Il team Juncos Racing torna full time in Indycar nel 2022

Il Juncos Racing torna a correre in IndyCar e lo farà già al termine di questa stagione, quando schiererà una vettura per le ultime tre gare del campionato, per poi affrontare l’intero 2022 in collaborazione con Brad Hollinger.

Il team Juncos Racing torna full time in Indycar nel 2022

Il team, grazie alla nuova partnership, sarà rinominato Juncos Hollinger Racing e tornerà a correre in IndyCar dopo una assenza che dura dalla 500 Miglia di Indianapolis del 2019 quando Kyle Kaiser ha escluso Fernando Alonso dalla partecipazione alla corsa in occasione del Bump Day.

Juncos nel 2018 aveva disputato 12 delle 17 gare in programma schierando, oltre a Kaise, anche gli ex piloti della WSR Formula V8 3.6 Alfonso Celis Jr. e Rene Binder.

Da allora il team si è concentrato sul programma Road to Indy, ma quest’anno parteciperà alle gare di Portland, Laguna Seca e Long Beach.

"Sono davvero entusiasta di unirmi a Ricardo e al team Juncos Racing", ha dichiarato Hollinger. "Da quando ci siamo incontrati per la prima volta, l'implacabile voglia di successo di Ricardo, la sua conoscenza delle corse a ruote scoperte e la sua esperienza ingegneristica sono state evidenti".

"Il suo spirito vincente, insieme alla nostra visione condivisa e all'impegno di essere una squadra di vertice, ha reso la mia decisione di unirmi a Juncos Racing molto semplice".

" Juncos diventa adesso una squadra pronta ad essere ferocemente competitiva nella serie. Inoltre, la IndyCar è una categoria americana con una piattaforma di spettatori significativa che ha un grande potenziale di crescita".

"Le corse sono molto competitive ed eccitanti e creano un'esperienza per gli spettatori che è attraente per le aziende focalizzate sul branding nazionale e internazionale".

Hollinger ha già una precedente esperienza nel motorsport come ex azionista del team Williams di Formula 1, ma ha lasciato la squadra dopo l’acquisto del team da parte di Dorilton Capital nel 2020.

"L'opportunità di collaborare con qualcuno che condivide molti degli stessi valori, la passione, la determinazione ed è lungimirante come Brad Hollinger rende questo un momento incredibile nella storia della nostra squadra", ha detto il proprietario del team Ricardo Juncos.

 "Brad ha un sacco di esperienza ad alti livelli e porterà risorse che creeranno più opportunità per tutti i nostri programmi. Non vedo l'ora di sapere cosa ci riserva il futuro al Juncos Hollinger Racing e di portare la nostra squadra al livello successivo".

 "Dopo un anno 2019 difficile, e con un 2020 funestato dalla pandemia di COVID-19, i nostri sforzi per un ritorno in IndyCar sono andati a vuoto fino a quest'anno".

"Adesso abbiamo preso l’impegno per disputare una stagione IndyCar completa e abbiamo in programma di scendere in pista quest'anno per le ultime tre gare della stagione così da iniziare la nostra preparazione per il prossimo anno".

Attualmente non si sa chi sarà il pilota della vettura del team Juncos Hollinger nelle ultime tre gare della stagione, ma la squadra potrà sfruttare queste opportunità per valutare i candidati in vista del 2022.

condivisioni
commenti
IndyCar: Newgarden e Penske vincono a Mid-Ohio
Articolo precedente

IndyCar: Newgarden e Penske vincono a Mid-Ohio

Prossimo Articolo

IndyCar: a Nashville Ericsson tampona Bourdais, poi vince!

IndyCar: a Nashville Ericsson tampona Bourdais, poi vince!
Carica commenti