Daytona: Angelelli, secondo, è finito in ospedale!

Il bolognese della Corvette si è intossicato per i gas finiti nell'abitacolo, mentre stava concludendo la 24 Ore

Ha lottato finché ha potuto per la vittoria nella 24 Ore di Daytona con la Chevrolet Corvette DP, ma si è dovuto accontentare di un prestigioso secondo posto alle spalle della Ligier Honda del team ESM: Max Angelelli, 49enne bolognese, subito dopo aver passato la linea del traguardo ha parcheggiato la sua vettura colto da un malore.

Immediatamente soccorso dai commissari di percorso e dallo staff medico della pista della Florida, Max non ha potuto festeggiare il posto d'onore sul podio con i compagni di squadra del team Wayne Taylor perché è stato portato in ospedale per una sospetta intossicazione.

Angelelli, infatti, avrebbe inalato dei gas durante l'ultimo stint di guida e avrebbe lottato contro la sensazione di svenimento per cercare di concludere la corsa che ha aperto la stagione IMSA dopo essere stato a lungo in lizza per il successo. I riscontri delle analisi hanno escluso qualsiasi complicazione: il pilota emiliano, infatti, non ha mai perso conoscenza.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IMSA
Evento Daytona 24
Sub-evento Domenica, la gara
Circuito Daytona International Speedway
Piloti Massimiliano Angelelli
Articolo di tipo Gara