Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP2 in
01 Ore
:
32 Minuti
:
17 Secondi
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
FP3 in
16 Ore
:
27 Minuti
:
17 Secondi
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
6 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
62 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

24 Ore di Daytona: si dice Cadillac, ma si legge Dallara

condivisioni
commenti
24 Ore di Daytona: si dice Cadillac, ma si legge Dallara
Di:
31 gen 2017, 16:11

Le due LMP2 dominatrici della 24 Ore di Daytona sono state progettate e costruite a Varano de' Melegari: "E' un risultato stupendo - ammette Dallara - assolutamente imprevedibile se si considera che la vettura ha fatto i primi giri in pista 4 mesi fa".

Car of race winners #10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor, Max Angelelli
I vincitori della gara #10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor, Max Angele
#10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor, Max Angelelli, Jeff Gordon
#10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor, Max Angelelli, Jeff Gordon takes

Si dice Cadillac, ma si legge Dallara. Due Cadillac Dpi hanno centrato una splendida doppietta nella 24 Ore di Daytona, la prestigiosa gara di durata americana che apre la stagione IMSA.

Non poteva esserci debutto migliore per la Casa di Varano de’ Melegari nella nuova categoria dei prototipi statunitensi, con le due LMP2 italiane che hanno dominato la maratona della Florida. Alla fine il trionfo è stato quello del Wayne Taylor Racing, con i fratelli Taylor, Jeff Gordon e Max Angelelli che, all’ultima apparizione prima del ritiro, ha portato a casa un risultato del quale è stato straordinario protagonista.

“È stato un risultato stupendo, assolutamente imprevedibile, che ci ha riportato a più di 10 anni fa quando correvamo in campionati dove erano presenti diversi costruttori - commenta Giampaolo Dallara, presidente e fondatore di Dallara Automobili - Nemmeno il più ottimista avrebbe potuto pensare che una vettura che ha fatto i primi giri in pista 4 mesi fa, potesse vincere in modo così netto e in una gara così importante come la 24 ore di Daytona. Dobbiamo essere orgogliosi di questa doppietta e per questo voglio ringraziare tutti i collaboratori dell’azienda per questo sforzo che ci ha dato un’enorme soddisfazione”.

 

Prossimo Articolo
Ford da 24 Ore: dopo Le Mans è arrivato anche il successo a Daytona

Articolo precedente

Ford da 24 Ore: dopo Le Mans è arrivato anche il successo a Daytona

Prossimo Articolo

24 Ore di Daytona: partenza Imsa col botto, in tutti i sensi

24 Ore di Daytona: partenza Imsa col botto, in tutti i sensi
Carica commenti