Grande pole position di Ricky Taylor a Laguna Seca

condivisioni
commenti
Grande pole position di Ricky Taylor a Laguna Seca
David Malsher
Di: David Malsher , US Editor
Tradotto da: Francesco Corghi
24 set 2017, 08:15

Il pilota della WTR ha piazzato la sua Cadillac davanti a tutti rifilando 0"8 a Fittipaldi, con Goossens terzo. In GTLM al top c'è la Ferrari di Vilander, mentre in GTD comanda Snow con la Lamborghini. Deludono le Corvette.

#90 Visit Florida Racing Ligier LMP2: Marc Goossens, Renger van der Zande
#62 Risi Competizione Ferrari 488 GTE: Toni Vilander, Giancarlo Fisichella
#10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor
#10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor
#10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor
#5 Action Express Racing Cadillac DPi: Joao Barbosa, Christian Fittipaldi
#2 Tequila Patrón ESM Nissan DPi: Scott Sharp, Ryan Dalziel
#3 Corvette Racing Chevrolet Corvette C7.R: Antonio Garcia, Jan Magnussen
#912 Porsche Team North America Porsche 911 RSR: Gianmaria Bruni, Laurens Vanthoor
#31 Action Express Racing Cadillac DPi: Eric Curran, Dane Cameron
#85 JDC/Miller Motorsports ORECA 07: Stephen Simpson, Mikhail Goikhberg
#31 Action Express Racing Cadillac DPi: Eric Curran, Dane Cameron
#96 Turner Motorsport BMW M6 GT3: Jesse Krohn, Jens Klingmann

Ricky Taylor ha conquistato la pole position a bordo della sua Cadillac DPi-V.R rifilando 0"8 agli avversari nelle qualifiche della IMSA WeatherTech SportsCar Championship andate in scena al Mazda Raceway di Laguna Seca.

Il pilota della Wayne Taylor Racing ha completato il miglior giro in 1'16"853 in una giornata dove ben sette vetture hanno infranto il record delle LMP2 sulla pista di Monterey. Questo consentirà al team WTR di andare a caccia del successo numero sei del 2017 nella gara di domenica.

"I ragazzi hanno lavorato tantissimo fin dalla Road America - ha commentato Taylor - Per questo li amo, cercano sempre di trovare qualcosa per andare più forte me e mio fratello Jordan. Questo ci consente di avere meno pressioni e dare il massimo. Domani sarà molto importante fare tanti punti, non dobbiamo fare sciocchezze e prendere rischi, anche se ovviamente c'è il desiderio di vincere. Vogliamo presentarci alla Petit Le Mans con un'altra vittoria all'attivo e, chiaramente, ottenerne un'altra".

Al secondo posto si è classificato Christian Fittipaldi con un distacco di 0"829 al volante della Cadillac #5 preparata dalla Action Express Racing, mentre a pochissimi centesimi da lui troviamo terza la Ligier di Marc Goossens (Visit Florida Racing), con la Cadillac di Eric Curran (AXR) quarta.

Jose Gutierrez (Ligier) chiude quinto e migliore dei piloti PR1/Mathiasen Motorsport, seguito dalle Nissan DPi marchiate ESM affidate a Scott Sharp e Johannes Van Overbeek.

In Classe GT Le Mans passeggiata per Toni Vilander con la Ferrari 488 della Risi Competizione, al quale sono bastati tre giri per prendersi la pole position. Il filandese si è messo alle spalle Dirk Muller e la sua Ford GT #66. John Edwards è terzo con la BMW M6 della RLL dopo aver beffato per un solo millesimo il suo compagno di squadra Alexander Sims. La Ford di Ryan Briscoe completa la Top5 davanti a Patrick Pilet, il migliore delle Porsche 911 RSR.

Solo settima e nona le Corvette Racing di Jan Magnussen ed Oliver Gavin, che pure erano andate forte nelle prove libere; la coppia ha accusato un ritardo di 0"9 dal leader e fra loro si è piazzata la 911 RSR di Laurens Vanthoor.

In GT Daytona, terza pole per la Paul Miller Racing grazie all'ottimo giro compiuto da Madison Snow in 1'24"469 con la sua Lamborghini Huracan, seguito da Daniel Morad (Alegra, Porsche 911 GT3 R).

"Avendo chiuso al comando le ultime libere abbiamo avuto una pressione maggiore per la qualifica - ha detto Snow - Questo mi ha reso un po' più nervoso sapendo che la nostra auto era veloce. Abbiamo lavorato parecchio fra le due sessioni e alla fine siamo riusciti a completare un ottimo giro con gomme nuove".

Terzo in categoria Patrick Lindsey con la Porsche della Park Place Motorsports, che ha preceduto la BMW M6 di Jens Klingmann (Turner Motorsports), Sage Karam (3GT, Lexus RC F), Corey Lewis (Change Racing, Lamborghini) e Ozz Negri (Acura NSX).

Prossimo articolo IMSA