Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP3 in
16 Ore
:
33 Minuti
:
36 Secondi
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
FP3 in
10 Ore
:
28 Minuti
:
36 Secondi
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
6 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
62 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Kobayashi porta in vetta la Cadillac del team WTR nei test della 24 Ore di Daytona

condivisioni
commenti
Kobayashi porta in vetta la Cadillac del team WTR nei test della 24 Ore di Daytona
Di:
Tradotto da: Marco Di Marco
5 gen 2019, 09:15

L'ex pilota di Formula 1 ha ottenuto il miglior tempo alla guida della vettura del Wayne Taylor Racing. In GT Le Mans è Davide Rigon il più rapido, mentre in GTD il miglior crono è di Jeroen Bleekemolen.

Al termine della seconda sessione della tre giorni di test prima della Rolex 24 Kobayashi è riuscito ad ottenere il miglior tempo in 1’36’’595 al volante della Cadillac DPi-V.R del team WTR che condivide con Fernando Alonso ed i due piloti impegnati full time nell’IMSA Jordan Taylor e Renger van der Zande.

Il giapponese è riuscito a precedere per soli 8 millesimi la Mazda RT24-P #55 condotta da Jonathan Bomarito, mentre l’altra Mazda condotta da timo Bernhard, dopo il miglior crono del mattino, ha chiuso con il terzo tempo.

Ha ben impressionato la performance fornita dall’argentino Agustin Canapino, quarto con la Cadillac #5 del Juncos Racing, mentre il quinto riferimento di giornata è stato firmato da Helio Castroneves alla guida dell’Acura del team Penske bravo a chiudere davanti alle Cadillac di Nasr e Conway.

Il CORE autosport, dopo aver abbandonato la categoria P2 per passare alla DPi nel 2019 con la Nissan, ha ottenuto un incoraggiante ottavo tempo a meno di un secondo dalla vetta grazie alle performance fornite da Colin Braun.

Tra le tre LMP2 presenti in pista è stato Matt McMurry il più rapido con un vantaggio di 2 centesimi sulla DragonSpeed di Ben Hanley.

Nella GT Le Mans è stato Davide Rigon ad ottenere il miglior riferimento al volante della Ferrari del Risi Competizione. L’italiano ha chiuso con un margine di 131 millesimi sulla Ford condotta da Ryan Briscoe, mentre Antonio Garcia ha portato la sua Corvette C7.R al terzo posto nella classifica dei tempi.

Nick Tandy ed Earl Bamber, dopo aver ottenuto il miglior crono al mattino al volante della Porsche 911 RSR, hanno chiuso con il quarto ed il quinto tempo seguiti dalla seconda Corvette, dalla seconda Ford e dalle due BMW M8.

Jeroen Bleekemolen si è confermato in vetta nella classe GT Daytona precedendo la Ferrari 488 dello Spirit of Race condotta da Daniel Serra e la BMW M6 di Jens Klingmann del Turner Motorsport.

Quarto tempo per Katherine Legge al volante dell’Acura NSX dell’equipaggio tutto al femminile del Meyer Shank Racing, mentre Jack Hawksworth ha ottenuto il quinto riferimento al volante della Lexus RC F.

Prossimo Articolo
Alonso: "Nel 2018 ho corso a Daytona per preparare Le Mans, quest'anno corro per vincere"

Articolo precedente

Alonso: "Nel 2018 ho corso a Daytona per preparare Le Mans, quest'anno corro per vincere"

Prossimo Articolo

24 Ore di Daytona: Tincknell il più rapido nella terza sessione di test, Alonso è secondo

24 Ore di Daytona: Tincknell il più rapido nella terza sessione di test, Alonso è secondo
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie IMSA
Evento Daytona, test di gennaio
Sotto-evento Venerdì
Piloti Kamui Kobayashi
Team Wayne Taylor Racing
Autore David Malsher