Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Gara
IMSA 12h di Sebring

IMSA | 12h di Sebring: successo storico per la Cadillac di AXR

Il gran caos finale vede finire fuori la Acura-WTR e la Porsche #6, ne approfitta la V-Series.R per centrare il primo trionfo in GTP davanti a BMW. In LMP2 festeggia la Tower, LMP3 a Riley. Porsche-Pfaff regina in GTD PRO, doppietta BMW in GTD.

#31 Action Express Racing Cadillac Racing Cadillac V- Series.R: Pipo Derani, Alexander Sims, Jack Aitken

La Cadillac #31 della Action Express Racing ha vinto sabato la 12h di Sebring, secondo round dell'IMSA SportsCar Championship che ha incoronato per la prima volta una V-Series.R in Classe GTP.

La gara è stata come al solito tutta da vivere fino agli ultimi istanti, con incidenti e colpi di scena a ripetizione che hanno rimescolato continuamente le carte.

C'è gloria anche per la Tower Motorsports in Classe LMP2, la cui Oreca si classifica addirittura al terzo posto assoluto, mentre tra le LMP3 la spunta la Ligier di Riley.

In GTD PRO arriva il primo trionfo per la nuovissima Porsche di Pfaff Motorsports, in GTD è la BMW di Paul Miller Racing a svettare, ma andiamo con ordine sul racconto di questa fantastica corsa.

Partenza

Partenza

Photo by: Michael L. Levitt / Motorsport Images

GTP: la Cadillac-AXR si salva nel caos finale

L'affermazione della Cadilla di AXR - dotata di telaio Dallara - non è stata per nulla semplice seppur la vettura partisse dalla Pole Position conquistata nelle caotiche Qualifiche del venerdì.

Pipo Derani/Jack Aitken/Alexander Sims hanno approfittato di un incredibile incidente che ha eliminato le tre LMDh in quel momento al comando a soli 19 minuti dalla fine, riuscendo ad evitare i rottami e a vincere con 2"940 di vantaggio sulla BMW M Hybrid V8 #25 del Team RLL (Yelloly/DePhillippi/Van Der Linde) dopo la ripartenza finale.

Un finale a sorpresa che ha quindi premiato anche la vettura bavarese - pure lei costruita su telaio Dallara - che ha avuto un inizio di weekend difficile con entrambe le BMW indietro nella graduatoria della Classe GTP, ma che regala il primo podio ai suoi tre concorrenti, mentre la gemella #24 di Farfus/Eng/Wittmann si è ritirata per problemi tecnici.

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-06: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Louis Deletraz

#10 Wayne Taylor Racing Acura ARX-06: Ricky Taylor, Filipe Albuquerque, Louis Deletraz

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

Ma parlando dell'incidente finale, Filipe Albuquerque con la Acura ARX-06 #10 della Wayne Taylor Racing/Andretti Autosport ha affiancato Mathieu Jaminet sulla Porsche 963 #6, in quel momento in testa alla gara, sperando di effettuare un sorpasso alla curva 3, quando si sono imbattuti in vetture GT più lente.

Albuquerque è andato largo per evitare la Porsche che stava cercando a sua volta di scartare un'altra vettura e il contatto ha visto la Acura finire fuori strada, per poi tornare in pista e colpire la Porsche di Jaminet. Nella mischia è stata centrata anche l'altra Porsche. la #7 di Felipe Nasr, in quel mentre terza.

Nessuno dei piloti è rimasto ferito e la Porsche #6 è stata ufficialmente classificata terza in GTP, con l'Acura-WTR quarta e la Porsche #7 quinta. L'Acura #60 di Meyer Shank Racing/Curb Agajanian, vincitrice della 24h di Daytona, ha ottenuto il sesto posto nella Classe GTP.

Male invece la Cadillac di Chip Ganassi Racing, che ha alzato bandiera bianca improvvisamente rientrando ai box con il fumo che fuoriusciva dall'auto mentre era in testa a causa di un problema di distribuzione del carburante.

#25 BMW M Team RLL BMW M Hybrid V8: Connor De Phillippi, Nick Yelloly, Sheldon van der Linde

#25 BMW M Team RLL BMW M Hybrid V8: Connor De Phillippi, Nick Yelloly, Sheldon van der Linde

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

LMP2: vittoria in rimonta per Tower

La chiave della vittoria di Tower Motorsports in LMP2 è stata avere pazienza per 12 ore. Scott McLaughlin ha preso il comando della Classe alla fine in fase di Full Course Yellow con la Oreca #8 e poi ha tenuto a bada un'agguerrito Mikkel Jensen negli ultimi quattro minuti per vincere.

McLaughlin si impone per la prima volta nella serie assieme ai compagni di squadra John Farano (proprietario del team) e Kyffin Simpson, con quest'ultimo coinvolto in un incidente a metà gara rientrando ai box per le riparazioni, ma il trio è riuscito a riportare la loro 07-Gibson in testa.

Nei 32' finali c'è stata grande bagarre fra tutte le vetture della categoria per riprendere il primato. Alla bandiera a scacchi la seconda piazza è appannaggio della Oreca #11 di TDS Racing, che è riuscita a beffare la #18 di Era Motorsport e la #52 di PR1 Mathiasen Motorsports.

#8 Tower Motorsports ORECA LMP2 07: John Farano, Scott McLaughlin, Kyffin Simpson

#8 Tower Motorsports ORECA LMP2 07: John Farano, Scott McLaughlin, Kyffin Simpson

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

LMP3: Fraga regala il successo a Riley

È stato il caos finale sopracitato a determinare l'esito della Classe LMP3, che ha visto la vittoria del trio di Riley composto da Gar Robinson/Josh Burdon/Felipe Fraga sulla Ligier JS P320 #74.

La Ligier #30 di Jr III Racing aveva accumulato quasi un intero giro di vantaggio sul gruppo nelle ultime due ore, ma una neutralizzazione ha permesso a Fraga sulla #74 di avvicinarsi a Garett Grist a 78' dalla fine.

Spinto dai nuovi pneumatici montati sulla #74 durante una sosta ai box in regime di FCY, il brasiliano ha effettuato il sorpasso per la testa della corsa al primo giro successivo alla ripartenza, schivando poi un pneumatico staccatosi dalla Oreca #51 di Rick Ware Racing.

Grist non è stato altrettanto fortunato, prendendolo in pieno e distruggendo l'anteriore sinistra della sua Ligier eliminandola dalla gara e consentendo a Fraga di concludere con un giro di vantaggio sulla Duqueine #13 di AWA.

Il terzo posto va invece alla Duqueine #85 di JDC Miller MotorSports, seguita dalla AWA #17 e dalla Ligier #4 di Ave Motorsports.

#74 Riley Ligier JS P320: Gar Robinson, Felipe Fraga, Josh Burdon

#74 Riley Ligier JS P320: Gar Robinson, Felipe Fraga, Josh Burdon

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

GTD PRO: primo hurrà per la Porsche-Pfaff

Come spesso è accaduto in passato, anche nel 2023 la 12h di Sebring si è risolta in uno scenario mozzafiato in Classe GTD PRO. Una serie di ammonizioni comminate a gran parte della griglia nell'ultima ora ha reso la strategia sul carburante il fattore critico.

Patrick Pilet e la Pfaff Motorsports l'hanno messa a punto alla perfezione, completando una straordinaria rimonta con la Porsche 911 GT3-R 992 #9 dopo che l'incidente di Klaus Bachler nelle qualifiche del giorno prima aveva richiesto 11 ore di lavoro per le riparazioni e aveva costretto il team a partire in fondo allo schieramento.

Pilet ha percorso gli ultimi 41 giri della gara senza fermarsi per il rifornimento di carburante e pneumatici - per una durata di 1h52' - e issarsi in vetta negli ultimi 19 giri dopo che il buio era calato sull'International Raceway. Alla bandiera a scacchi ha preceduto di 2"706 Jack Hawksworth/Ben Barnicoat/Kyle Kirkwood sulla Lexus #14 di Vasser Sullivan, mentre la Mercedes #79 di WeatherTech Racing (Daniel Juncadella/Jules Gounon/Maro Engel) è arrivata terza a 4"326.

Nelle ultime due ore si sono verificate quattro interruzioni di gara e questo ha dato alla Porsche-Pfaff il carburante necessario per arrivare alla bandiera a scacchi.

Un buon quarto posto lo ottiene la Lamborghini #63 della Iron Lynx, seguita dalla Corvette #3 - attardatasi nell'incidente finale tra le LMDh - e la Ferrari 296 GT3 #62 di Risi Competizione, che precede la BMW #95 di Turner Motorsport.

#9 Pfaff Motorsports Porsche 911 GT3 R: Klaus Bachler, Patrick Pilet, Laurens Vanthoor

#9 Pfaff Motorsports Porsche 911 GT3 R: Klaus Bachler, Patrick Pilet, Laurens Vanthoor

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

GTD: festa per la BMW di Paul Miller Racing

Anche la Classe GT Daytona è stata risolta da una scommessa sulle FCY con il consumo di carburante. Lo stint finale di 40 giri di Madison Snow sulla BMW M4 GT3 #1 della Paul Miller Racing ha assicurato la vittoria a lui e ai compagni Bryan Sellers e Corey Lewis.

Come nella GTD PRO, la posizione in pista è stata determinante, poiché nessuno è stato in grado di imporsi su Snow nei pochi giri rimanenti una volta sventolata la bandiera verde.

Robby Foley ci è andato vicino, completando la doppietta BMW con la M4 #96 della Turner Motorsport assieme a Patrick Gallagher e Michael Dinan, mentre il terzo gradino del podio è occupato dalla Porsche #92 di Kellymoss/Riley.

In Top5 si piazzano la McLaren #70 di Inception Racing e la Lexus #12 di Vasser Sullivan, a ridosso della Top10 ci sono le Iron Dames con la Lamborghini #83, mentre la migliore Ferrari è la 296 #21 di AF Corse, 13a del lotto.

#1 Paul Miller Racing BMW M4 GT3: Bryan Sellers, Madison Snow, Corey Lewis

#1 Paul Miller Racing BMW M4 GT3: Bryan Sellers, Madison Snow, Corey Lewis

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

Cla   Classe Num Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Pit stop Punti
1   GTP 31 Brazil Pipo Derani
United Kingdom Alexander Sims
United Kingdom Jack Aitken
Cadillac V-Series.R 322         17  
2   GTP 25 United States Connor de Phillippi
United Kingdom Nick Yelloly
South Africa Sheldon Van Der Linde
BMW M Hybrid V8 322 2.940       16  
3   LMP2 8 Canada John Farano
New Zealand Scott McLaughlin
United States Kyffin Simpson
ORECA LMP2 07 318 4 laps       16  
4   LMP2 11 United States Thomas Steven
Denmark Mikkel Jensen
United States Scott Huffaker
ORECA LMP2 07 318 4 laps       16  
5   LMP2 18 United States Dwight Merriman
United Kingdom Ryan Dalziel
Christian Rasmussen
ORECA LMP2 07 318 4 laps       21  
6   LMP2 52 United States Ben Keating
France Paul-Loup Chatin
Alex Quinn
ORECA LMP2 07 318 4 laps       15  
7   LMP2 04 United States George Kurtz
United Kingdom Ben Hanley
Nolan Siegel
ORECA LMP2 07 318 4 laps       16  
8   LMP2 20 Denmark Dennis Andersen
United Arab Emirates Ed Jones
Denmark Anders Fjordbach
ORECA LMP2 07 317 5 laps       21  
9   GTP 6 United Kingdom Nick Tandy
France Mathieu Jaminet
United States Dane Cameron
Porsche 963 315 7 laps       19  
10   GTP 10 United States Ricky Taylor
Portugal Filipe Albuquerque
Switzerland Louis Délétraz
Acura ARX-06 315 7 laps       14  
11   GTP 7 Australia Matt Campbell
Brazil Felipe Nasr
Denmark Michael Christensen
Porsche 963 315 7 laps       17  
12   LMP3 74 United States Gar Robinson
Brazil Felipe Fraga
Australia Josh Burdon
Ligier JS P320 309 13 laps       14  
13   LMP3 13 Canada Orey Fidani
United Kingdom Matthew Bell
Germany Lars Kern
Duqueine D08 308 14 laps       16  
14   LMP3 85 United States Till Bechtolsheimer
Netherlands Tijmen Van Der Helm
Daniel Goldburg
Duqueine D08 308 14 laps       12  
15   LMP3 17 Canada Anthony Mantella
United Kingdom Wayne Boyd
Nico Varrone
Duqueine D08 307 15 laps       13  
16   LMP3 4 Seth Lucas
Tonis Kasemets
United States Trenton Estep
Ligier JS P320 306 16 laps       13  
17   GTD PRO 9 Austria Klaus Bachler
France Patrick Pilet
Belgium Laurens Vanthoor
Porsche 911 GT3 R (992) 303 19 laps       12  
18   GTD PRO 14 United Kingdom Jack Hawksworth
United Kingdom Ben Barnicoat
United States Kyle Kirkwood
Lexus RC F GT3 303 19 laps       13  
19   GTD PRO 79 Spain Daniel Juncadella
France Jules Gounon
Germany Maro Engel
Mercedes AMG GT3 303 19 laps       14  
20   GTD PRO 63 Frank Perera
South Africa Jordan Pepper
France Romain Grosjean
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 303 19 laps       17  
21   GTD PRO 3 Spain Antonio García
United States Jordan Taylor
United States Tommy Milner
Corvette C8.R GTD 303 19 laps       14  
22   GTD PRO 62 Brazil Daniel Serra
Italy Davide Rigon
Brazil Gabriel Casagrande
Ferrari 296 GT3 303 19 laps       11  
23   GTD PRO 95 United States Bill Auberlen
Chandler Hull
United States John Edwards
BMW M4 GT3 302 20 laps       13  
24   GTP 60 United Kingdom Tom Blomqvist
United States Colin Braun
Brazil Helio Castroneves
Acura ARX-06 301 21 laps       16  
25   GTD 1 United States Bryan Sellers
United States Madison Snow
United States Corey Lewis
BMW M4 GT3 301 21 laps       12  
26   GTD 96 United States Patrick Gallagher
United States Robby Foley
Michael Dinan
BMW M4 GT3 301 21 laps       13  
27   GTD 92 United States David Brule
United States Alec Udell
France Julien Andlauer
Porsche 911 GT3 R (992) 301 21 laps       22  
28   GTD 70 United States Brendan Iribe
Switzerland Frederik Schandorff
United Kingdom Ollie Millroy
McLaren 720S GT3 301 21 laps       17  
29   GTD 12 United States Frankie Montecalvo
United States Aaron Telitz
Canada Parker Thompson
Lexus RC F GT3 301 21 laps       13  
30   GTD 16 United States Ryan Hardwick
Belgium Jan Heylen
Canada Zacharie Robichon
Porsche 911 GT3 R (992) 301 21 laps       14  
31   GTD 91 Alan Metni
Netherlands Kay Berlo
Australia Jaxon Evans
Porsche 911 GT3 R (992) 301 21 laps       15  
32   GTD 77 United States Alan Brynjolfsson
United States Trent Hindman
United States Maxwell Root
Porsche 911 GT3 R (992) 301 21 laps       14  
33   GTD 44 United States John Potter
United States Andy Lally
United States Spencer Pumpelly
Aston Martin Vantage GT3 301 21 laps       14  
34   GTD 32 United States Mike Skeen
Canada Mikael Grenier
United States Kenton Koch
Mercedes AMG GT3 301 21 laps       15  
35   GTD 83 Switzerland Rahel Frey
Belgium Sarah Bovy
Denmark Michelle Gatting
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 300 22 laps       21  
36   GTD 66 Sheena Monk
United Kingdom Katherine Legge
United States Marc Miller
Acura NSX GT3 298 24 laps       12  
37   GTD PRO 23 United Kingdom Ross Gunn
Spain Alex Riberas
United Kingdom David Pittard
Aston Martin Vantage GT3 297 25 laps       19  
38   GTD 21 France Simon Mann
Spain Miguel Molina
Italy Francesco Castellacci
Ferrari 296 GT3 294 28 laps       13  
39   LMP3 38 Christopher Allen
Robert Mau
United States Tristan Nunez
Ligier JS P320 293 29 laps       17  
40   GTD 47 Italy Roberto Lacorte
Italy Giorgio Sernagiotto
Italy Antonio Fuoco
Ferrari 296 GT3 290 32 laps       15  
41   LMP2 51 United States Eric Lux
Canada Devlin DeFrancesco
Brazil Pietro Fittipaldi
ORECA LMP2 07 289 33 laps       16  
42   GTD 27 Canada Roman Angelis
Denmark Marco Sorensen
United Kingdom Ian James
Aston Martin Vantage GT3 287 35 laps       14  
43   GTD 80 PJ Hyett
Seb Priaulx
United States Gunnar Jeannette
Porsche 911 GT3 R (992) 285 37 laps       18  
44   LMP3 33 United States Lance Willsey
Portugal Joao Barbosa
Nicolas Pino
Ligier JS P320 283 39 laps       21  
45   LMP3 30 United States Ari Balogh
Canada Garrett Grist
United States Dakota Dickerson
Ligier JS P320 282 40 laps       13  
46   GTD 78 Canada Mikhail Goikhberg
Italy Loris Spinelli
Chile Benjamin Hites
Lamborghini Huracan GT3 EVO2 279 43 laps       14  
47   GTP 01 France Sébastien Bourdais
Netherlands Renger van der Zande
New Zealand Scott Dixon
Cadillac V-Series.R 241 81 laps       11  
48   LMP3 36 United States Jarett Andretti
Colombia Gabby Chaves
Glenn van
Ligier JS P320 230 92 laps       10  
49   GTD 57 United States Russell Ward
Switzerland Philip Ellis
Netherlands Indy Dontje
Mercedes AMG GT3 198 124 laps       10  
50   GTD 93 United States Ashton Harrison
Costa Rica Danny Formal
Canada Kyle Marcelli
Acura NSX GT3 186 136 laps       8  
51   GTP 24 Austria Philipp Eng
Brazil Augusto Farfus
Germany Marco Wittmann
BMW M Hybrid V8 172 150 laps       8  
52   LMP2 35 France François Heriau
Netherlands Giedo van der Garde
United States Josh Pierson
ORECA LMP2 07 132 190 laps       8  
53   GTD 023 Onofrio Triarsi
Charles Scardina
Italy Alessio Rovera
Ferrari 296 GT3 95 227 laps       12  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Video WEC | Adamo: "Sulla Ferrari 499P anche radiatori anteriori"
Prossimo Articolo IMSA | 12h di Sebring: le Ferrari 296 lottano, Risi chiude sesto

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia