Daytona: Negri davanti sul bagnato nelle Libere 1

condivisioni
commenti
Daytona: Negri davanti sul bagnato nelle Libere 1
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
28 gen 2016, 17:09

In questo primo turno si sono messe in evidenza soprattutto le GT: buono il debutto delle Ferrari 488

Lucas Luhr and John Edwards remove the covers from the 100th anniversary liveried BMW M6 GTLM
#44 Magnus Racing Audi R8 LMS: John Potter, Andy Lally, Marco Seefried, René Rast
Alexander Wurz and Andy Priaulx
Rubens Barrichello
#20 BAR1 Motorsports ORECA FLM09 Chevrolet
Meccanici a lavoro
#67 Ford Performance Chip Ganassi Racing Ford GT: Ryan Briscoe, Richard Westbrook, Stefan Mücke

Il weekend della 24 Ore di Daytona si è aperto con una prima sessione di prove libere caratterizzata dall'asfalto bagnato che andava via via asciugando e tempi più alti di una quindicina di secondi rispetto a quelli che dovrebbero essere in condizioni ottimali. Dunque, sono in molti quelli che hanno preferito non prendere rischi.

Per buona parte del turno sono state addirittura le vetture di classe GT Le Mans a dettare il ritmo, prima che Ozz Negri mettesse davanti a tutti la sua Ligier-Honda LMP2 della Michael Shank Racing in 1'54"807. La cosa curiosa però è che, alle sue spalle, le posizioni tra la seconda e la nona sono tutte occupate da vetture GTLM.

A guidare questo plotone è la nuova Ferrari 488 della Risi Competizione che con Toni Vilander ha girato in 1'55"078. Segue poi la Porsche 911 RSR di Frederik Makowiecki in 1'55"267. Ma a brillare sono state soprattutto le Rosse, con l'altra 488 con i colori della SMP Racing quarta in 1'55"428 con James Calado. A seguire c'è poi la prima delle nuove BMW M6, mentre la Ford GT della Ganassi Racing è ottava assoluta e quindi settima di classe.

Tornando a parlare di prototipi, in decima piazza assoluta c'è la BR01-Nissan della SMP Racing con Mikhail Aleshin, che precede la Mazda ed il primo dei Daytona Prototype, che è la Corvette DP della Visit Florida portata in pista da Ryan Dalziel. Per quanto riguarda la Prototype Challenge, è stata molto interessante la prestazione della BAR1 Motorsports, che ha monopolizzato le prime due posizioni, facendo segnare il miglior crono con Ryan Lewis.

Passando alla GT Daytona, in cima alla lista dei tempi c'è la Porsche 911 GT3 R della Park Place Motorsports schierata per Matt McMurry, seguita dalla Viper della Riley Motorsports e dalla Ferrari della Spirit of Race. Da segnalare l'incidente della Lamborghini Huracán GT3 della Change Racing, che ha portato un'esposizione leggermente anticipata della bandiera rossa.

 

24 Ore di Daytona - Libere 1

Prossimo articolo IMSA
Memo Gidley è stato operato anche alla schiena

Articolo precedente

Memo Gidley è stato operato anche alla schiena

Prossimo Articolo

Ecco la nuova Mazda RT24-P che darà l’assalto all’IMSA

Ecco la nuova Mazda RT24-P che darà l’assalto all’IMSA
Carica commenti