Il Team Joest sbarca nell'IMSA con la Mazda nel 2018

condivisioni
commenti
Il Team Joest sbarca nell'IMSA con la Mazda nel 2018
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
18 lug 2017, 15:34

La squadra con cui ha costruito i suoi successi a Le Mans l'Audi si rilancia tra i prototipi accettando la sfida della Casa giapponese: l'obiettivo è rendere competitiva la RT24-P che fin qui ha deluso le aspettative.

#55 Mazda Motorsports Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Tristan Nunez
#70 Mazda Motorsports Mazda DPi: Joel Miller, Tom Long
#55 Mazda Motorsports Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Tristan Nunez
#55 Mazda Motorsports Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Tristan Nunez
#70 Mazda Motorsports Mazda DPi: Joel Miller, Tom Long
#55 Mazda Motorsports Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Tristan Nunez
#55 Mazda Motorsports Mazda DPi: Jonathan Bomarito, Tristan Nunez, pit stop

Chiusa l'avventura con l'Audi nel FIA WEC, lo storico Team Joest è pronto ad iniziarne una a stelle e strisce: il prossimo anno porterà infatti in pista le Mazda RT24-P ufficiali nella classe Prototype dell'IMSA.

La stagione 2017 ha un po' deluso le aspettative della Casa giapponese, perché gli equipaggi Bomarito/Nunez e Miller/Long hanno raccolto tre piazzamenti a podio, ma occupano solamente il sesto ed il settimo posto nella classifica del campionato, avendo mostrato un certo gap prestazionale con la Cadillac e la Nissan.

Per questo la Mazda ha deciso di non prendere parte ai tre appuntamenti conclusivi della stagione, concentrandosi già sullo sviluppo in vista del 2018 ed in particolare della 24 Ore di Daytona che aprirà le ostilità.

"La creazione del Mazda Team Joest ci offre un'opportunità unica di lavorare con un partner di provato successo tra i prototipi, quindi anche quella di provare a tornare sul gradino più alto del podio. Voglio dare al Team Joest il benvenuto nella famiglia Mazda e sono convinto che insieme scriveremo delle pagine importanti di storia" ha detto Masahiro Moro, presidente e CEO di Mazda North America.

La storia del Team Joest, in effetti, parla da sola: 16 successi alla 24 Ore di Le Mans e 10 alla 12 Ore di Sebring. E' normale quindi che questo venga recepito come un progetto altamente ambizioso.

"Siamo eccitati ed orgogliosi per questa opportunità che ci ha offerto la Mazda, un marchio che ha una lunga tradizione nel motorsport, specialmente in America. Per noi si tratta poi anche del ritorno negli Stati Uniti, ma è pure una grande notizia per i tanti nostri fan giapponesi" ha aggiunto Ralf Juttner, managing director del Joest Racing.

Questa nuova partnership dovrebbe prendere il via molto presto, con i primi test con la RT24-P in vista della prossima stagione, con il Joest Racing che a breve aprirà una factory anche negli Stati Uniti, nei pressi di Atlanta.

Per quanto riguarda i piloti, quelli attualmente sotto contratto saranno impiegati nella fase di sviluppo, ma la line-up 2018 verrà definita solamente nei prossimi mesi.

Prossimo articolo IMSA

Su questo articolo

Serie IMSA
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie