Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

Daytona | Caso LMP2: rallentate troppo e ora incalzate dalle LMP3

In vista della 24h di Daytona c'è un caso che crea alcuni grattacapi: le Oreca sono state zavorrate e depotenziate per non rischiare di dare fastidio alle nuove LMDh, le quali però vanno sul passo delle precedenti DPi. E ora le LMP3 hanno velocità simili.

#74 Riley Ligier JS P320: Gar Robinson, Felipe Fraga, Josh Burdon, Glenn van Berlo

Jake Galstad / Motorsport Images

I principali piloti della Classe LMP2 hanno messo in dubbio la necessità di rallentare le loro Oreca in vista della 24h di Daytona di questo fine settimana, dato che le nuove vetture LMDh della Classe GTP fanno registrare tempi sul giro simili a quelli delle precedenti DPi.

Per separare meglio le categorie di prototipi nell'evento di apertura dell'IMSA SportsCar Championship, le 07-Gibson hanno subìto una serie di modifiche tecniche annunciate il mese scorso.

Queste includono un aumento di peso di 10 kg, una diminuzione della potenza per mezzo di un restrittore di 35 mm e una riduzione dei giri da 8.700 rpm a 8.000 nelle marce dalla prima alla quinta, e a 8.500 in sesta.

Il pilota del PR1/Mathiasen Motorsports, Ben Keating, ha fatto segnare il miglior tempo in LMP2 nella sessione di Qualifiche dello scorso fine settimana, durante i test Roar con un tempo di 1'40"451, a 3" dalla pole nel 2022.

Il tempo dello statunitense è risultato di circa 2"6 inferiore al miglior giro registrato nella Classe LMP3, un divario che era di quasi 5" nella passata edizione, mentre la LMP2 più lenta è stata comunque sotto al secondo rispetto alla Ligier JS P320 della Sean Creech Motorsports che ha centrato la Pole LMP3.

Nel frattempo, il tempo di Tom Blomqvist, che ha piazzato la Acura ARX-06 di Meyer Shank Racing in Pole, è stato di 1'34"031, dunque praticamente identico a quello ottenuto lo scorso anno nell'ultima uscita delle vetture DPi.

Nicolas Lapierre, che condivide la vettura #52 di PR1/Mathiasen con Keating, Paul-Loup Chatin ed Alex Quinn, ha dichiarato che il distacco relativamente ridotto dalle vetture LMP3 potrebbe causare qualche problema nella gara di questo fine settimana.

"Sicuramente è difficile da capire, perché le GTP vanno alla stessa velocità delle DPi di prima - ha detto il francese a Motorsport.com - La modifica del divario tra le Classi rende la nostra vita molto più difficile con le LMP3. Ma alla fine è lo stesso per tutti, quindi non mi dispiace".

"Finora non abbiamo avuto problemi, ma nelle Prove Libere tutti prendono un po' di margine. In gara potrebbe essere un problema".

 

Josh Pierson, che fa parte dello schieramento della #35 di TDS Racing, è della stessa opinione di Lapierre e ha detto di aver trovato traffico con le LMP3.

"Credo che il problema si ponga con i piloti Bronze - ha detto Pierson - C'è un grande divario tra di loro e alcuni fanno più fatica a superare le LMP3. Non direi che sia superfluo, perché le GTP sono veloci quanto le DPi. Ora c'è un grande divario di velocità e le LMP3 sono più vicine di quanto dovrebbero essere".

"In questo momento è difficile superare le LMP3 in fase di sorpasso, è decisamente evidente. Se non si sta attenti, si può rimanere bloccati dietro a una di esse per tutto il tracciato. È questione di adattarsi, ma si tratta di capire dove si può passare e come gestire il tutto".

Pierson e i suoi compagni di squadra, Giedo van der Garde, Job van Uitert e Francois Heriau, si sono qualificati secondi nel Roar dello scorso fine settimana, a poco più di sette decimi dalla pole di Keating.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Daytona | Allarme Porsche: "992 GTD surclassata, siamo lontani"
Prossimo Articolo Daytona | Libere 1: Acura ricomincia a martellare, ok AMG e Aston

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia