Grosjean soddisfatto del primo test in IndyCar

L'ex pilota di Formula 1 Romain Grosjean si è detto davvero felice del suo primo test al volante di una vettura IndyCar, nonostante un testacoda e la sensazione di affaticamento alle braccia.

Grosjean soddisfatto del primo test in IndyCar

Il 34enne è uno dei 12 piloti che sono scesi in pista al Barber Motorsports Park ed è salito per la prima volta sulla monoposto motorizzata Honda della Dale Coyne Racing. Il francese disputerà le 13 gare su stradali e cittadini della IndyCar 2021, mentre sugli ovali ed alla 500 Miglia di Indianapolis dovrebbe essere Pietro Fittipaldi a prendere il suo posto.

 

Photo by: IndyCar Series

L'ex portacolori della Haas ha detto ad Indycar.com che, nonostante le grandi differenza tra una Formula 1 ed una IndyCar, gli è sembrato tutto normale, anche se si è dovuto adattare ad una vettura sprovvista di servosterzo.

"Mi ricorda quando sono saltato dalla Formula Renault alla Formula 3, e poi alla GP2. Per ora, sono davvero felice", ha detto Grosjean.

"Il grip meccanico della vettura è davvero buono ed è facile da capire. Il modo in cui lavora la squadra mi piace. E' diverso, ma sono felice di questo. Il processo di adattamento è stato abbastanza fluido".

"Dopo il primo run, i bicipiti hanno iniziato a farmi un po' male, e ho pensato: 'Ok, ok, ora ne parliamo'".

"Senti davvero la macchina e quindi penso che si possa guidare un po' di più con il proprio stile di guida, per quanto riguarda il modo in cui utilizzi il freno, imposti le curve e via dicendo. Puoi effettivamente utilizzare linee diverse, mentre in Formula 1 sei praticamente obbligato ad utilizzare la traiettoria ideale per via del funzionamento dell'aerodinamica".

In questa sua prima esperienza c'è stata anche un'uscita di pista, con un testacoda terminato nella ghiaia della curva 1, che poi lo ha costrtto a rimanere al box per circa un'ora prima di riprendere il suo lavoro.

"Ho fatto un errore questa mattina e mi sono girato, rimanendo bloccato nella ghiaia. Bisogna sempre cercare di stare nei limiti della pista e la cosa mi diverte abbastanza".

Per quanto riguarda la mano sinistra, rimasta ustionata nell'incidente avvenuto lo scorso novembre al Gran Premio del Bahrain, Grosjean ha aggiunto: "In realtà è andata molto bene. Ho avuto un po' di dolore solo nell'ultimo run, ma me l'aspettavo, perché so che la mano non è completamente recuperata ed è sensibile".

 

Photo by: IndyCar Series

 

Photo by: IndyCar Series

Grosjean chats with AJ Foyt Racing-Chevrolet's Sebastien Bourdais.

Grosjean chats with AJ Foyt Racing-Chevrolet's Sebastien Bourdais.

Photo by: IndyCar Series

condivisioni
commenti
IndyCar: sei gare per Castroneves con Meyer Shank Racing

Articolo precedente

IndyCar: sei gare per Castroneves con Meyer Shank Racing

Prossimo Articolo

IndyCar: Carlin conferma Max Chilton anche per il 2021

IndyCar: Carlin conferma Max Chilton anche per il 2021
Carica commenti