Alonso ha completato il primo test sulla IndyCar di Andretti: "Amo provare auto nuove, ho guidato d'istinto"

condivisioni
commenti
Alonso ha completato il primo test sulla IndyCar di Andretti:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
06 set 2018, 05:58

Al Barber Motorsports Park l'asturiano si è seduto su una Dallara dotata di specifiche per circuito tradizionale divertendosi molto e avendo la fortuna di trovare un meteo con tutte le condizioni possibili.

Fernando Alonso ha completato il primo test sulla IndyCar della Andretti Autosport di quest'anno al Barber Motorsports Park.

L'asturiano si è seduto al volante della vettura condotta da Carlos Muñoz alla ultima 500 Miglia di Indianapolis dotata di tutte le specifiche per correre su una pista normale, grazie al beneplacito della McLaren che ha lasciato via libera a "Nando" per provare, ma lontano da riflettori, telecamere ed occhi indiscreti.

“E' stata una giornata bella e divertente. Amo provare auto nuove e farlo con una IndyCar su una pista normale è stato speciale - ha commentato Alonso - Ho avuto fortuna perché ho potuto girare sul bagnato, poi in condizioni intermedie e infine sull'asciutto, per cui mi sono fatto un'idea generale della situazione. Il meteo ci ha aiutato in questo senso, c'era un po' di vento al pomeriggio, ma tutto sommato è stata una giornata positiva".

Fernando Alonso, Andretti Motorsport

Fernando Alonso, Andretti Motorsport

Photo by: Andretti Autosport

Secondo quanto raccolto da Motorsport.com non era presente nessun uomo Dallara in supporto al team, che ha dovuto lavorare stando attento al meteo, reso difficile dall'uragano Gordon che sta colpendo la zona. Fortunatamente il Bi-Campione del Mondo di Formula 1 non ha avuto particolari problemi, riuscendo a divertirsi anche per via della pista scelta.

"Probabilmente sono andato sull'istinto, data la mia abitudine a girare su circuiti cittadini nella mia carriera, anche se debbo dire che la 500 Miglia di Indianapolis è stata una grandissima esperienza, per cui facciamo che sono sul 50 e 50".

"Mi piace il modo in cui si comporta la macchina in queste condizioni, comunque mi è piaciuto pure l'ovale l'anno scorso girando in scia agli altri, combattendo nel traffico ed effettuando sorpassi. In quella situazione penso sia un po' più semplice farne, per cui dico che adoro la 500 Miglia".

Il test di Alonso dovrebbe essere il primo di una lunga serie che la Andretti Autosport avrebbe stilato nel proprio piano di lavoro in vista del debutto in campionato nel 2019, visto che dopo la 500 Miglia della passata stagione l'attuale pilota McLaren non ha avuto modo di effettuarne molti.

"E' dallo scorso anno che ci penso e dopo la 500 Miglia ho avuto diverse finestre per provare. Purtroppo non avevo trovato il tempo, ma ora ci sono riuscito e sono contentissimo. Amo stare al volante e conoscere auto nuove, per me è una esperienza nuova con tanto da imparare, anche da team, ingegneri e ogni addetto ai lavori, per questo dico che è stata una bella giornata".

Conoscendo il legame fra Andretti Autosport e McLaren, è possibile che Alonso approdi alla compagine statunitense per la sua futura avventura oltreoceano, anche se al momento non è ancora chiaro il quadro definitivo, tanto più che ci sono ancora da completare le restanti gare di Formula 1.

Informazioni aggiuntive di Tom Errington

Prossimo articolo IndyCar
La Indycar ufficializza il calendario 2019 e c'è anche Austin

Articolo precedente

La Indycar ufficializza il calendario 2019 e c'è anche Austin

Prossimo Articolo

Incidente Wickens: fratture a collo, mani, gambe, costole e guai al midollo. La famiglia elenca tutte le lesioni

Incidente Wickens: fratture a collo, mani, gambe, costole e guai al midollo. La famiglia elenca tutte le lesioni
Carica commenti