IMSA: definite le regole per la Classe GTD Pro delle GT3 2022

Dal prossimo anno le GT3 destinate agli ufficiali prenderanno il posto dell'attuale categoria GTLM, mentre la GTD Pro-Am verrà lasciata ai team clienti e piloti Bronze e Silver.

IMSA: definite le regole per la Classe GTD Pro delle GT3 2022

L'IMSA WeatherTech SportsCar Championship ha definito quelli che saranno i regolamenti per la Classe GTD Pro che dal 2022 sostituirà l'attuale GTLM.

Il campionato statunitense aveva già da tempo annunciato di voler rinunciare alla categoria riservata alle GTE, viste le poche adesioni avute negli ultimi anni, dunque dalla prossima stagione al posto di queste macchine vedremo in azione GT3 gestite da squadre che godono del supporto ufficiale dei Costruttori (con relativi piloti), mentre quella che è l'attuale GTD rimarrà esclusivamente per i team clienti delle Case, prendendo la denominazione di Pro-Am.

Tutte queste macchine GT3 verranno alimentate dalle benzine VP Racing Fuels e dotate di coperture Michelin con specifica singola S9M nel 2022, ma sono già in corso discussioni sul futuro.

Il Balance of Performance sarà definito in modo uguale (analisi dati) per entrambe le Classe GTD, tenendo conto che la Pro godrà già di suo di un vantaggio notevole dato che team e piloti saranno legati agli ufficiali, mentre sulle macchine di Pro-Am saliranno i concorrenti Bronze e Silver. Ogni categoria lo gestirà poi a modo suo, in base alle prestazioni dei rispettivi piloti.

Dal punto di vista sportivo, resteranno in vigore le medesime norme attuali relative a qualifiche e gare (chi realizza il giro veloce in prova, chi partirà in gara e come effettuare i cambi pilota), così come per i punteggi.

Infine restano limitati ad 8 i giorni di test per le GTD Pro con divieto di utilizzo della galleria del vento, mentre per i piloti Bronze non ci sono restrizioni.

“Era importante che lavorassimo in sintonia con i nostri produttori e partner di pneumatici per sviluppare le regole GTD PRO - ha detto il Presidente dell'IMSA, John Doonan - Il nostro team tecnico ha svolto profonde analisi e il risultato finale ci permette di tracciare un percorso di successo per il futuro delle corse GT supportate dalle Case con la CLasse GTD PRO, mentre per i team clienti resta valida l'opzione della classe GTD".

"In definitiva, il mercato parlerà man mano che i produttori confermeranno i piani di partecipazione, ma siamo molto ottimisti sul fatto che avremo griglie competitive sia in GTD PRO che in GTD a partire dal prossimo anno".

condivisioni
commenti
Anche la BMW costruirà una LMDh per il 2023!
Articolo precedente

Anche la BMW costruirà una LMDh per il 2023!

Prossimo Articolo

IMSA: primo trionfo per Magnussen/Van Der Zande a Detroit

IMSA: primo trionfo per Magnussen/Van Der Zande a Detroit
Carica commenti