Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
IMSA 24h di Daytona

IMSA | 24h di Daytona: Acura batte Cadillac con doppietta finale

Ultime 4 ore da brividi, le ARX di MSR e WTR saltano davanti e beffano le V-LMDh di CGR, male Porsche e BMW. In LMP2 volata a Proton, in LMP3 festeggia AWA. In GTD PRO gloria per Mercedes-WeatherTech, le Aston fanno doppietta in GTD.

#60 Meyer Shank Racing w/ Curb Agajanian Acura ARX-06: Tom Blomqvist, Colin Braun, Helio Castroneves, Simon Pagenaud

Acura batte Cadillac alla 24h di Daytona con una incredibile doppietta ottenuta in un finale che come sempre è bene far evitare ai deboli di cuore visto quel che succede sempre nelle gare dell'IMSA SportsCar Championship.

La stagione 2023 si è aperta con la 61a edizione dell'evento in Florida e quello che non era successo in circa 6h della mattinata in Florida si è riversato tutto nelle ultime 4h, dove con una marea di incidenti e neutralizzazioni chi era in testa si è visto beffare o raggiungere dai rivali, anche quelli che parevano ormai lontanissimi e tagliati fuori.

A dare il via alle danze del caos con Full Course Yellow-Safety Car è stato Anders Fjordbach, a sbattere con la Oreca #20 alla chicane 'Bus Stop-Le Mans' a metà della 21a ora, ma dopo circa 30' ecco che la Porsche #6 ha iniziato a fumare vistostamente dal retrotreno per un sospetto problema al cambio.

Altra neutralizzazione e macchine raggruppate, ma poco dopo la ripartenza una foratura alla posteriore sinistra ha costretto a rallentare la Aston Martin #64. Di nuovo FCY-SC e nemmeno il tempo di respirare che la rimontante Oreca LMP2 #52 ha perso ogni speranza finendo nell'erba alla curva 3 'International Horseshoe'.

Pian piano ci si è avvicinati all'ultima ora, poco prima della quale anche la LMP3 #87 ha avuto problemi congelando per l'ennesima occasione la gara, che a 30' dalla conclusione è ripartita per fermarsi un'ultima volta a causa del marasma creato tra le GT3, che hanno messo KO la Mercedes #57 (leader GTD), la Ferrari #21 e bloccato per alcuni momenti la Porsche #91.

Gli ultimi 20' finalmente hanno avuto bandiera verde e libertà di combattere per vittorie e podi, come sempre con il fiato sospeso e azioni da mani nei capelli.

Partenza

Partenza

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

GTP: ancora Acura, male Porsche e BMW

L'esordio delle LMDh nella nuovissima Classe GTP non è stato esente da colpi di scena, dovuti specialmente alla gioventù dei prototipi di nuova generazione tutti incappati in qualche grattacapo.

Chi ne ha avuti meno sono state proprio le Acura, ancora una volta sul gradino più alto del podio con la #60 della Meyer Shank Racing-Curb Agajanian, che ha beneficiato delle neutralizzazioni per rimettersi in scia alle Cadillac e beffarle, dopo che nella fase centrale di gara era apparsa di miglior passo.

Il capolavoro della rimonta, contro-sorpasso e gestione della pressione finale è stato capitanato da Tom Blomqvist, che festeggia meritatamente assieme a Colin Braun, Helio Castroneves e Simon Pagenaud, che con la loro ARX-06 bianco-rosa precedono quella #10 della Wayne Taylor Racing. Taylor/Albuquerque/Delétraz/Hartley erano finiti ad un giro di distacco rispetto ai leader, ma con le FCY-SC sono tornati in corsa per la vittoria, ma la grande difesa e allungo di Blomqvist ha negato ad Albuquerque la zampata nel finale.

Tornano a casa con grandi rammarici e amarezze le Cadillac della Chip Ganassi Racing, che si stavano avviando verso quella che avebbe potuto essere una doppietta, o almeno un 1-3. Invece la rimonta della Acura #60 ha diviso le V-LMDh e con tutto il caos finale la #01 guidata da Bourdais/Van Der Zande/Dixon è scesa terza, attaccata all'ultima ripartenza dalla sorellina #02 di Bamber/Lynn/Westbrook perdendo terreno dal duo di testa e quindi portando al team Ganassi un terzo e quarto posto.

#02 Cadillac Racing Cadillac V-LMDh: Earl Bamber, Alex Lynn, Richard Westbrook

#02 Cadillac Racing Cadillac V-LMDh: Earl Bamber, Alex Lynn, Richard Westbrook

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

Chiude in Top5 nonostante i 12 giri in meno la Cadillac #31 di Action Express Racing (Derani/Sims/Aitken) dopo i problemi accusati nella notte, beneficiando di quelli che hanno colpito le Porsche. E per questo in sesta posizione troviamo anche la BMW #24 del Team RLL nelle mani di Farfus/Wittmann/Eng/Herta.

Entrambi i marchi tedeschi sono quelli che avranno parecchio da lavorare e ripensare in questa uscita da coda tra le gambe. Problemi tecnici accusati troppo presto sia dalle M Hybrid V8 che dalle 963, ripetutisi anche nell'arco della gara specialmente per queste ultime.

La migliore delle auto di Weissach gestite dal Team Penske è settima con la #7 di Christensen/Nasr/Campbell, ma a 34 giri dal vertice e passata davanti anche alla #6 di Jaminet/Tandy/Cameron, la quale ha cominciato a fumare nel finale fermandosi ai box.

Fanalino di coda alla bandiera a scacchi la BMW #25 di De Phillippi/Yelloly/Van Der Linde/Herta, KO già dopo 60' e rientrata, ma con 131 tornate di ritardo nel computo generale per via di un passo mai all'altezza della situazione (discorso che ovviamente vale anche per la #24).

#55 Proton Competition ORECA LMP2 07: Fred Poordad, James Allen, Giammaria Bruni, Francesco Pizzi

#55 Proton Competition ORECA LMP2 07: Fred Poordad, James Allen, Giammaria Bruni, Francesco Pizzi

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

LMP2: volata clamorosa per la Proton di Pizzi e Bruni

La Classe LMP2 è stata combattutissima fino alla fine, nel vero senso della parola. Tra colpi di scena e sorprese, il coniglio dal cilindro l'ha tirato fuori James Allen al volante della Oreca #55 di Proton Competition condivisa con Gimmi Bruni, Francesco Pizzi e Fred Poordad.

Il britannico è risalito nelle ultime due ore beffando letteralmente in una volata fantastica la #04 di Crowdstrike Racing by APR (Kurtz/Hanley/McMurry/Gutiérrez), che si ritrova mestamente seconda per soli 0"016 dopo che a lungo aveva comandato.

Il podio viene completato dalla Oreca #88 di AF Corse (Perrodo/Nielsen/Vaxivière/Canal) al termine di un lungo braccio di ferro con la #04 e soprattutto con la #35 della TDS Racing (Heriau/Van Der Garde/Van Uitert/Pierson), che ha ricevuto una sportellata nella bagarre finale dovendosi quindi accontentare del quarto posto.

Attardata da problemi, la #8 di Tower Motorsports (Farano/McLaughlin/Simpson/Newgarden) alla fine conquista una insperata Top5, scavalcando la #51 di Rick Ware Racing (Lux/DeFrancesco/Fittipaldi/Cindric) e specialmente la #52 di PR1 Mathiasen Motorsports (Keating/Quinn/Chatin/Lapierre); quest'ultima era scattata dalla Pole e nelle prime ore pareva poter passeggiare, poi l'imprevedibilità delle 24h di oggi (a maggior ragione se parliamo di una gara IMSA) hanno fatto scendere nell'ordine la 07-Gibson dell'idolo locale Keating, con testacoda finale che ha negato anche l'ultima speranza di rientrare in lizza per il successo.

Ritirate la #20 della High Class Racing (Marciello/Andersen/Jones/Fjordbach), ottava a 4h dalla fine, la #18 di Era Motorsport (Rasmussen/Dalziel/Jarvis/Merriman) per problemi al motore e la #11 della TDS Racing (Thomas/Veekay/Huffaker/Jensen).

#17 AWA Duqueine D08: Wayne Boyd, Nico Varrone, Thomas Merrill, Anthony Mantella

#17 AWA Duqueine D08: Wayne Boyd, Nico Varrone, Thomas Merrill, Anthony Mantella

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

LMP3: AWA sopravvive all'ecatombe

Per quanto riguarda la Classe LMP3 si può tranquillamente dire che è stata una corsa di sopravvivenza. Pian piano che passavano i minuti e le ore capitava qualcosa e si perdevano protagonisti per strada. A stringere i denti fino al traguardo è stata la Duqueine #17 di AWA guidata da Mantella/Boyd/Varrone/Merrill.

Il colpo di scena si era verificato alla 20a ora, quando la Ligier #33 di Sean Creech Motorsport (Barbosa/Pino/Siegel/Willsey) era dovuta rientrare ai box per risolvere un problema che i meccanici hanno sistemato in 11 giri, perdendo il primato, ma almeno rientrando in pista per portare in bacheca la coppa del secondo classificato.

Sul gradino più basso del podio va invece la Ligier #38 di Performance Tech Motorsports (DeAngelis/Allen/Bloum/Shields), seguita dall'altra Duqueine di AWA, la #13 del quartetto Fidani/Bell/Kranz/Kern.

Quinto posto per la Duqueine #85 di JDC Miller Motorsports (Bechtolsheimer/Van Der Helm/Mars/Filippi), nel finale si è fermata la #87 di FastMD Racing (Kanamaru/Serravalle/Boulle/Vance), che raggiunge le Ligier #74 di Riley (Robinson/Fraga/Burdon/Van Berlo), #43 di MRS GT-Racing (Alvarez/French/De Oliveira/Frost) e #36 di Andretti Autosport (Andretti/Chaves/Dickerson/Lindh) nell'elenco dei ritirati.

#79 WeatherTech Racing Mercedes AMG GT3: Cooper MacNeil, Daniel Juncadella, Jules Gounon, Maro Engel

#79 WeatherTech Racing Mercedes AMG GT3: Cooper MacNeil, Daniel Juncadella, Jules Gounon, Maro Engel

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

GTD PRO: il triello lo vince la Mercedes

Andiamo per ordine di importanza parlando delle GT3, seppur nella classifica generale il traguardo l'abbia tagliato prima una 'semplice' GTD. Fra le GTD PRO è stato aspro combattimento ad ogni curva e la bandiera a scacchi premia per soli 3"9 la Mercedes #79 di WeatherTech Racing-Proton. Daniel Juncadella, Jules Gounon, Maro Engel e Cooper MacNeil regalano ad AMG un successo favoloso con una vettura che ha avuto non solo il ritmo per prendersi la Pole Position, ma anche per rimanere stabilmente ai vertici della categoria.

Ci hanno provato fino all'ultimo sia la Corvette #3 (Garcia/Taylor/Milner) che la Lexus #14 di Vasser Sullivan (Hawksworth/Barnicoat/Conway), riuscendo a tratti anche ad andare in testa, ma non a mantenerla definitivamente. Un secondo ed un terzo posto che comunque per la C8.R e la RC F sono ottimi risultati, specialmente quando non ci sono state più le Aston Martin di mezzo a combattere per il podio.

Con le Vantage che hanno incontrato ostacoli lungo il cammino, porta a casa un insperato quarto piazzamento la Lamborghini #63 di Iron Lynx (Caldarelli/Bortolotti/Grosjean/Pepper), seguita dalle Porsche #9 di Pfaff Motorsports (Pilet/Vanthoor/Bachler) e #53 di MDK Motorsports (Kvamme/Estep/Magnussen/Hart). Due macchine che hanno sofferto un Balance of Performance poco favorevole (specialmente la 911 versione 992) che bisognerà analizzare e vedere come modificare per il futuro.

Come dicevamo, potevano avere una giornata migliore sicuramente le Aston Martin, specialmente guardando a quanto fatto dalle colleghe in GTD, ma con il problema finale la #64 di TGM-TF Sport (Giovanis/H.Plumb/M.Plumb/Trinkler) si ritrova mestamente ottava, dietro alla #23 della Heart Of Racing (Pittard/Gunn/Riberas) che era finita in coda al gruppo prima.

Fuori le altre due auto che hanno sofferto un BoP più che discutibile, ovvero la BMW #95 di Turner Motorsport (Spengler/Auberlen/Hull/Edwards) e soprattutto la Ferrari #62 di Risi Competizione (Pier Guidi/Calado/Serra/Rigon), KO nella notte per un guasto al fondo dovuto ad un contatto.

L'esordio delle 296 GT3 è da archiviare al più presto per quanto riguarda il risultato finale, ma non certo per i dati raccolti perché mai le vetture di Maranello hanno avuto anche solo una minima speranza di potersela giocare con gli altri. Il miglior tempo della Rossa sopracitata è stato di 1'47"277, contro l'1'45"541 siglato dalla Mercedes vincitrice. Qualcosa non è andato nel BoP e ora tocca agli alfieri del Cavallino Rampante farsi sentire, come già avevano provveduto i Porsche.

#23 Heart of Racing Team Aston Martin Vantage GT3: Ross Gunn, Alex Riberas, David Pittard, #27 Heart of Racing Team Aston Martin Vantage GT3: Roman De Angelis, Marco Sorensen, Ian James, Darren Turner

#23 Heart of Racing Team Aston Martin Vantage GT3: Ross Gunn, Alex Riberas, David Pittard, #27 Heart of Racing Team Aston Martin Vantage GT3: Roman De Angelis, Marco Sorensen, Ian James, Darren Turner

Photo by: Bob Meyer

GTD: doppietta Aston, McLaren sorride

In Classe GTD l'epilogo è stato a dir poco clamoroso: alla penultima ripartenza la Mercedes #57 di Winward Racing (Morad/Ellis/Dontje/Ward) che aveva condotto le operazioni e poteva sicuramente vincere dopo una super-rimonta dal fondo è finita KO nei contatti di centro gruppo.

Una beffa incredibile per il team di casa che ha spalancato le porte alla doppietta Aston Martin. Ad imporsi è la #27 di Heart Of Racing (De Angelis/Sorensen/James/Turner) per 5" sulla #44 di Magnus Racing (Lally/Potter/Pumpelly/Thiim), mente nel concitato finale il podio se lo va a prendere la McLaren #70 di Inception Racing (Millroy/Iribe/Schandorff/Kirchhofer).

La 720S ha sopravanzato la Acura NSX Acura #66 di Gradient Racing (Miller/Farnbacher/Legge/Monk) che ben si era comportata fino a quel momento, mentre la Lexus #12 di Vasser Sullivan (Telitz/Montecalvo/Kirkwood/Thompson) è rientrata in gioco grazie ai vari FCY-SC, ma non va oltre un quinto posto tutto sommato amaro.

La Acura #93 di Racers Edge Motorsports-WTR (Harrison/Formal/Marcelli/Briscoe) finisce settima con dietro la Lamborghini #78 di US Racetronics (Mapelli/Hites/Spinelli/Goikhberg) che scala la classifica nel finale tirandosi dietro la BMW #1 di Paul Miller Racing (Sellers/Snow/Lewis/Martin) e la Porsche #16 di Wright Motorsports (Hardwick/Heylen/Robichon/Olsen).

Un contatto a centro gruppo nel marasma della penultima ripartenza ha causato il ritiro della Ferrari #21 di AF Corse (Mann/Molina/Pérez Companc/Castellacci), dunque la Top10 di Classe viene completata dalla 296 #023 di Triarsi Competizione (Rovera/Triarsi/Bertolini/Scardina), anch'essa costretta ad una gara da denti stretti e sopportazione di una situazione poco favorevole.

Undicesima c'è la Porsche #77 di Wright Motorsport (Estre/Hindman/Root/Brynjolfsson), seguita dalla Lamborghini #19 di Iron Lynx (Schiavoni/Giammaria/Perera/Ineichen) che ha avuto una noia al servosterzo alla 22a ora.

Completano l'elenco la Porsche #80 di AO Racing, la Mercedes #32 del Team Korthoff Motorsports (Grenier/Skeen/Koch/Goetz) che aveva anche combattuto davanti, la Porsche #91 di Kellymoss-Riley, la BMW #96 di Turner Motorsport e la Lamborghini #83 delle Iron Dames.

Fuori la Ferrari #47 di Cetilar Racing-AF Corse (Lacorte/Fuoco/Sernagiotto/Balzan) causa danno al fondo per una collisione, la Mercedes #75 di Sun Energy 1 (Schiller/Stolz/Jefferies/Habul) per la rottura del radiatore, la Lamborghini #42 di NTE Sport (Megennis/Conwright/Li/Deledda) che ha spaccato la coppa dell'olio e la Porsche #92 di Kellymoss-Riley (Brule/Udell/Davis/Bleekemolen).

Leggi anche:
Cla   Classe Num Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Pit stop Punti
1   GTP 60 United Kingdom Tom Blomqvist
United States Colin Braun
Brazil Helio Castroneves
France Simon Pagenaud
Acura ARX-06 783 24:01'19.952       38  
2   GTP 10 United States Ricky Taylor
Portugal Filipe Albuquerque
Switzerland Louis Délétraz
New Zealand Brendon Hartley
Acura ARX-06 783 24:01'24.142 4.190 4.190   34  
3   GTP 01 France Sébastien Bourdais
Netherlands Renger van der Zande
New Zealand Scott Dixon
Cadillac V-LMDh 783 24:01'29.582 9.630 5.440   31  
4   GTP 02 New Zealand Earl Bamber
United Kingdom Alex Lynn
United Kingdom Richard Westbrook
Cadillac V-LMDh 783 24:01'31.128 11.176 1.546   33  
5   GTP 31 Brazil Pipo Derani
United Kingdom Alexander Sims
United Kingdom Jack Aitken
Cadillac V-LMDh 771 24:01'43.276 12 Laps 12 Laps   28  
6   GTP 24 Austria Philipp Eng
Brazil Augusto Farfus
Germany Marco Wittmann
United States Colton Herta
BMW M Hybrid V8 768 24:01'47.897 15 Laps 3 Laps   33  
7   LMP2 55 United States Fred Poordad
Italy Francesco Pizzi
Australia James Allen
Italy Gianmaria Bruni
ORECA LMP2 07 761 24:02'33.209 22 Laps 7 Laps   36  
8   LMP2 04 United States George Kurtz
United Kingdom Ben Hanley
United States Matt McMurry
Mexico Esteban Gutiérrez
ORECA LMP2 07 761 24:02'33.225 22 Laps 0.016   35  
9   LMP2 88 France François Perrodo
France Matthieu Vaxivière
France Julien Canal
Denmark Nicklas Nielsen
ORECA LMP2 07 761 24:02'38.843 22 Laps 5.618   34  
10   LMP2 35 France François Heriau
Netherlands Giedo van der Garde
United States Josh Pierson
Netherlands Job Van Uitert
ORECA LMP2 07 761 24:02'46.310 22 Laps 7.467   32  
11   LMP2 8 Canada John Farano
New Zealand Scott McLaughlin
United States Josef Newgarden
Kyffin Simpson
ORECA LMP2 07 759 24:02'45.343 24 Laps 2 Laps   36  
12   LMP2 51 United States Eric Lux
Canada Devlin DeFrancesco
United States Austin Cindric
Brazil Pietro Fittipaldi
ORECA LMP2 07 758 24:02'50.007 25 Laps 1 Lap   37  
13   LMP2 52 United States Ben Keating
France Paul-Loup Chatin
Alex Quinn
France Nicolas Lapierre
ORECA LMP2 07 757 24:02'42.507 26 Laps 1 Lap   35  
14   GTP 7 Australia Matt Campbell
Brazil Felipe Nasr
Denmark Michael Christensen
Porsche 963 749 24:01'38.759 34 Laps 8 Laps   31  
15   LMP3 17 Canada Anthony Mantella
United Kingdom Wayne Boyd
Nico Varrone
United States Thomas Merrill
Duqueine D08 737 24:02'33.970 46 Laps 12 Laps   26  
16   GTD 27 Canada Roman Angelis
Denmark Marco Sorensen
United Kingdom Ian James
United Kingdom Darren Turner
Aston Martin Vantage GT3 729 24:02'41.107 54 Laps 8 Laps   26  
17   GTD PRO 79 United States Cooper MacNeil
Spain Daniel Juncadella
France Jules Gounon
Germany Maro Engel
Mercedes AMG GT3 729 24:02'43.470 54 Laps 2.363   29  
18   GTD 44 United States John Potter
United States Andy Lally
United States Spencer Pumpelly
Denmark Nicki Thiim
Aston Martin Vantage GT3 729 24:02'46.470 54 Laps 3.000   27  
19   GTD PRO 3 Spain Antonio García
United States Jordan Taylor
United States Tommy Milner
Corvette C8.R GTD 729 24:02'47.386 54 Laps 0.916   28  
20   GTD PRO 14 United Kingdom Jack Hawksworth
United Kingdom Ben Barnicoat
United Kingdom Mike Conway
Lexus RC F GT3 729 24:02'54.423 54 Laps 7.037   27  
21   GTD 70 Brendan Iribe
Switzerland Frederik Schandorff
United Kingdom Ollie Millroy
Germany Marvin Kirchhofer
McLaren 720S GT3 729 24:02'57.592 54 Laps 3.169   30  
22   GTD 66 Sheena Monk
United Kingdom Katherine Legge
Germany Mario Farnbacher
United States Marc Miller
Acura NSX GT3 729 24:03'01.698 54 Laps 4.106   27  
23   GTD 12 United States Aaron Telitz
United States Frankie Montecalvo
United States Kyle Kirkwood
Canada Parker Thompson
Lexus RC F GT3 728 24:01'21.808 55 Laps 1 Lap   28  
24   GTD PRO 63 Italy Andrea Caldarelli
Italy Mirko Bortolotti
South Africa Jordan Pepper
France Romain Grosjean
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 728 24:01'26.492 55 Laps 4.684   30  
25   GTD PRO 9 Austria Klaus Bachler
France Patrick Pilet
Belgium Laurens Vanthoor
Porsche 911 GT3 R (992) 728 24:01'45.416 55 Laps 18.924   28  
26   GTD 93 Ashton Harrison
Costa Rica Danny Formal
Canada Kyle Marcelli
Australia Ryan Briscoe
Acura NSX GT3 727 24:02'45.642 56 Laps 1 Lap   31  
27   GTD 78 Canada Mikhail Goikhberg
Italy Loris Spinelli
Benja Hites
Italy Marco Mapelli
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 726 24:01'26.713 57 Laps 1 Lap   30  
28   GTD 1 United States Bryan Sellers
United States Madison Snow
United States Corey Lewis
Belgium Maxime Martin
BMW M4 GT3 726 24:01'34.183 57 Laps 7.470   33  
29   LMP3 33 United States Lance Willsey
Portugal Joao Barbosa
Nicolas Pino
Nolan Siegel
Ligier JS P320 725 24:02'11.371 58 Laps 1 Lap   30  
30   GTD 16 United States Ryan Hardwick
Belgium Jan Heylen
Canada Zacharie Robichon
Norway Dennis Olsen
Porsche 911 GT3 R (992) 723 24:02'08.757 60 Laps 2 Laps   30  
31   LMP3 38 John DeAngelis
Christopher Allen
Australia Cameron Shields
Connor Bloum
Ligier JS P320 721 24:01'48.523 62 Laps 2 Laps   29  
32   GTD 023 Onofrio Triarsi
Charles Scardina
Italy Alessio Rovera
Italy Andrea Bertolini
Ferrari 296 GT3 719 24:01'46.230 64 Laps 2 Laps   33  
33   GTD 77 United States Alan Brynjolfsson
United States Trent Hindman
Max Root
France Kevin Estre
Porsche 911 GT3 R (992) 719 24:02'18.826 64 Laps 32.596   27  
34   GTD PRO 53 United States Mark Kvamme
United States Trenton Estep
Denmark Jan Magnussen
United States Jason Hart
Porsche 911 GT3 R (992) 717 24:01'47.665 66 Laps 2 Laps   30  
35   LMP3 13 Canada Orey Fidani
United Kingdom Matthew Bell
Germany Lars Kern
Germany Moritz Kranz
Duqueine D08 717 24:02'11.955 66 Laps 24.290   28  
36   GTD PRO 23 United Kingdom Ross Gunn
Spain Alex Riberas
David Pittard
Aston Martin Vantage GT3 716 24:02'58.135 67 Laps 1 Lap   26  
37   LMP3 85 United States Till Bechtolsheimer
Netherlands Tijmen Van Der Helm
United States Luca Mars
United States Mason Filippi
Duqueine D08 715 24:02'31.716 68 Laps 1 Lap   32  
38   GTD 19 Italy Raffaele Giammaria
France Franck Perera
Italy Claudio Schiavoni
Switzerland Rolf Ineichen
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 714 24:01'32.803 69 Laps 1 Lap   33  
39 dnf GTD 57 United States Russell Ward
Switzerland Philip Ellis
Netherlands Indy Dontje
Austria Lucas Auer
Mercedes AMG GT3 710 23:25'22.794 73 Laps 4 Laps Ritirato 27  
40   GTD 80 PJ Hyett
Seb Priaulx
United States Gunnar Jeannette
United Kingdom Harry Tincknell
Porsche 911 GT3 R (992) 710 24:02'40.766 73 Laps 37'17.972   37  
41   GTD 32 United States Mike Skeen
Canada Mikael Grenier
United States Kenton Koch
Maximillian Goetz
Mercedes AMG GT3 709 24:02'04.533 74 Laps 1 Lap   34  
42 dnf GTP 6 France Mathieu Jaminet
United Kingdom Nick Tandy
United States Dane Cameron
Porsche 963 700 21:11'18.728 83 Laps 9 Laps Ritirato 26  
43   GTD 91 Alan Metni
Netherlands Kay Berlo
Australia Jaxon Evans
