Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Preview
GT World Challenge Europe Endurance 24h di Spa-Francorchamps

GTWC | 24h di Spa: 67 GT3 al via dell'edizione del Centenario

In palio c'è il successo in cinque classi diverse nell'evento delle Ardenne, con 9 marchi rappresentati, tutti in lizza anche in categoria PRO. Ecco programma ed elenco iscritti.

Griglia di partenza

Il centenario della 24 Ore di Spa è alle porte. L'azione in pista sul circuito delle Ardenne inizia martedì 25 giugno, fino al momento in cui Jacky Ickx darà il via alla gara alle 16:30 di sabato 29 giugno.

Un gruppo di 67 auto affronterà questa edizione storica della classica belga di durata, con cinque classi pronte a darsi battaglia. Ma scopriamo chi sono i contendenti che sperano di scrivere il loro nome nell'albo d'oro.

PRO-AM CUP

Appuntamento fisso dell'evento da oltre un decennio, la classe Pro-Am torna per la 24 Ore di Spa con sei vetture che si daranno battaglia per la vittoria. Tra loro c'è molta qualità, tra cui un trio di vincitori assoluti del passato e rappresentanti di ogni serie continentale del GTWC.

CrowdStrike By Riley (Mercedes-AMG) unisce il trio americano composto da George Kurtz, Ian James e Colin Braun con il vincitore del 2015 Nicky Catsburg. Earl Bamber (vincitore nel 2020) guiderà per il suo team EBM Porsche, che comprende anche il pilota del GTWC Asia, Adrian D'Silva.

Anche il principe Jefri Ibrahim è volto noto della serie Asia e farà parte dell'equipaggio della Mercedes-AMG Triple Eight JMR, insieme al vincitore del 2016 Alexander Sims. C'è un'altra Mercedes-AMG del team Uno Racing-Landgraf, che avrà una delle livree più accattivanti della griglia.

Haas RT farà il suo debutto con un'Audi e ha aggiunto alla sua formazione il pilota del GTWC Australia, Brad Schumacher. Infine, il Team RJN fa un grande ritorno alla classica delle Ardenne in collaborazione con la McLaren, gareggiando con il numero 100 nell'edizione del centenario.

#100 Team RJN McLaren 720s GT3 Evo: Alex Buncombe, Chris Buncombe, Jann Mardenborough

#100 Team RJN McLaren 720s GT3 Evo: Alex Buncombe, Chris Buncombe, Jann Mardenborough

Foto di: SRO

BRONZE CUP

Sebbene sia ancora relativamente agli albori, la Bronze Cup ha attirato un sensazionale schieramento di 21 auto. Dopo aver vinto lo scorso anno con Huber Motorsport, Antares Au passa alla Lionspeed X Herberth Porsche, unendosi a un equipaggio che comprende anche l'asso belga Alessio Picariello. Un'altra vittoria per il marchio di Stoccarda potrebbe avverarsi grazie a Dinamic GT, Herberth Motorsport e Rutronik Racing.

La nuova Aston Martin Vantage sarà sicuramente un successo tra gli appassionati, con le squadre locali Comtoyou Racing e Walkenhorst Motorsport (vincitore assoluto nel 2018) che schiereranno entrambe questa vettura notevolmente aggiornata.

La McLaren sembra essere una vera e propria minaccia, con due iscrizioni ciascuna da parte delle squadre britanniche Garage 59 e Optimum Motorsport. La formazione #188 di Garage 59 pare particolarmente forte, con il gradito ritorno di Miguel Ramos e l'asso della McLaren Marvin Kirchhöfer a rafforzare ulteriormente l'equipaggio.

Con 25 vittorie complessive, BMW è il marchio più vincente nella storia di Spa, anche se dall'inizio dell'era GT3 nel 2011 il marchio bavarese non ha ancora ottenuto una vittoria di classe. Century Motorsport e OQ by Oman Racing sperano di cambiare questa situazione, lavorando in tandem con il Team WRT.

La Ferrari ha ottenuto ben 14 trionfi di classe e sette di queste vittorie sono arrivate per gentile concessione di AF Corse, che annovera le leggende di Spa Louis Machiels e Andrea Bertolini tra i membri dell'equipaggio della vettura #52. Kessel Racing, che ha vinto l'apertura della stagione al Circuito Paul Ricard, porta due vetture, mentre Sky Tempesta Racing e Rinaldi Racing aggiungono ulteriore forza.

Sebbene sia ancora alla ricerca della prima vittoria assoluta, la Lamborghini ha ottenuto numerosi successi nelle Ardenne. Barwell Motorsport ha vinto tre classi in altrettanti anni tra il 2018 e il 2020, quindi lo sforzo della squadra britannica con due Huracan deve essere considerato come potenziale vincitore.

Lo stesso si può dire per il ritorno delle Iron Dames, che comprende la beniamina locale Sarah Bovy, la pilota donna più esperta dell'era GT3. Tresor Attempto Racing completa l'elenco con la sua Audi.

#83 Iron Dames Lamborghini Huracan GT3 Evo2: Sarah Bovy, Rahel Frey, Michelle Gatting

#83 Iron Dames Lamborghini Huracan GT3 Evo2: Sarah Bovy, Rahel Frey, Michelle Gatting

Foto di: SRO

SILVER CUP

Da quando è entrata a far parte della gara nel 2018, la Silver Cup ha spesso prodotto una fantastica azione in pista. Grasser Racing difenderà la vittoria dello scorso anno con una formazione tutta nuova, che vede l'equipaggio di quattro piloti composto da Llarena/Cook/Qarajouli/Moulin condividere la sua familiare Lamborghini verde.

Da tenere d'occhio anche Madpanda Motorsport, che ha vinto la classe nel 2021 e ha due veterani di Spa come Ezequiel Perez Companc e Patrick Assenheimer. La squadra argentina guida un quartetto di Mercedes-AMG, che comprende anche i concorrenti più esperti di GetSpeed e Boutsen VDS, oltre al giovane equipaggio di Winward Racing che ha trionfato al Circuito Paul Ricard.

La Comtoyou Racing si sta preparando per il suo primo assalto a Spa con l'Aston Martin e conta non meno di quattro piloti belgi tra le sue due vetture, con Nicolas Baert ed Esteban Muth sulla #12 e Sam Dejonghe e Matisse Lismont sulla #21. La squadra francese Saintéloc Racing può certamente essere un fattore con la sua Audi, mentre Walkenhorst Motorsport aggiunge una BMW e Dinamic GT schiera una Porsche.

#21 Comtoyou Racing Aston Martin Vantage AMR GT3 Evo: Charles Clark, Sam Dejonghe, Matisse Lismont, Xavier Massen

#21 Comtoyou Racing Aston Martin Vantage AMR GT3 Evo: Charles Clark, Sam Dejonghe, Matisse Lismont, Xavier Massen

Foto di: SRO

GOLD CUP

La 24 Ore di Spa del centenario sarà affrontata da sei vetture della Gold Cup, con Audi e Mercedes-AMG rappresentate da tre vetture ciascuna. Con uno schieramento massimo di tre piloti classificati Gold e uno Silver, i migliori di questi equipaggi sperano di poter competere per la Top10 generale.

La Saintéloc Racing ha vinto la prima gara al Paul Ricard ed è stata in passato vincitore assoluto a Spa, quindi il suo equipaggio composto da Pla/Magnus/Evrard/De Wilde è tra i favoriti della vigilia.

Tresor Attempto Racing può contare su un trio di giovani italiani, Patrese/Ferrari/Moncini, ai quali si aggiunge per la 24 Ore il vincitore della Silver Cup dello scorso anno Glenn Van Berlo. CSA Racing aggiunge un'altra Audi e schiera un quartetto di piloti francesi.

Tra i piloti Mercedes-AMG, AlManar Racing by GetSpeed ha mostrato un gran passo all'apertura della stagione e beneficerà dell'esperienza in classe Pro di Mikaël Grenier. 2 Seas Motorsport aggiunge Frank Bird al suo equipaggio regolare, mentre HRT mantiene il trio Maini/Owega/Beretta.

#77 Haupt Racing Team Mercedes-AMG GT3 Evo: Arjun Maini, Jusuf Owega, Michele Beretta

#77 Haupt Racing Team Mercedes-AMG GT3 Evo: Arjun Maini, Jusuf Owega, Michele Beretta

Foto di: SRO

PRO

Anche se ognuno dei 67 partecipanti di quest'anno potrebbe aggiudicarsi l'ambita vittoria assoluta, il vincitore verrà quasi certamente dalla Classe PRO, come è accaduto ogni anno da quando la GT3 è diventata la categoria principale nel 2011. Le speranze sono costituite da 19 equipaggi del GTWC Europe che partecipano a tutta la stagione e da cinque iscrizioni singole.

BMW è il vincitore in carica dopo il trionfo dello scorso anno con ROWE Racing. Una ripetizione è certamente possibile con la formazione invariata della #98 di Eng/Wittmann/Yelloly, che cercherà di diventare il secondo vincitore di due gare consecutive. La sorella #998 di Farfus/Harper/Hesse ha vinto la gara inaugurale al Paul Ricard ed è un'altra forte candidata.

Anche il Team WRT ha due schieramenti d'eccezione. La #32 di D.Vanthoor/Weerts/Van der Linde è più che pronta a vincere questa gara, mentre la sorella #46 annovera due vincitori del passato - Maxime Martin (2016) e Raffaele Marciello (2022) - con Valentino Rossi. Possiamo solo immaginare la reazione che susciterebbe la vittoria di Vale nella più importante gara GT del mondo. In generale, si può affermare che la BMW ha la formazione più forte quest'anno.

Naturalmente, il contingente Mercedes-AMG non sarà certamente d'accordo. Il marchio di Affalterbach ha anche quattro vetture Pro e una serie di piloti di livello mondiale. Il Mercedes-AMG Team GetSpeed può contare su Jules Gounon (vincitore nel 2017 e nel 2022), abilmente supportato da Luca Stolz e Fabian Schiller, mentre il Mercedes-AMG Team Mann-Filter porta il trio Engel/Auer/Morad.

La terza vettura ufficiale è una one-off per Spa, che unisce Daniel Juncadella (vincitore nel 2022) con i giovani talenti Ralf Aron e Frederik Vesti. Quest'ultimo si è classificato secondo nella classifica FIA F2 dello scorso anno e si appresta a fare il suo debutto in GT3 al massimo livello possibile. Boutsen VDS aggiunge un'ulteriore vettura, che affianca Maximilian Götz (vincitore nel 2013) a Thomas Drouet e Ulysse De Pauw. Vittoriosa nel 2022 e seconda classificata l'anno scorso, Mercedes-AMG sembra ben messa per questa edizione del Centenario.

Nessun marchio ha più auto Pro di Porsche. Questo è stato spesso il punto di forza della Casa di Stoccarda e ha portato alla vittoria assoluta nel 2019 e nel 2020. HubAuto Racing (L.Vanthoor/Estre/Pilet), SSR Herberth (Makowiecki/Campbell/Jaminet) e Phantom Global Racing (Evans/Eriksson/Preining) potrebbero certamente ripetersi nel 2024.

Le iscrizioni alla stagione completa sono guidate da Schumacher CLRT (Güven/Heinrich/Boccolacci), il cui team manager Côme Ledogar ha vinto la 24 Ore solo tre anni fa con la Ferrari. Rutronik Racing combina i passati podi di Patric Niederhauser e Sven Müller con il versatile pilota Porsche Julien Andlauer, mentre Pure Rxcing fa il salto dalla Bronze Cup con il suo equipaggio composto da Malykhin/Bachler/Sturm.

