Mortara più forte di tutto e tutti concede il bis a Macao

condivisioni
commenti
Mortara più forte di tutto e tutti concede il bis a Macao
Di: Jack Cozens
Tradotto da: Francesco Corghi
19 nov 2017, 07:40

Il pilota della Mercedes ha comandato dal primo all'ultimo giro, nonostante un paio di Safety Car gli abbiano anullato il vantaggio accumulato e l'assalto finale di Frijns, poi secondo davanti ad Engel. Rimonta di Farfus che si tocca con Marciello al via.

Edoardo Mortara, Mercedes-AMG Team Driving Academy, Mercedes - AMG GT3
Robin Frijns, Audi Sport Team WRT, Audi R8 LMS
Conferenza stampa, Augusto Farfus, BMW Team Schnitzer, BMW M6 GT3, Edoardo Mortara, Mercedes-AMG Tea
Podio: il vincitore della gara Edoardo Mortara, Mercedes-AMG Team Driving Academy, Mercedes - AMG GT3, il secondo classificato Augusto Farfus, BMW Team Schnitzer, BMW M6 GT3, il terzo classificato Raffaele Marciello, Mercedes-AMG Team GruppeM Racing, Mercedes - AMG GT3
Podio: il secondo classificato Augusto Farfus, BMW Team Schnitzer, BMW M6 GT3
Edoardo Mortara, Mercedes-AMG Team Driving Academy, Mercedes - AMG GT3
Partenza, Maro Engel, Mercedes-AMG Team GruppeM Racing, Mercedes - AMG GT3 al comando
Maro Engel, Mercedes-AMG Team GruppeM Racing, Mercedes - AMG GT3
Partenza, Maro Engel, Mercedes-AMG Team GruppeM Racing, Mercedes - AMG GT3 al comando
Laurens Vanthoor, Craft Bamboo Racing, Porsche 911 GT3R, Nico Müller, Audi Sport Team WRT, Audi R8 L

Edoardo Mortara ha centrato la sua quarta vittoria nel GT con un'ottima prestazione nella bellissima gara del FIA GT World Cup a Macao.

Il pilota della Mercedes è scattato dalla pole position dopo la vittoria nella qualifying race di sabato senza mai mollare il primato, precedendo Robin Frijns e Maro Engel.

L'unico brivido per "Edo" è stato il "bacio" al muro all'uscita della prima curva durante la partenza lanciata, tenendosi dietro la BMW M6 di Augusto Farfus alla "Lisboa", dove il brasiliano è stato colpito da Raffaele Marciello, il quale non ha potuto evitarlo toccandolo con la sua Mercedes-AMG GT3 nel posteriore.

Marciello è quindi salito al secondo posto, ma Farfus, nonostante una M6 lievemente danneggiata, si è ripreso la posizione approfittando dei problemi accusati dalla vettura di "Lello", che ha visto fuoriuscire del fumo dal cofano.

In tutto ciò, Mortara ha cominciato a costruirsi il proprio vantaggio, annullato però dall'ingresso della safety car al giro 6 per consentire la rimozione dell'Audi R8 LMS di Lucas di Grassi, finito a muro alla "Solitude Esses" e fermatosi poco dopo.

La gara è ripartita tre giri dopo, ma si è proseguito con bandiera verde per solo mezza tornata dato che la vettura di sicurezza è stata rimandata in pista a causa di Darryl O'Young, fermatosi sulla salita di "San Francisco".

Il nativo di Hong Kong è poi riuscito a riguardagnare i box e la bagarre è ricominciata la giro 11, con Mortara sempre davanti all'Audi di Frijns e alla Mercedes di Maro Engel, mentre Farfus è dovuto rientrare ai box per rimuovere il portellone posteriore.

Frijns ed Engel hanno percorso un paio di passaggi attaccati, poi si sono avvicinati a Mortara, autore di un paio di errorini.

Il leader ha sudato freddo nel finale quando Frijns gli è apparso in scia, ma non abbastanza per passarlo e dovendosi accontentare quindi del secondo posto, con Engel a completare il podio.

Farfus si è riscattato alla grande con alcuni bei sorpassi, l'ultimo dei quali ai danni della BMW di Chaz Mostert che gli è valso la quarta piazza; l'australiano è finito a muro nella parte sulla montagna, ma è riuscito a proseguire fino al traguardo, seguito da Marco Wittmann, Romain Dumas, Daniel Juncadella ed Hiroki Yoshimoto.

Prossimo Articolo
Mortara ancora re di Macao: trionfa nella Qualifying Racing GT

Articolo precedente

Mortara ancora re di Macao: trionfa nella Qualifying Racing GT

Prossimo Articolo

La nuova McLaren 720S GT3 arriverà nel 2019

La nuova McLaren 720S GT3 arriverà nel 2019
Carica commenti