GT Sprint, Monza: trionfo Mercedes in Gara 2 con Segù-Baruch

Successo della coppia di AKM-Antonelli davanti all'Audi di Agostini-Ferrari e alla Honda di Guidetti-De Luca. In GT Cup la spuntano Vebster-Linossi su Ferrari, altra doppietta per le Porsche di Ebimotors in GT4.

GT Sprint, Monza: trionfo Mercedes in Gara 2 con Segù-Baruch

Dopo le emozioni della prima gara “divisa” in due, i motori del GT Italiano si riaccendono per la seconda frazione.

Da sottolineare la sfortuna di Casè nella corsa mattutina che ha forato sul rettilineo del traguardo e ha dovuto completare l’intero giro per la sostituzione dello pneumatico.

Colpo di scene sulla griglia di partenza, causa un problema alla #51 di Peter Mann che rientra in corsia box, riuscendo comunque a ripartire.

Segù è in Pole con Ferrari al fianco e De Luca e Ceccotto alle spalle. Parte a cannone Segù, seguito dall’ottimo scatto di De Luca, Safety Car in pista per la BMW M6 di Zug che esce alla Roggia a causa di un contatto con una Cayman, entrambi fuori gara e senza conseguenze per i piloti.

De Luca largo sulla sabbia della Roggia, problemi per la Porsche di Carboni (problema elettrico). Tutto questo al via.

Al quarto giro la Safety Car rientra e restart, con Segù in testa seguito da Ferrari, Ceccotto e De Luca. Iacone in testa tra le Cup davanti a Giardelli e la Linossi, in GT4 svetta Arrigosi davanti a Gagliardini e Di Giusto.

Giro veloce di Segù con 1’49”729. Ceccotto in forcing sulla R8 di Ferrari, battaglia in GT4 tra Neri, Gagliardini e Di Giusto.

Al nono staccatona di Ceccotto alla prima variante su Ferrari, leggero contatto con De Luca lungo. Segù aumenta il passo con due secondi e mezzo di vantaggio, pii 3”1 al decimo giro. Schirò giro veloce in 1’49”386 e passa Ferrari alla Roggia.

Rientra la Schreiner per Hudspeth, al 13° Ferrari cambia per Agostini e Vilander sale quarto. Giardelli secondo mantiene il contatto e conferma la sua velocità.

Al quindicesimo Ceccotto lascia la leadership e cambia per Perolini. Al diciassettesimo entra barri per Dionisio e Baruch si riprende la testa della classifica davanti a Perolini che deve recuperare 3”4 di distacco.

Battaglia a due tra la R8 di Agostini e la NSX di Guidetti. Bene Simon Mann, ottavo dopo aver ereditato il volante da Vilander. Casè in recupero e quarto degli AM, dopo il problema allo start per Peter Mann.

Lotta per la vetta con Agostini che passa alla Parabolica su Perolini, fotocopia per Guidetti sulla Honda. Vebster leader nella Cup davanti a Dionisio e Tempesta, con Giardelli quarto.

In Gt4 De Castro davanti a Babini e Fascicolo.

Al 21° Frassineti in scia a Perolini e passa alla prima variante. Lotta ravvicinata tra Agostini e Guidetti, con il driver della R8 che controlla. Entrambi si avvicinano a Baruch nel finale di gara.

Hudspeth si avvicina a Perolini per la quinta posizione assoluta e terza di PRO-AM, mentre Casè è terzo di AM. Hudspeth si tocca con Perolini all’uscita della Ascari, il pilota della Lamborghini prosegue il ferrarista va in testa coda, rientra nono assoluto.

Classifica finale tutta da rivedere con dieci equipaggi sanzionati per sosta irregolare. Agostini e Guidetti ai ferri corti al 26°, Guidetti lungo passa Agostini e cede la posizione con Frassineti che si avvicina.

Fase finale animata ma sotto la bandiera a scacchi Segù-Baruch (AKM Motorsport) si aggiudicano il gradino più alto sulla Mercedes AMG GT3, seconda posizione per Agostini-Ferrari (Audi Sport Italia) e Guidetti-De Luca terzi con la Honda NSX GT3 (Nova Race).

GT PRO per Agostini-Ferrari davanti a Frassineti-Ghiotto e Mancinelli-Postiglione (Audi Sport Italia).

In GT3 PRO-AM vincono Segù-Baruch (AKM Motorsport) davanti a Guidetti-De Luca (Nova Race) e Perolini-Ceccotto (LP Racing).

GT3 AM per Zanotti (Nova Race) davanti a Cuhadaroglu-Schirò (Kessel Racing) e Mann-Casè (AF Corse).

La GT Cup va a Vebster-Linossi (Easy Race) davanti a Dionisio-Barri (Team Italy) e Pegoraro-Mugelli (Best Lap).

In GT4 PRO-AM vittoria Babini-Di Giusto (Ebimotors) davanti a De Castro-Arrigosi (Ebimotors) e Ferri-Gagliardini (Nova Race).

In GT4 AM vittoria a Neri-Fascicolo (Ceccato Racing) con Magnoni-Di Fabio (Nova Race) secondi e Cerati-Ghezzi (Autorlando) terzi.

Weekend molto intenso e ricco di partecipanti con oltre trenta equipaggi al via. Sarà una lotta fino all’ultimo giro e da tenere d’occhio i giovani rampanti.

I senatori non si risparmiano e tutto questo fa bene allo spettacolo.

Il Campionato Italiano Gran Turismo tornerà in pista a fine mese, 21-23 Maggio sul rinnovato circuito di Pergusa, dove andrà in scena la prima gara della serie Endurance.

GT ITALIANO SPRINT - Monza: Gara 2

condivisioni
commenti
GT Sprint: Greco-Crestani trionfano in Gara 1 con la Ferrari
Articolo precedente

GT Sprint: Greco-Crestani trionfano in Gara 1 con la Ferrari

Prossimo Articolo

GT Italiano: Buona la prima Sprint per la Lamborghini LP a Monza

GT Italiano: Buona la prima Sprint per la Lamborghini LP a Monza
Carica commenti