IMSA | Petit Le Mans: Calado-Serra-Rigon sulla Ferrari di Risi

La prossima settimana all'ultima gara di Endurance Cup tornerà in azione la 488 #62 che per l'occasione verrà condotta dai piloti ufficiali di Maranello. Presenti anche le vetture del Cavallino di AF Corse e Cetilar Racing.

IMSA | Petit Le Mans: Calado-Serra-Rigon sulla Ferrari di Risi
Carica lettore audio

La Risi Competizione ha ufficializzato la sua presenza alla Petit Le Mans, ultimo appuntamento dell'IMSA SportsCar Championship, con la sua Ferrari affidata ai piloti ufficiali.

Grazie alla collaborazione con il Cavallino Rampante, la squadra americana sarà di scena a Road Atlanta la prossima settimana con la 488 #62 che verrà condotta da Davide Rigon, Daniel Serra e James Calado, intenti a dare l'assalto al successo in Classe GTD PRO.

“Il nostro team ha una lunga storia legata alla Petit Le Mans, dato che abbiamo vinto la prima edizione del 1998, per cui è sempre stato un posto speciale per me", ha dichiarato il proprietario Giuseppe Risi.

"Sono passati 25 anni da allora e altri successi sono arrivati, assieme anche a dei podi. Non invecchiamo mai e il nostro obiettivo è puntare sempre alla vittoria, per cui cercheremo di ottenerla anche questa volta”.

#47 Cetilar Racing, Ferrari 488 GT3, GTD: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Antonio Fuoco

#47 Cetilar Racing, Ferrari 488 GT3, GTD: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto, Antonio Fuoco

Photo by: Art Fleischmann

Alla gara saranno anche presenti le Ferrari di Classe GTD preparate da Cetilar Racing ed AF Corse. Per la squadra #47 è confermato il capitano Roberto Lacorte coadiuvato da Giorgio Sernagiotto e dalla novità Alessio Rovera - che nell'elenco iscritti pubblicato prende il posto di Antonio Fuoco - mentre nel team piacentino la Rossa #21 vedrà all'opera Toni Vilander, Simon Mann e Luis Pérez Companc.

"La nostra storia negli Stati Uniti inizia una decina di anni fa e da quel momento ci siamo innamorati delle corse all'americana e abbiamo continuato a farle perché sono molto interessanti, particolari e diverse da quelle a cui eravamo abituati", ha detto Didi Cazzago, manager di AF Corse, al sito IMSA.

"Corriamo ovunque, ma ogni volta che voliamo negli Stati Uniti sentiamo crescere la voglia di esserci. Una volta capito come funziona, è facile e ci sono dei vantaggi. Coi Full Course Yellow e i pass-around una vettura è sempre in grado di rientrare in gioco, il che è positivo per il pubblico e i tifosi e anche per la squadra stessa. Nelle gare endurance può succedere di tutto".

"Lo spirito di AF Corse è sempre stato quello di prendere parte alle gare endurance. Non vogliamo abbandonare il mercato americano o l'IMSA. Penso che saremo presenti con più di una vettura da Daytona 2023 in poi. Vediamo cosa succederà. Abbiamo un ottimo rapporto con l'IMSA e ci accolgono sempre bene. Siamo italiani, molto amichevoli e abbiamo trovato nell'IMSA una famiglia molto speciale".

#21 AF CORSE, Ferrari 488 GT3, GTD: Simon Mann, Luis Perez Companc, Toni Vilander

#21 AF CORSE, Ferrari 488 GT3, GTD: Simon Mann, Luis Perez Companc, Toni Vilander

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

Chiaramente tutti questi annunci porteranno dei cambiamenti anche negli equipaggi delle Ferrari iscritte al GT World Challenge Europe, dato che nel medesimo weekend è previsto l'ultimo appuntamento di Endurance Cup.

La prossima settimana la Scuderia di Maranello annuncerà chi saranno i piloti a condurre le 488 in quel di Barcellona.

condivisioni
commenti
Cadillac 2023: Bourdais-Van Der Zande e Derani-Sims sulle V-LMDh
Articolo precedente

Cadillac 2023: Bourdais-Van Der Zande e Derani-Sims sulle V-LMDh

Prossimo Articolo

IMSA | BMW: ecco livrea 2023 e piloti della M Hybrid V8 LMDh

IMSA | BMW: ecco livrea 2023 e piloti della M Hybrid V8 LMDh