Derani svetta nell'ultimo giorno di test a Daytona

Il brasiliano ha svettato con la sua Ligier JS P2 Honda, due decimi più rapido del tempo di Negri

Nella giornata di ieri si è svolta l'ultima sessione di test del campionato IMSA USCC in vista della imminente 24 Ore di Daytona. A staccare il miglior tempo assoluto è stata la Ligier JS P2 motorizzata Honda del pilota brasiliano Luis Felipe Derani, grazie al crono di 1'39"249. 

"Pipo" è stato più rapido di circa due decimi dal miglior tempo fatto siglare nella tre giorni di test da Ozz Negri (1'39"438), sempre al volante di una Ligier JS P2 Honda. Per Derani si tratta della prima volta assoluta sul tracciato di Daytona, eppure sembra già aver trovato una buona confidenza con la pista che sarà sede della celebre 24 ore. 

Ozz Negri e il compagno di squadra Olivier Pla, piloti del team Michael Shank Racing, sono comunque risultati i più veloci nelle giornate di venerdì e sabato, ma anche di quattro delle sette sessioni totali di test. Un responso che fa ben sperare all'interno del team. La pista, nella giornata di domenica, è risultata sensibilmente più veloce rispetto ai primi due giorni.

Ben sei vetture sono scese sotto il muro dell'1'40" nel corso delle ultime sei sessioni, incluse le BR01 Nissan del team SMP Racing, i prototipi Mazda e la Corvette numero 10 del team Taylor Wayne. A scendere sull'1'39" è riuscita anche la Delta Wing nel corso della domenica pomeriggio grazie a Andy Meyrick in 1'39"975.

Chi invece non ha convinto nel corso delle prove del fine settimana appena trascorso sono le Riley-Ford del team Chip Ganassi Racing. Le vetture numero 1 e 2 sono state sfortunate protagoniste di due incidenti nel corso della tre giorni, ma anche le Corvette del team Visit Florida non hanno brillato. Entrambe hanno infatti dovuto fare i conti con un problemi al motore e al cambio.

Nella classe GTLM sono state le Corvette ad apparire già in forma per la 24 Ore. Corvette Racing ha comandato le operazioni per 3 sessioni su sette, così come il team BMW RLL. Scuderia Corsa ha invece portato davanti a tutti la nuova 488 per la sessione rimanente.

In GTD, invece, ben 4 costruttori sono riusciti ad alternarsi al vertice nel corso delle sessioni. Nella giornata di ieri è stata la Porsche 911 GT3 del team Alex Job Racing a comandare, grazie al tempo di 1'47"852. A pochi millesimi ecco la Dodge Viper GT3-R del team Riley Motorsports, davanti all'Audi R8 LMS del team Stevenson Motorsports. Da segnalare l'unico incidente di ieri occorso a Dirk Mueller, il quale è andato a sbattere con la nuova Ford GT, danneggiando il muso. La vettura è poi tornata in pista nel pomeriggio, con il muso riparato.  

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati IMSA
Evento Daytona, test di gennaio
Sub-evento Domenica, seconda sessione
Circuito Daytona International Speedway
Piloti Lucas Luhr , Pipo Derani , Jack Hawksworth
Team Michael Shank Racing , SMP Racing , Chip Ganassi Racing
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag daytona 24, daytona 500, imsa