Bruni e Calado sulla 488 GTE numero 72 a Daytona

condivisioni
commenti
Bruni e Calado sulla 488 GTE numero 72 a Daytona
Redazione
Di: Redazione
27 gen 2016, 15:22

Sulla 488 numero 72 del team SMP Racing completeranno la line up piloti Andrea Bertolini a Viktor Shaytar

#72 SMP Racing Ferrari 488 GTE: Viktor Shaitar, Andrea Bertolini, Gianmaria Bruni, James Calado
#72 SMP Racing Ferrari 488 GTE: Viktor Shaitar, Andrea Bertolini, Gianmaria Bruni, James Calado
#72 SMP Racing Ferrari 488 GTE: Viktor Shaitar, Andrea Bertolini, Gianmaria Bruni, James Calado
#72 SMP Racing Ferrari 488 GTE: Viktor Shaitar, Andrea Bertolini, Gianmaria Bruni, James Calado

Concludiamo la rassegna delle 488 GTE iscritte nella classe GT-Le Mans (GTLM) della 24 Ore di Daytona con la vettura numero 72 del team russo SMP Racing, al debutto nella gara endurance americana per eccellenza.

Equipaggio di campioni. La squadra è stata la dominatrice della stagione 2015 nella classe GTE-Am del World Endurance Championship (WEC) avendo conquistato sia la 24 Ore di Le Mans che il titolo mondiale team e piloti con Andrea Bertolini, Viktor Shaytar e Aleksey Basov.

Due dei piloti campioni del WEC saranno presenti a Daytona, ma al loro fianco ci saranno altri due assi del WEC, Gianmaria “Gimmi” Bruni e James Calado. Per Bertolini è la quarta visita a Daytona, con il miglior risultato che è stato un quinto posto nel 2012 sulla 458 Italia del team Risi Competizione insieme a Olivier Beretta e a Toni Vilander. Per Shaytar si tratta invece dell’esordio assoluto.

Nuova coppia. Come detto, insieme a Bertolini e Shaytar ci saranno Bruni e Calado, che si trovano per la prima volta a condividere una vettura da quando è stato dato l’annuncio dei cambi di equipaggio per il WEC 2016. L’asso italiano e l’astro nascente inglese, a partire dal 12 aprile condivideranno la 488 GTE del team AF Corse nel Mondiale, e partono tra i favoriti per la conquista del titolo. Per quanto riguarda la 24 Ore di Daytona, mentre Calado è al debutto in Florida, Bruni è alla quarta partecipazione anche se in questa gara deve sfatare una sorta di maledizione, visto che è sempre stato bersagliato dalla sfortuna.

Prossimo articolo IMSA
Memo Gidley è stato operato anche alla schiena

Articolo precedente

Memo Gidley è stato operato anche alla schiena

Prossimo Articolo

Ecco la nuova Mazda RT24-P che darà l’assalto all’IMSA

Ecco la nuova Mazda RT24-P che darà l’assalto all’IMSA
Carica commenti