Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Gara
IMSA Petit Le Mans

IMSA | Petit Le Mans: vittoria Acura, titoli a Ferrari e Porsche

E' festa per Acura, Lexus e Porsche (ma anche in Ferrari) alla Petit Le Mans, ultimo round dell'l'IMSA SportsCar Championship che ha ufficialmente assegnato i titoli piloti e team della stagione 2022 della serie americana e di Endurance Cup.

#62 Risi Competizione Ferrari 488 GT3, GTD PRO: Daniel Serra, Davide Rigon, James Calado

DPi: colpaccio MSR nel finale

Tom Blomqvist/Oliver Jarvis dovevano finire davanti a Ricky Taylor/Filipe Albuquerque per vincere il campionato DPi e ci sono riusciti alla grandissima.

Assieme al loro compagno Helio Castroneves hanno conquistato successo in gara e titolo piloti, regalando alla Meyer Shank Racing with Curb-Agajanian quello riservato ai team, grazie ad un rapido pit-stop effettuato a 45' dalla fine che ha portato l'Acura ARX-05 #60 davanti alla #10 dei rivali di Wayne Taylor Racing, che erano in equipaggio assieme a Brendon Hartley.

Albuquerque ha provato ad inseguire Blomqvist, ma ala curva 2 ad un quarto d'ora dal termine è finita col toccare la Mercedes doppiata di Philip Ellis. Il contatto ha danneggiato la sospensione posteriore dell'Acura #10 ponendo fine ai sogni di gloria.

La sosta ai box si è rivelata la mossa vincente per la #60, dato che a 51' dalla fine le Cadillac di Renger Van Der Zande ed Earl Bamber hanno avuto un incidente alla curva 1. La neutralizzazione ha dato modo ad Albuquerque e Blomqvist di effettuare la sosta, con quest'ultimo che da secondo è uscito dalla pit-lane per primo.

Sul podio salgono anche le Cadillac di Pla/Derani/Conway (#31 Action Express Racing) e Kobayashi/Rockenfeller/Johnson (#48 Ally Racing), beffando quella di CGR affidata a Van Der Zande/Bourdais/Dixon.

#60 Meyer Shank Racing W/Curb-Agajanian Acura DPi: Oliver Jarvis, Tom Blomqvist, Helio Castroneves

#60 Meyer Shank Racing W/Curb-Agajanian Acura DPi: Oliver Jarvis, Tom Blomqvist, Helio Castroneves

Photo by: Phillip Abbott / Motorsport Images

LMP2: Tower conquista vittoria e titolo

John Farano e Tower Motorsport vincono la Classe LMP2 per il terzo anno consecutivo aggiudicandosi i campionati piloti e team della classe.

Insieme a Louis Delétraz e Rui Pinto de Andrade, la Oreca 07 #8 ha condotto 59 dei 66 giri, battendo all'ultima ripartenza la Oreca #81 di DragonSpeed USA (S.Montoya/JP.Montoya/Hedman) e la #11 di PR1 Mathiasen (Thomas/Pierson/Nunez).

La #52 dei loro compagni Keating/Jensen/Huffaker è invece Campione in Endurance Cup, seppur Keating sia stato protagonista di un incidente quando mancavano 3h alla fine.

#8 Tower Motorsport Oreca LMP2 07: John Farano, Louis Deletraz, Rui Pinto de Andrade

#8 Tower Motorsport Oreca LMP2 07: John Farano, Louis Deletraz, Rui Pinto de Andrade

Photo by: Phillip Abbott / Motorsport Images

LMP3: Core ed Andretti stappano lo champagne

Altra grande battaglia in LMP3 che ha visto la Ligier JS P320 #54 di Core Autosport guidata da Colin Braun, Jon Bennett e George Kurtz rimontare dopo un testacoda ed aggiudicarsi il campionato piloti con i primi due e quello team.

La coppia ha sconfitto i rivali della #74 di Riley Motorsports, Robinson/Fraga/Van Berlo nonostante un'uscita di pista a 3h25' dal via con Kurtz al volante, che è poi rientrato ai box per le riparazioni ed è tornato in gara chiudendo quinto dietro alla #74 e dunque aggiudicandosi il titolo.

Nel frattempo, Andretti/Chaves/Burdon hanno centrato il successo in gara con la Ligier #36 dell'Andretti Autosport.

Sul podio vanno anche la #30 di JR III Racing (Balogh/Grist/Siegel) e la #33 di Sean Creech Motorsport (Robinson/Fraga/Van Berlo).

