Fisichella: "Vogliamo prenderci la rivincita di Le Mans"

Giancarlo Fisichella è ottimista in vista della corsa. Pur essendo l'unica 488 presente in GTLM la vettura che il romano divide con Vilander, autore del tempo in qualifica, e Calado è migliorata rispetto al passato ed ora il BoP non è più penalizzante

Fisichella: "Vogliamo prenderci la rivincita di Le Mans"
#62 Risi Competizione Ferrari 488 GTE: Toni Vilander, Giancarlo Fisichella, James Calado
#62 Risi Competizione Ferrari 488 GTE: Toni Vilander
#62 Risi Competizione Ferrari 488 GTE: Toni Vilander, Giancarlo Fisichella, James Calado
#62 Risi Competizione Ferrari 488 GTE: Toni Vilander, Giancarlo Fisichella, James Calado

La prestazione in GTLM della Ferrari 488 di Toni Vilander, Giancarlo Fisichella e James Calado è stata più che decorosa. Il pilota finlandese ha infatti ottenuto il quarto tempo, il primo tra coloro che non pilotano le Ford GT. Un motivo in più per sperare in un'impresa difficile per Giancarlo Fisichella che ormai gareggia negli Stati Uniti dal 2014 e che con Vilander ha diviso la 488 del Risi Competizioni l'anno passato.

"Il nostro vero problema è che siamo soli contro tutti. L'unica Ferrari che deve combattere contro le Ford, le Porsche, lo squadrone Corvette. Non è semplice eppure anche queste sessioni, e parlo anche delle prove libere e dei test che sono stati svolti le scorse settimane, hanno dimostrato che siamo della partita. Rispetto al 2016 siamo migliorati parecchio. Innanzitutto tra me e Vilander c'è ormai assoluta coordinazione perché ci conosciamo meglio e poi il BoP ora è più equo rispetto al passato, dove abbiamo patito fin troppo".

"Certo le Ford sono tremende: al di là del fatto che si presentano con quattro vetture sono le loro prestazioni a mettere paura. Vanno forte sul dritto, vanno forte in curva. C'è però il precedente della 24 Ore di Le Mans dell'anno scorso: là abbiamo dato filo da torcere fino alla conclusione alle vetture americane e non vedo perché la stessa cosa non possa accadere qui".

Soli contro delle armate. Non sarà semplice...
"Il problema risiede più che altro nel fatto che non possiamo confrontarci con qualcuno che guidi la nostra vettura. Ne risentono lo scambio di informazioni tecniche e di conseguenza lo sviluppo. Però siamo sulla strada giusta. Per la corsa la tattica è quella comune agli altri. Cercare di stare nel mucchio nelle prime fasi  e poi spingere nei momenti decisivi, attorno alle ultime ore quando Daytona entrerà nella fase calda".

Come commenti le dichiarazioni di Fernando Alonso che ti ha definito il miglior compagno di squadra mai avuto in Formula 1?
"Mi hanno fatto molto piacere. Insieme abbiamo vinto due mondiali piloti e costruttori e che un campione come lui riconosca l'apporto che ho dato alla squadra è sicuramente un bel gesto".

condivisioni
commenti
Richard Lietz: "La Porsche RSR cresce bene. Saremo al top a Sebring"

Articolo precedente

Richard Lietz: "La Porsche RSR cresce bene. Saremo al top a Sebring"

Prossimo Articolo

Balzan: "Partenza critica per chi non ha esperienza con queste gomme"

Balzan: "Partenza critica per chi non ha esperienza con queste gomme"
Carica commenti