Può essere difficile vincere con una nuova auto, ma non è impossibile. Comtoyou Racing e Walkenhorst Motorsport sperano di avere un impatto immediato con l'Aston Martin Vantage, mentre Proton Competition cercherà il successo al debutto con la nuova Ford Mustang. Tra questi, è impossibile ignorare la formazione di Comtoyou Racing composta da Thiim/Sørensen/Drudi, tutti già saliti sul podio a Spa.

I piloti della Walkenhorst Motorsport non sono altrettanto noti, anche se il trio Gunn/Pittard/Chaves è molto capace e ha esperienza sia a Spa sia in altre gare da 24h.

Per quanto riguarda Proton Competition e la sua Ford, l'impegno di una sola vettura rappresenta una sfida ancora maggiore. Per questo motivo, la velocità e l'esperienza di Mies/Vervisch/Olsen saranno fondamentali.

Mentre Aston Martin e Ford hanno lanciato nuovi progetti, l'Audi R8 è in circolazione in varie forme da oltre un decennio. L'attuale modello EVO II sarà gestito da due team Pro. Tresor Attempto Racing ha un vincitore in passato, Christopher Haase (2017), oltre al velocissimo Ricardo Feller e al giovane Alex Aka. Hass RT è un partecipante unico e ha messo insieme la formazione di grande esperienza di Lind/Gachet/Heyl.

La Ferrari è l'unico marchio non tedesco ad aver conquistato la vittoria assoluta nell'era GT3, con un finale davvero indimenticabile per la gara del 2021. Al secondo anno per la sua 296 e con una coppia di vetture Pro di AF Corse - Francorchamps Motors, è tra i favoriti. La #51 di Pier Guidi/Rigon/Rovera è molto forte, con il piemontese in particolare tra i migliori piloti di endurance della sua generazione. La sorella #71 combina l'esperto Vincent Abril con il vincitore della Silver Cup Thomas Neubauer e il debuttante David Vidales.

Dopo aver conquistato diversi titoli GTWC Europe e una serie di vittorie di classe nelle Ardenne, la Lamborghini ha l'ambizione di ottenere il suo primo trionfo assoluto quest'anno. Iron Lynx ha vinto con la Ferrari nel 2021 e la sua formazione composta da Bortolotti/Caldarelli/Cairoli è tra le migliori della griglia. Grasser Racing ha conquistato la Silver Cup lo scorso anno e dispone di un equipaggio interamente factory composto da Perera/Mapelli/Pepper.

Infine, la McLaren è rappresentata da Garage 59 e dal suo giovane trio Goethe/Gamble/MacDonald. Tutti e tre hanno ottenuto vittorie di classe - Goethe in Silver (2022) e Gamble e MacDonald in Gold (2023) - quindi sanno cosa serve per avere successo all'evento. Questo promettente equipaggio spera di essere tra i pretendenti alla vittoria domenica pomeriggio.

Tutte e cinque le classi hanno un tema comune: è impossibile prevedere chi salirà sul podio, per non parlare della vittoria alle 16:30 di domenica pomeriggio. Quello che possiamo dire con certezza è che la 24 Ore di Spa del centenario sarà combattuta dall'inizio alla fine.

#46 Team WRT BMW M4 GT3: Raffaele Marciello, Maxime Martin, Valentino Rossi

#46 Team WRT BMW M4 GT3: Raffaele Marciello, Maxime Martin, Valentino Rossi

Foto di: SRO

IL PROGRAMMA

MARTEDÌ 25 GIUGNO
14.55-17.55: Test

GIOVEDÌ 27 GIUGNO
11.20-12.50: Prove libere
16.30-17.30: Pre-qualifiche
20.35-21.55: Qualifiche
22.25-23.55: Prove notturne

VENERDI' 28 GIUGNO
15.45-16.15: Superpole
20.10-20.40: Warm-Up

SABATO 29 GIUGNO
16.30: Gara

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WEC | Lamborghini: si delinea ora il futuro, ma senza strafare
Prossimo Articolo GTWC | Livrea speciale per la BMW di Rossi-Marciello-Martin a Spa

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia