SGTCUP-GTCUP: Negra e Desideri conquistano Gara 1 ad Imola

condivisioni
commenti
SGTCUP-GTCUP: Negra e Desideri conquistano Gara 1 ad Imola
Redazione
Di: Redazione , Redazione/Redakteure/Editeurs
28 mag 2016, 17:10

Vittoria in volata per il duo con Negra abile a resistere agli attacchi di Zaugg nel finale. Terzo gradino del podio per Baruch e Liang. Subito fuori dai giochi Galbiati, Casè (che ha riportato la frattura di tre costole), Croce e Tanca.

Matteo Desideri, Pietro Negra, Antonelli Motorsport
Zangari-Zangari Porsche Cayman GT4 CS #253
Piccioli-Iannotta Ebimotors, Porsche Cayman Sport Club#252
Tanca-Comi Raton Racing, Lamborghini Huracan S.GTCup #108
Necchi-De Lorenzi GDL, Lamborghini Huracan S.GTCup #111
Magli-Casè, Antonelli Motorsport, Lamborghini Huracan S.GTCup #109
Riccardo Pera, Ebimotors, Porsche Cayman Sport Club 251
Mirko Zanardini, Vincenzo Sauto, Duell Race
Enrico Di Leo,
Massimo Mantovani, Pierluigi Alessandri, Antonelli Motorsport

In gara 1 del Super GTCUP-GTCUP, si parte subito con il giallo. Galbiati non parte, causa il propulsore, Casè e Croce per l’incidente in qualifica, Casè si è procurato la frattura di tre costole ma per il resto è ok. Tanca invece non prende il via, a causa dei danni riportati dal principio d’incendio della sua Huracan.

Alla fine del giro di lancio, errore di Baruch all’uscita della Rivazza. D’Amico in partenza sfrutta il miglior slancio e passa Baruch, con Mantovani in quinta piazza. Tra le Cup svetta la Ferrari di Caso, davanti a Benucci e Poppy.

In Cayman Trophy, Pera comanda davanti a Zangari e Bianco. Sempre il monomarca Porsche in evidenza, con l’ingresso in pista della Safety Car per un contatto tra Neri e Spiridonov alla variante Villeneuve.

Spiridonov fa tutto da solo, va in testacoda, rientra in pista e colpisce Neri. Al terzo passaggio la Safety Car rientra in pista e la gara riparte regolarmente. Al giro successivo Curti infila Poppy alla Villeneuve e due passaggi più tardi, infila anche De Marchi.

Baruch cerca di rompere gli indugi e si fa sotto a Desideri. Nella Cup Dario Caso mantiene la leadership a bordo della sua Ferrari 458, davanti a Benucci e Curti. Tra le Cayman non c’è mai un po’ di tranquillità, con i piloti sempre in fermento e a tal proposito Bianco prova a farsi vedere negli specchietti di Zangari al decimo passaggio.

Al giro successivo, il decimo, si apre la finestra dei cambi pilota. Al dodicesimo De Lorenzi lascia il volante a Piero Necchi, mentre Benvenuti sbaglia box e torna in quella assegnata. Al quindicesimo Caso entra ai box e lascia la Ferrari a Sossio Del Prete, mentre Baruch entra sul filo di lana per la sosta.

Al diciannovesimo Sossio Del Prete mantiene la leadership della gara (GTCup) con Zaugg in recupero sul leader Negra. Nel finale di gara Zaugg prova un attacco disperato all’esterno dell’ingresso della Rivazza, ma Negra non molla e con grande carattere porta la sua Lambo sotto la bandiera a scacchi.

La classifica vede così Negra-Desideri vincitori davanti a Zaugg-D’Amico e Baruch-Liang. In Gt Cup vincono Caso-Del Prete davanti a Sauto-Zanardini e Lino e Carlo Curti. Nel Cayman Gt4 Trophy il sedicenne Riccardo Pera vince in solitaria, davanti a Bianco-De Castro e Piccioli-Iannotta.

Articolo di Stefano Reali

Prossimo articolo GT Italiano

Su questo articolo

Serie GT Italiano
Evento Imola
Sotto-evento Sabato
Location Imola
Piloti Adrian Zaugg, Pietro Negra, Matteo Desideri
Autore Redazione
Tipo di articolo Gara