IMSA | BMW vende la M8 vincitrice della 24h di Daytona 2020

Il ramo statunitense della Casa bavarese offrirà ai collezionisti la vettura #24 che si aggiudicò la prima gara IMSA di tre anni fa gestita dal Team RLL per Farfus/Mostert/Krohn/Edwards. Prevista assistenza e ricambi, assieme viene dato pure il Trofeo della gara.

IMSA | BMW vende la M8 vincitrice della 24h di Daytona 2020
Carica lettore audio

La BMW M Motorsport ha scelto di mettere in vendita per i collezionisti la sua M8 GTE #24 che vinse la 24h di Daytona del 2020.

In collaborazione con BMW North America, la Casa bavarese darà una occasione unica agli appassionati più abbienti di tutto il mondo nel potersi aggiudicare il mezzo con cui Augusto Farfus, Jesse Krohn, John Edwards e Chaz Mostert si imposero in Classe GTLM nel primo evento dell'IMSA SportsCar Championship di tre anni fa.

L'auto che fu gestita per tutto l'anno dal Team RLL ha il telaio 1809 e arrivò terza anche nel 2021; verrà esposta nel garage di BMW USA Classic durante l'evento 'Rolex Monterey Motorsport Reunion' che si terrà il 17-20 agosto negli Stati Uniti.

 

A febbraio è stata testata a Palm Beach da Bill Auberlen per controllare che tutto fosse in ordine e con un pacchetto di aggiornamenti per facilitarne l'uso da parte di un cliente.

Oltre alla macchina ci saranno tutte le cartelle coi dati degli ingegneri, materiale stampa e marketing e il trofeo Rolex 24 del 2020. Inoltre è previsto un kit contenente tutti gli strumenti speciali necessari per il funzionamento dell'auto e un pacchetto di ricambi che comprende un set di ruote extra e i tipici materiali di consumo.

BMW M Motorsport tramite BMW USA Classic garantirà il supporto della M8 GTE con assistenza tecnica e un'ampia gamma di ricambi nuovi e usati a chi se la aggiudicherà.

 

"BMW ha una storia orgogliosa di conservazione ed esposizione della sua ricca collezione di auto da corsa storiche sia a Monaco che in Nord America - commentato Thomas Plucinsky, responsabile di BMW USA Classic - Mi bastano le dita di una mano per contare le poche auto da corsa non sono più di proprietà di BMW negli ultimi anni".

"La BMW M8 GTE ha rappresentato un'auto da corsa GT ufficiale senza prezzo. È davvero un capolavoro di ingegneria. Il nuovo proprietario del telaio #1809 sarà il custode di un pezzo molto importante della storia di BMW in America e potrà contare sul supporto di BMW negli anni a venire per garantire che le sue condizioni e il suo valore siano mantenuti ai massimi livelli".

#24 BMW Team RLL BMW M8 GTE, GTLM: John Edwards, Augusto Farfus, Chaz Mostert, Jesse Krohn

#24 BMW Team RLL BMW M8 GTE, GTLM: John Edwards, Augusto Farfus, Chaz Mostert, Jesse Krohn

Photo by: Michael L. Levitt / Motorsport Images

Victor Leleu, Experiential Marketing Manager ed ex responsabile di BMW NA, gli fa eco: "Il telaio #1809 ha una storia eccezionale, essendo stato costruito in preparazione della stagione 2020 e ha la particolarità di aver vinto la sua prima gara alla 24h di Daytona con i piloti John Edwards, Augusto Farfus, Jesse Krohn e Chaz Mostert".

"Un inizio di buon auspicio che portò ad ottenere altri cinque podi, aiutando BMW e il BMW M Team RLL a conquistare il titolo in Endurance Cup e a classificarsi al secondo posto tra piloti, team e costruttori della classe GTLM. Inoltre la M8 ha anche corso di nuovo a Daytona all'inizio della stagione 2021 arrivando terza".

Klaus Fröhlich, Membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG, ha aggiunto: "Fu una gara estremamente emozionante. Le ultime ore furono particolarmente tese, con la testa della corsa che cambiò molte volte. La vittoria fu molto importante sotto molti aspetti, risultato di un eccellente lavoro di squadra tra il team, i piloti e i nostri ingegneri".

"Il BMW Team RLL fu eccellente, 24h senza commettere un solo errore, sotto grande pressione per tutta la gara. Complimenti a tutti. Lo stesso vale per il nostro quartetto di piloti, che fornì una prestazione perfetta".

 

condivisioni
commenti
Caldarelli: "Lamborghini LMDh l'ennesima sfida con poco tempo"
Articolo precedente

Caldarelli: "Lamborghini LMDh l'ennesima sfida con poco tempo"

Prossimo Articolo

LMDh: scopriamo i prototipi che debuttano tra WEC e IMSA dal 2023

LMDh: scopriamo i prototipi che debuttano tra WEC e IMSA dal 2023