Julien Andlauer
Porsche 911 GT3 R (992) 699 24:02'17.721 84 Laps 1 Lap   27  
44   GTD 96 United States Patrick Gallagher
United States Robby Foley
Michael Dinan
Germany Jens Klingmann
BMW M4 GT3 695 24:02'07.720 88 Laps 4 Laps   29  
45   GTD PRO 64 United States Ted Giovanis
United States Hugh Plumb
United States Matt Plumb
United States Owen Trinkler
Aston Martin Vantage GT3 674 24:01'41.921 109 Laps 21 Laps   26  
46   GTD 83 Switzerland Rahel Frey
Belgium Sarah Bovy
Michelle Gatting
Doriane Pin
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 659 24:01'34.717 124 Laps 15 Laps   32  
47 dnf GTD 21 Mann Simon
Argentina Luis Perez-Companc
Spain Miguel Molina
Italy Francesco Castellacci
Ferrari 296 GT3 655 23:25'25.697 128 Laps 4 Laps Ritirato 30  
48   GTP 25 United States Connor de Phillippi
United Kingdom Nick Yelloly
South Africa Sheldon Van Der Linde
United States Colton Herta
BMW M Hybrid V8 652 24:01'59.299 131 Laps 3 Laps   27  
49 dnf LMP2 20 Denmark Dennis Andersen
United Arab Emirates Ed Jones
Denmark Anders Fjordbach
Italy Raffaele Marciello
ORECA LMP2 07 646 20:19'06.003 137 Laps 6 Laps Ritirato 32  
50 dnf GTD PRO 95 United States Bill Auberlen
Chandler Hull
Canada Bruno Spengler
United States John Edwards
BMW M4 GT3 635 20:54'06.667 148 Laps 11 Laps Ritirato 24  
51 dnf LMP3 87 Japan Yu Kanamaru
Canada James Vance
Serravalle Antonio
United States Nick Boulle
Duqueine D08 618 23:04'51.971 165 Laps 17 Laps Ritirato 28  
52 dnf LMP2 18 Dwight Merriman
United Kingdom Ryan Dalziel
Christian Rasmussen
United Kingdom Oliver Jarvis
ORECA LMP2 07 510 16:06'57.503 273 Laps 108 Laps Ritirato 28  
53 dnf LMP3 36 United States Jarett Andretti
Colombia Gabby Chaves
United States Dakota Dickerson
Sweden Rasmus Lindh
Ligier JS P320 371 12:04'42.387 412 Laps 139 Laps Ritirato 19  
54 dnf LMP3 43 Sebastian Alvarez
Singapore Danial Frost
United States James French
Guilherme de
Ligier JS P320 368 11:54'02.441 415 Laps 3 Laps Ritirato 15  
55 dnf GTD 42 United States Robert Megennis
United States Jaden Conwright
Kerong Li
Alessio Deledda
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 356 12:51'10.287 427 Laps 12 Laps Ritirato 17  
56 dnf GTD PRO 62 Italy Alessandro Pier Guidi
United Kingdom James Calado
Brazil Daniel Serra
Italy Davide Rigon
Ferrari 296 GT3 349 12:04'47.923 434 Laps 7 Laps Ritirato 17  
57 dnf GTD 92 United States David Brule
United States Alec Udell
United States Andrew Davis
Netherlands Jeroen Bleekemolen
Porsche 911 GT3 R (992) 278 9:23'15.303 505 Laps 71 Laps Ritirato 10  
58 dnf LMP2 11 Thomas Steven
Denmark Mikkel Jensen
Scott Huffaker
Netherlands Rinus van Kalmthout
ORECA LMP2 07 249 8:40'02.309 534 Laps 29 Laps Ritirato 11  
59 dnf GTD 75 Australia Kenny Habul
Germany Luca Stolz
Germany Fabian Schiller
Zimbabwe Axcil Jefferies
Mercedes AMG GT3 233 11:03'52.317 550 Laps 16 Laps Ritirato 11  
60 dnf LMP3 74 United States Gar Robinson
Brazil Felipe Fraga
Netherlands Glenn van Berlo
Australia Josh Burdon
Ligier JS P320 89 2:52'52.068 694 Laps 144 Laps Ritirato 4  
61 dnf GTD 47 Italy Roberto Lacorte
Italy Giorgio Sernagiotto
Italy Antonio Fuoco
Italy Alessandro Balzan
Ferrari 296 GT3 44 1:41'20.606 739 Laps 45 Laps Ritirato 3  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Daytona | 20a Ora: Cadillac in controllo, Corvette prima GTD PRO
Prossimo Articolo Fotogallery | Gli scatti più belli della 24 Ore di Daytona 2023

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia