyt Enterprises 30 33'37.2855 55 Laps 14 Laps 95.618 6
25 Japan Takuma Satō United States Dale Coyne Racing 0 1.7838 85 Laps 30 Laps   5

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente IndyCar | Palou lascia Ganassi ed approda in McLaren nel 2023
Prossimo Articolo IndyCar | Newgarden domina Gara 1 in Iowa davanti a O'Ward

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia