Vanthoor: "La vittoria? Sinceramente è un successo imbarazzante"

Il pilota belga ha colto il successo in una controversa gara conclusa con un incidente spettacolare. L'interruzione con bandiera rossa ha regalato la FIA GT World Cup al pilota Audi, imbrazzato di aver trionfato in questo modo.

Vanthoor: "La vittoria? Sinceramente è un successo imbarazzante"
Laurens Vanthoor, Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS crash
Startac tion, Laurens Vanthoor, Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS leads
Laurens Vanthoor, Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS
Edoardo Mortara, Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS
Laurens Vanthoor, Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS
Earl Bamber, Manthey Racing Porsche 911 GT3-R
Laurens Vanthoor, Audi Sport Team WRT Audi R8 LMS
Maro Engel, Mercedes-AMG Driving Academy Mercedes-AMG GT3

La gara odierna del FIA GT World Cup si è conclusa anzitempo a seguito del tremendo incidente che ha visto protagonista Laurens Vanthoor.

Il pilota belga, infatti, ha perso il controllo della propria Audi R8 dopo aver colpito un cordolo interno e, dopo aver colpito con il lato sinistro della vettura le barriere poste all'esterno della carreggiata, è letteralmente decollato finendo la propria gara con la macchina capovolta in mezzo al tracciato.

L'incidente di Vanthoor ha imposto l'esposizione della bandiera rossa ed il belga, nonostante il violento incidente, è stato dichiarato vincitore di una edizione che rimarrà nella storia per la brevità della gara e le numerose polemiche. 

Nonostante la vittoria, il belga non è riuscito a gioire per un successo decisamente controverso.

"Se torniamo indietro di due giri prima dell'incidente possiamo dire che avrei meritato la vittoria. Non sto dicendo che ero sicuro di vincere, ma ero uno dei piloti più accreditati per il successo finale. Ho conquistato la gara, ma non avrei certamente voluto vincere in questo modo".

"Ad ogni modo non so se ho meritato la vittoria visto che ho fatto un errore e sono stato protagonista di un incidente. Aver vinto così è imbarazzante. Non so cosa dire, sicuramente senza l'incidente ci sarebbe stato uno spettacolo migliore per tutti. Non so cosa pensare".

Vanthoor ha poi spiegato la dinamica dell'incidente. Nel tentativo di rispondere al sorpasso di Bamber, il belga ha colpito il cordolo interno, facendo scomporre la sua R8. Una volta perso il controllo della vettura, Vanthoor non è riuscito ad evitare di colpire anche il cordolo esterno che l'ha fatto decollare in aria.

"Quando c'è stata la ripartenza ho creato un buon gap su Bamber, ma lui era velocissimo ed è riuscito a superarmi alla Mandarin. Ho cercato di rispondere al suo attacco, ma quando ho preso il cordolo interno ho perso il controllo della vettura. Successivamente ho colpito il cordolo esterno che mi ha fatto decollare".

Il belga ha infine rassicurato sulle sue condizioni fisiche, affermando di non aver riscontrato alcun problema, ma psicologicamente l'incidente odierno verrà ricordato a lungo dal pilota Audi.

"Fisicamente sto bene, anche se quella non è la migliore curva dove avere un incidente. Percorrere metà rettilieno con la vettura capovolta e vedere le altre auto arrivare è una sensazione difficilmente descrivibile. Rimarrà uno dei peggiori ricordi della mia carriera".

 

 

condivisioni
commenti
FIA GT World Cup: Vanthoor vincitore dopo il decollo e la bandiera rossa
Articolo precedente

FIA GT World Cup: Vanthoor vincitore dopo il decollo e la bandiera rossa

Prossimo Articolo

Lotus Cup Italia: Zerbi e Fumagalli con LG Motorsport nel 2017

Lotus Cup Italia: Zerbi e Fumagalli con LG Motorsport nel 2017
Carica commenti