#54 CORE Autosport Ligier JS P320: Jon Bennett, Colin Braun, George Kurtz

#54 CORE Autosport Ligier JS P320: Jon Bennett, Colin Braun, George Kurtz

Photo by: Phillip Abbott / Motorsport Images

GTD PRO: festa per Lexus e Porsche, titolo Ferrari

La Vasser Sullivan conquista finalmente una vittoria endurance in GTD PRO, nonostante sembrasse che potesse svanire ad un certo punto. Dopo aver condotto gran parte delle 10 ore di gara, Jack Hawksworth è stato coinvolto in una bagarre con la Ferrari #62 di Risi Competizione.

La 488 ha tagliato il traguardo per prima, ma è stata retrocessa in fondo allo schieramento per una penalità inflitta in seguito all'eccesso di ore nel tempo di guida di Daniel Serra.

La sanzione ha portato Hawksworth, Ben Barnicoat e Kyle Kirkwood in cima al gruppo con la Lexus #14 davanti alla BMW #25 di De Phillippi/Edwards/Krohn (Team RLL) e alla Porsche #9 di Jaminet/Campbell/Nasr, che con grande gioia della Pfaff Motorsports conquista il campionato.

C'è comunque festa anche in Ferrari perché coi punti presi nell'arco delle 10h lo stesso Serra e Davide Rigon si laureano Campioni della Endurance Cup.

#9 PFAFF Motorsports Porsche 911 GT3R: Matt Campbell, Mathieu Jaminet, Felipe Nasr

#9 PFAFF Motorsports Porsche 911 GT3R: Matt Campbell, Mathieu Jaminet, Felipe Nasr

Photo by: Gavin Baker / Motorsport Images

GTD: vittoria Acura, grande Inception

La Gradient Racing completa la grande giornata Acura vincendo la Classe GTD con Kyffin Simpson, Till Bechtolsheimer e Mario Farnbacher, che con la NSX GT3 #66 hanno avuto la meglio della McLaren 720S #70 di Inception Racing (Iribe/Pepper/Priaulx) in una lotta finale durata 30'.

I piloti Gradient sono partiti dalle retrovie dello schieramento GTD, dopo che un problema alla wastegate del turbo gli aveva impedito di completare un giro di qualifica. Dopo la partenza hanno raggiunto le prime posizioni, per poi passare al comando durante un pit-stop a poco meno di un'ora dalla fine.

Successivamente c'è stato l'ottavo dei nove ingressi della Safety Car e nei successivi 22 giri in regime di bandiera verde, i leader della GTD Farnbacher e Pepper erano a distanza di 1". A 24 minuti dalla fine della gara, i due hanno fatto registrare tempi sul giro inferiori al millesimo di secondo, ma Pepper non è mai riuscito ad avvicinarsi abbastanza per tentare un attacco e gli è stata negata un'ultima opportunità quando la gara è terminata in regime di FCY.

Il secondo posto finale è comunque valso alla McLaren #70 di Inception il titolo Endurance della stagione riservato alle squadre, mentre una rimonta dalle retrovie compiuta da Roman De Angelis/Maxime Martin/Ian James con la Aston Martin Vantage #27 della Heart of Racing fino al settimo posto è stata sufficiente per dare il titolo piloti a De Angelis.

Una gara difficile che li ha visti anche incappare in un problema elettrico che ha richiesto la sostituzione del volante a metà corsa e un'uscita di pista alla fine dopo una toccata con la Porsche #16 di Wright Motorsports (Heylen/Hardwick/Robichon) che lottava proprio con De Angelis, il quale ha avuto la meglio nella rincorsa alla corona per 23 punti su Heylen/Hardwick.

Sul podio sale infine la BMW #96 della Turner Motorsport (Foley/Auberlen/Dinan) davanti alla Porsche-Wright e alla BMW #1 di Paul Miller Racing (Sellers/Snow/Johansson).

Le Ferrari portano a casa un ottavo e decimo posto di categoria, rispettivamente con AF Corse (#21 Mann/Perez Companc/Vilander) e Cetilar Racing (#47 Lacorte/Sernagiotto/De Pauw), fra loro si piazza la Lamborghini #42 di NTE/SSR (Conwright/Holzer/Yount).

#66 Gradient Racing, Acura NSX GT3, GTD: Kyffin Simpson, Till Bechtolsheimer, Mario Farnbacher

#66 Gradient Racing, Acura NSX GT3, GTD: Kyffin Simpson, Till Bechtolsheimer, Mario Farnbacher

Photo by: Art Fleischmann

IMSA - Petit Le Mans: Gara

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Porsche: la 963 LMDh con i numeri 6 e 7 in omaggio alla RS Spyder
Prossimo Articolo Ferrari: arrivano altri due titoli (su quattro) tra IMSA e GTWC

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia