12 Ore di Bathurst: trionfano la Ferrari e Mika Salo

12 Ore di Bathurst: trionfano la Ferrari e Mika Salo

Il finlandese ha portato alla vittoria la 458 della Maranello Motorsport con Lowndes, Edwards e Bowe

E’ un inizio di stagione positivo per la Ferrari 458 GT. Dopo la vittoria in classe GTD alla 24 di Daytona è arrivato oggi il successo assoluto nella 12 Ore di Bathurst, l’appuntamento più importante del calendario endurance in Australia. A trionfare è stata la vettura del team Maranello Motorsport, affidata ad un equipaggio formato dall’ex-pilota della Scuderia Ferrari Mika Salo e dagli australiani Craig Lowndes, Peter Edwards e John Bowe. E’ stato un arrivo al cardiopalmo, con la Ferrari di Lowndes che ha preceduto sul traguardo la Mercedes di Buhk di soli quattro decimi: una neutralizzazione a venti minuti dalla fine aveva annullato il vantaggio che l’australiano aveva accumulato in precedenza, trasformando il finale in uno sprint a due. Per Lowndes è il sesto successo a Bathurst dopo i cinque conquistati sulla distanza dei 1000 Chilometri. La squadra ha dedicato la vittoria ad Allan Simonsen, scomparso tragicamente nella 24 Ore di Le Mans dello scorso anno, che tante volte aveva difeso i colori del team di Melbourne, anche a Bathurst. Poca fortuna per le altre due Ferrari iscritte alla corsa. La vettura di Clearwater Racing (Mok-Baird-Griffin-Hamaguchi) è stata costretta al ritiro dopo 57 giri a causa di una collisione un doppiato, mentre ancora peggio è andata alla 458 GT di AF Corse (Wyatt-Rugolo-Cioci), che non è riuscita a prendere il via dopo che un’uscita di pista durante le qualifiche aveva provocato danni irreparabili al telaio.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Mika Salo , Craig Lowndes , John Bowe , Peter Edwards
Articolo di tipo Ultime notizie