Calendari 2023 GTWC e IGTC: torna Monza, novità Abu Dhabi

SRO Motorsports ha ratificato l'elenco delle gare del prossimo anno e nel GTWC Europe si torna ad aprire con l'appuntamento in Brianza, mentre a Misano si andrà a luglio. Nell'IGTC Kyalami viene spostata a febbraio, il 2022 si concluderà con la 12h del Golfo.

Calendari 2023 GTWC e IGTC: torna Monza, novità Abu Dhabi
Carica lettore audio

Durante la conferenza stampa annuale di SRO Motorsports Group tenutasi durante il fine settimana della 24h di Spa-Francorchamps sono stati svelati i calendari del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS e dell'Intercontinental GT Challenge powered by Pirelli.

Confermati i 10 eventi con partenza che avverrà nuovamente a Monza dopo un anno di stop e Misano durante l'estate, i lavori scatteranno coi soliti test ufficiali del Paul Ricard previsti il 7-9 marzo.

Come detto, Monza torna nel calendario come tappa d'apertura dell'Endurance Cup a metà aprile, seguita dalle due Sprint di Brands Hatch e Magny-Cours, per poi tornare a Le Castellet per la 1000km di inizio giugno.

Successivamente trasferta Sprint a Zandvoort ed ecco Misano, con il 'Marco Simoncelli' che ospiterà il campionato l'1-2 luglio nel pieno dell'estate.

Ma è a fine mese l'appuntamento più atteso della 24h di Spa-Francorchamps, come sempre preceduto dai test collettivi a giugno.

La stagione si concluderà con i round Endurance di Hockenheim e Barcellona, inframezzati dall'ultima Sprint di Valencia.

Infine va sottolineato come gli uomini di Stéphane Ratel abbiano lavorato per semplificare le Classi: dal prossimo anno ci saranno Gold Cup, Silver Cup e Bronze Cup come suddivisioni delle categorie a seconda delle licenze dei piloti.

GT WORLD CHALLENGE EUROPE - Calendario 2023

7-9 marzo – Test al Paul Ricard
15-16 aprile – 3h di Monza (Endurance)
29-30 aprile – Brands Hatch (Sprint)
13-14 maggio – Magny-Cours (Sprint)
3-4 giugno – Paul Ricard 1000km (Endurance)
17-18 giugno – Zandvoort (Sprint)
20-21 giugno - Test per la 24h di Spa
1-2 luglio – Misano (Sprint)
28-30 luglio – 24h di Spa (Endurance)
2-3 settembre – 3h di Hockenheim (Endurance)
16-17 settembre – Valencia (Sprint)
30 settembre/1 ottobre – 3h di Barcellona (Endurance)

 

IGTC, novità 2022 Abu Dhabi

Fra le varie attività della sua organizzazione, Ratel ha mostrato anche quale sarà il calendario dell'Intercontinental GT Challenge powered by Pirelli, ma c'è già una novità per quest'anno.

Si tratta della 12h del Golfo, che per la prima volta entra a fare pare delle gare in elenco andando a prendere il posto di Kyalami.

In Sudafrica si andrà all'inizio del 2023, per cui non aveva senso correre nello spazio di pochi mesi sul medesimo tracciato, come ha spiegato lo stesso Ratel.

"La 12 Ore del Golfo è l'evento perfetto per chiudere la stagione 2022, non c'è gara e circuito GT migliore in Medio Oriente e così l'IGTC può tornare in Asia per la prima volta dal 2019".

"Condividiamo lo stesso partner per i pneumatici e la regione è importante per le attività delle Case. Inoltre, senza il coinvolgimento di SRO, Andrea Ficarelli e il suo team hanno già messo insieme un ottimo elenco iscritti, che aumenterà nei prossimi mesi".

Andrea Ficarelli, responsabile di Driving Force Events, promotore dell'evento, ha aggiunto: "È un grande riconoscimento per la 12 Ore del Golfo, che entra a far parte delle gare endurance GT più importanti del mondo diventando parte dell'Intercontinental GT Challenge".

"Vedere alcune delle migliori auto GT3 Pro del mondo competere per il titolo qui aggiunge una nuova dimensione e dimostra come il nostro evento si sia affermato nell'ultimo decennio a livello mondiale".

"Oltre ad accogliere l'Intercontinental GT Challenge, la 12 Ore del Golfo rimarrà un evento di fine stagione di prim'ordine per i piloti gentlemen che gareggiano in GT3 Pro-Am e GT3 Am, nonché per i team che partecipano alla GT4 e alla Porsche 992 Cup".

"Non vediamo l'ora di sperimentare la nostra prima collaborazione con SRO Motorsports Group dopo diversi anni di conversazioni amichevoli, e metteremo il massimo impegno per rendere questa cooperazione un successo".

Per quanto riguarda il 2023, torna ad inizio febbraio l'appuntamento con Bathurst, seguito a fine mese da Kyalami, appunto, mentre a luglio c'è la solita 24h di Spa.

Non c'è stato modo di reinserire Suzuka, date le circostanze legate al Covid che continuano a mettere a rischio viaggi e quant'altro, per cui Ratel e soci hanno preferito virare su Abu Dhabi trovando un accordo come gara conclusiva.

Prima avrà luogo la 8h di Indianapolis, confermata per ottobre negli Stati Uniti.

IGTC - Calendario 2023

5 febbraio - 12h di Bathurst
25 febbraio - 9h di Kyalami
29/30 luglio - 24h di Spa
9 ottobre - 8h di Indianapolis
TBC - 12h del Golfo

condivisioni
commenti
GTWC | Ferrari, primo titolo 2022: De Pauw-Jean Campioni Silver
Articolo precedente

GTWC | Ferrari, primo titolo 2022: De Pauw-Jean Campioni Silver

Prossimo Articolo

Bortolotti: "Lamborghini LMDh uno stimolo, ma nulla è facile"

Bortolotti: "Lamborghini LMDh uno stimolo, ma nulla è facile"