GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
37 giorni
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
57 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
29 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
85 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
28 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
42 giorni
WRC
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
49 giorni
WSBK
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
36 giorni
Formula E
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
64 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
21 giorni

24h Daytona, 22a Ora: WRT torna davanti, che lotta in GTLM

condivisioni
commenti
24h Daytona, 22a Ora: WRT torna davanti, che lotta in GTLM
Di:
26 gen 2020, 17:08

La Wayne Taylot Racing ha ripreso il controllo della 58esima edizione della 24 Ore di Daytona quando mancano due ore al termine, mentre nella GT Le Mans la battaglia è serrata tra le due Porsche, la BMW e la Corvette.

Dopo un pit stop avvenuto a due ore dal termine, la Porsche 911 RSR #912 di Earl Bamber ha portato via la leadership della GTML alla BMW #24 della Rahal Letterman Lanigan, che nel frattempo è passato nelle mani di Jesse Krohn, che comunque rimane negli specchietti della 911.

Giusto pochi secondi più indietro, Nick Tandy ha preso il posto di Matt Campbell ed ha appena conquistato il terzo posto ai danni della Corvette di Jordan Taylor.

La brutta notizia invece è che la Ferrari 488 della Risi Competizione è finita fuori dai giochi, per una penalità rimediata da James Calado perché le ruote della vettura erano già in movimento quando la vettura era ancora sui cavalletti durante un pit stop.

Per quanto riguarda la classifica assoluta, il velocissimo Ryan Briscoe ha riconsegnato a Kamui Kobayashi il volante della Cadillac DPi-V.R della Wayne Taylor Racing con 24" di margine sugli inseguitori. Un gap che l'ex pilota di F1 ha portato poi a quasi mezzo minuto.

A seguire c'è Tristan Nunez, salito sulla Mazda #77 al posto di Oliver Jarvis, che ora ha un margine di 17" sulla Cadillac #5 della JDC Miller, che è scesa quindi al terzo posto dopo che si era presentata al comando al termine della 20esima ora.

Al quarto posto, ma con tre giri di ritardo, c'è la Acura della Penske affidata a Simon Pagenaud. Il vincitore della 500 Miglia di Indianapolis comunque ha guadagnato una posizione ai danni della Mazda #55, costretta ad un lungo pit stop da un calo di potenza.

In LMP2, la DragonSpeed continua a condurre in solitaria, con oltre due giri di margine nei confronti degli inseguitori della PR1 Mathiasen.

Molto combattuta invece la classe GT Daytona, con la Lamborghini Huracan della Magnus Racing che comanda davanti a quella della Paul Miller Racing.

Ma anche Mirko Bortolotti è solo 16" più indietro con l'Audi R8 della WRT, tallonato dalla Porsche 911 GT3R della Wright Motorsports.

Prossimo Articolo
24h Daytona, 20a ora: al comando ora c'è la JDC Miller

Articolo precedente

24h Daytona, 20a ora: al comando ora c'è la JDC Miller

Prossimo Articolo

24h Daytona: vincono ancora la Wayne Taylor Racing e la BMW!

24h Daytona: vincono ancora la Wayne Taylor Racing e la BMW!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie IMSA
Evento 24h di Daytona
Autore David Malsher