Zampieri e Antonelli trionfano nel caos di Gara 2 a Barcellona

Il duo dell'Antonelli Motorsport coglie un successo meritato in un ultimo appuntamento stagionale caratterizzato da numerosi incidenti ed altrettanti ingressi della safety car. Fantastico il terzo posto di Sini e Fannin.

Zampieri e Antonelli trionfano nel caos di Gara 2 a Barcellona

Continua a sventolare il tricolore sul tracciato di Barcellona, palcoscenico dell'ultimo appuntamento stagionale dell'International GT Open. Se ieri a gioire della vittoria nel campionato erano stati Biagi e Crestani, nel round odierno sono stati Zampieri ed Antonelli a cogliere un successo sofferto e meritato in una gara caretterizzata da numerosi incidenti, anche piuttosto violenti.

Il primo momento di tensione si è vissuto nelle prime fasi di gara quando Krognes ha tentato un sorpasso decisamente scriteriato nei confronti di Barnes finendo con il colpire violentemente la vettura di ques'utlimo. Krognes è stato costretto ad un prematuro ritiro mentre per Barnes la gara è stata subito compromessa.

Pochi giri dopo si è assistito all'ennesimo contatto, questa volta con protagonisti Terting e Ledogar. I due si sono ritrovati in lotta per la terza piazza ma una collisione tra la Porsche e la McLaren ha costretto Ledogard al ritiro e la direzione gara non ha potuto fare altro che far intervenire la safety car per rimuovere la vettura di Terting.

Riprese le operazioni, Zampieri, autore della pole, ha mantenuto un ritmo inavvicinabile per i rivali e, una volta rientrato ai box, ha consentito ad Antonelli di poter tornare in pista nuovamente in prima posizione.

Effettuate tutte le soste obbligatorie alle spalle della Lamborghini #25 si sono trovati Yacaman e Ramos, con quest'ultimo bravo a liberarsi velocemente di Moiseev, ma ancora una volta la direzione gara si è vista costretta a far intervenire la safety car a seguito del violento incidente che ha visto protagonisti Beabelique e Tappy.

Il pilota della Mercedes ha perso il controllo della vettura in frenata e, dopo aver colpito il muretto, ha centrato in pieno la McLaren del Garage 59. Fortunatamente entrambi i piloti non hanno subito alcuna conseguenza fisica nonostante la violenza dello scontro, ma la vettura di sicurezza è rimasta in pista molto a lungo per consentire ai commissari di rendere nuovamente praticabile il tracciato.

Le operazioni sono riprese a quattro minuti dal termine ed anche in questo caso si è assistito ad un contatto risultato poi decisivo per la classifica finale. Antonelli si è infatti visto affiancare da Yacaman alla ripartenza ed ha resistito al tentativo di attacco del rivale alla staccata della prima curva. I due sono entrati in contatto e ad avere la peggio è stato il driver del Teo Martin Motorsport costretto al ritiro con una sospensione ko.

I giri finali hanno poi visto una strepitosa rimonta di Crestani, bravissimo a risalire sino alla quarta posizione dopo aver forzato nel finale l'attacco ai danni di un Moiseev apparso oggi davvero ostico da sopravanzare.

Antonelli ha mantenuto il sangue freddo nelle tornate conclusive ed è riuscito così a cogliere, in coppia con Zampieri, un sucesso meritato precedendo Ramos ed un Fannin abile a portare l'Aston Martin del Solaris Motorsport sul terzo gradino del podio.

Moiseev, come detto, ha ceduto solo nel corso dell'ultimo giro la quarta posizione ad un Crestani apparso ancora una volta irresistibile, mentre alle spalle della Ferrari #49 hanno chiuso a stretta distanza Balfe e Farmer. 

La top ten si è completata con Haring, Ricci e Coimbra in ottava, nona e decima posizione.

Al termine del round odierno la classifica piloti vede Biagi e Crestani campioni con 183 punti, mentre il secondo posto è stato conquistato da Balfe giunto a quota 132 davanti alla coppia Monje-Yacaman, terzi con 125 punti.

 

condivisioni
commenti
Daniel Zampieri centra la pole per Gara 2 a Barcellona

Articolo precedente

Daniel Zampieri centra la pole per Gara 2 a Barcellona

Prossimo Articolo

Premi e assalto a nuovi traguardi per L’Orange1 Team Lazarus...

Premi e assalto a nuovi traguardi per L’Orange1 Team Lazarus...
Carica commenti