GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Canceled
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Canceled
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
74 giorni
Formula 1
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
MotoGP
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
3 giorni
WRC
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
10 giorni
WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
39 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
11 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
26 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
80 giorni

Le Ferrari dominano la Winter Series del Paul Ricard

condivisioni
commenti
Le Ferrari dominano la Winter Series del Paul Ricard
Di:
2 mar 2014, 13:07

In gara 1 vincono Zampieri e Mavlanov, nella seconda rispondono i Talkanitsa

Le Ferrari hanno lasciato il segno nella Winter Series dell'International GT Open che si è disputata questo fine settimana sul tracciato del Paul Ricard. A tagliare il traguardo davanti a tutti è stata infatti una 458 in entrambe le manche, ma andiamo a vedere più nel dettaglio cosa è successo nelle due gare: GARA 1 L’SMP Racing Russian Bears ha firmato una bella doppietta nella prima gara della Winter Series al Paul Ricard. In una bella ma ventosa giornata di sole, Daniel Zampieri/Roman Mavlanov hanno battuto i compagni José Manuel Pérez-Aicart/Vyecheslav Maleev, al volante delle Ferrari preparate da Baporo. Terzi i Talkenitsa sulla F458 GT2 dell’AT Racing. Al via (senza la Ferrari Ombra di Cairoli che ha rotto l’accensione e con Sdanewitsch che si lancia dai box), Aicart supera Zampieri nel duello fra le due SMP in prima fila, mentre al primo giro si gira Gattuso, picchia la Porsche Alméras e fora la Mercedes di Seyffarth. La prima fase di gara vede Aicart e Zampieri involarsi e staccare di una decina di secondi Broniszewski, Talkanitsa, Gattuso, Montermini e Piccini. Al settimo giro, Broniszewski perde una posizione e un giro dopo, Zampieri strappa il commando ad Aicart. Nella seconda frazione di gara, dopo i pit stop, le cose cambiano poco: Mavlanov è al comando con 6” di vantaggio su Maleev, poi Talkanitsa a 15” e Broniszewski a 24”, seguiti da Cordoni e Rugolo. Le posizioni non cambiano più mentre si ferma ancora ai box, all’ultimo giro, la Mercedes di Völker. GARA 2 Aleksander Talkanitsa senior e junior, la coppia bielorussa di padre e figlio che sono figure popolari del paddock del GT Open da vari anni, hanno conquistato il primo successo assoluto in una gara 2 della Winter Series al Paul Ricard caratterizzata da un concitato ed emozionante finale, dopo un duello serrato con Michal Broniszewski. La vettura dell’AF Corse ha preceduto la Ferrari Ombra di Gattuso-Cordoni e Mavlanov-Zampieri, con la SMP Racing vittoriosa in gara 1. Al via, scatta bene il polmeman, Michele Rugolo (AF Corse), che mantiene un chiaro vantaggio. Mavlanov e Broniszewski lottano per la seconda piazza per un paio di curve, ma è il polacco del Kessel Racing ad avere la meglio. Quarto è Cordoni, davanti a Maleev, Bianchi, Merckx (che prende un drive-through per superare oltre le righe) e Talkanitsa. Dopo il pit stop, la Ferrari AF di Sdanewitsch è sempre prima, con Broniszewski, Talkanitsa, Gattuso, Zampieri e Aicart alla sua caccia. Gli ultimi giri sono piuttosto concitati, con le sei vetture sempre più vicine e spesso oltre le righe bianche delle piste. Al 18esimo giro, Broniszewski passa Sdanewitsch, che al giro successivo deve lasciare passare il resto dello scatenato quintetto. Gli ultimi due giri vedono un acceso duello fra Talkanitsa jr e Broniszewski, col bielorusso che passa a va vincere, mentre Broniszewski sfila sino al quinto.

GT Open - Winter Series Paul Ricard - Gara 1

GT Open - Winter Series Paul Ricard - Gara 2

Prossimo Articolo
Montermini nella Winter Series con la Kessel Racing

Articolo precedente

Montermini nella Winter Series con la Kessel Racing

Prossimo Articolo

Il 2014 della Ombra Racing si apre con un podio

Il 2014 della Ombra Racing si apre con un podio
Carica commenti