GT Sprint: clamorosa prima vittoria Honda in Gara 2 ad Imola

Un incidente a 2' dalla fine tra Di Amato e Frassineti (complice il doppiato Romani) apre la porta al successo della NSX di Guidetti-De Luca, primi anche in Pro-Am. fra i PRO svetta l'Audi #12 sulla BMW, Honda regina anche in Am, in GT Cup festa Ferrari-Easy Race, in GT4 Di Giusto Campione Pro-Am.

GT Sprint: clamorosa prima vittoria Honda in Gara 2 ad Imola

Il tracciato di Imola è caldo per la partenza di Gara 2 del GT Italiano Sprint: 47.8° l’asfalto e 28° l’aria.

Prima fila con Di Amato in Pole, accanto a lui il vincitore di ieri Lorenzo Ferrari. Allo scattare del verde Di Amato prende il largo con Di Folco che sorprende Ferrari e scivola terzo davanti al compagno Mancinelli.

Bene Guidetti quinto e leader in PRO-AM, Segù e Cressoni in seconda e terza posizione. Fumanelli leader in AM davanti a Casè e Zanotti. Nella GT Cup comanda Risitano davanti alla Linossi e Delacour.

In GT4 Ghezzi davanti a Di Giusto e Carboni. Giro veloce di Di Amato al terzo passaggio in 1’42”259. Al quinto Di Giusto si fa sotto a Ghezzi mentre Di Fabio con la Mercedes prova su Ghezzi, con Di Giusto e Carboni che passano quest'ultimo.

Guidetti cerca velocità per attaccare la R8 di Mancinelli, mentre Di Amato porta il vantaggio su Ferrari a 1’3. Al settimo Guidetti passa Mancinelli in difficoltà al Tamburello, Fumanelli e Cressoni che provano ad attaccare.

All’ottavo Segù largo in uscita della Rivazza 1, va in sabbia ma riesce a ripartire. Ceccotto passa Crestani in staccata alla Rivazza 1 e conquista la quarta posizione in PRO-Am con Delacour largo all’uscita della Villeneuve e scende quarto di GT Cup.

Cozzi in testacoda all’undicesimo in uscita dalla Villeneuve. Incontenibile Di Amato che spinge e porta il vantaggio su Di Folco a 3”5. Al tredicesimo Mancinelli IN per cambio gomma, foratura posteriore destra e riparte. Finestra dei cambi aperta con Llarena IN per Middleton, Tempesta per Iacone, Delacour per Sbirrazzuoli, Earle per Schirò.

Di Amato fa la sua sosta con Ferrari che lascia ad Agostini. Rientra Di Amato che sfila Barbolini, Cozzi lascia a Sernagiotto. Al 16° Segù lascia a Baruch, al giro successivo Pitorri lascia a Mugelli, Risitano per De Marchi.

Al 18° entra Guidetti con la NSX e lascia a De Luca, Cressoni per Mann, Ghezzi per Cerati. Dopo i cambi De Luca è leader ma sugli scarichi incombono Frassineti e Di Amato. Di Amato scatenato sulla Lambo di Frassineti, cerca ovunque un varco, siamo al ventunesimo passaggio.

Frassineti passa De Luca e Di Amato lo segue. Dopo l’ottimo stint di Zug, Comandini è quarto dopo il cambio, davanti a Agostini, Middleton e Simon Mann. De Luca leader in PRO-AM davanti a Middleton e Mann, in AM il leader è Cabezas con Cuhadaroglu e Iacone. Francesca Linossi leader in GT Cup davanti a De Marchi e Curti.

In GT4 il “solito” Pera con Cerati e Romani a seguire. Peccato per Neri-Fascicolo OUT. Frassineti è braccato da Di Amato, entrambi devono districarsi dal traffico, lo fanno con sorpassi precisi e veloci, quasi chirurgici.

Un minuto di penalità per Middleton, causa cambio pilota fuori finestra. Prova Di Amato al giro ventisette alla Tosa fino in Variante Alta, Frassineti resiste, Di Amato stellare ci riprova nello stesso punto e passa in testa. Colpo di scena con un doppiato che non vede i due, colpisce Di Amato che rimbalza su Frassineti.

Out entrambi. Safety Car e De Luca passa in testa, a seguire Agosti e Comandini. Gara che si chiude con la vittoria di De Luca e la sua Honda NSX GT3, prima vittoria assoluta in Italia. Nova Race che fa il bis con Cabezas vincitore in AM. Vebster vince in Gt Cup davanti a De Marchi e Curti, in GT4 vince Pera davanti a Ferri e Cerati.

Nonostante la macchina danneggiata Frassineti taglia il traguardo in terza posizione di PRO e quarta in assoluta. Mattia Di Giusto è il primo Campione Italiano 2021 e si fregia del titolo di Campione Italiano GT4 classe PRO-Am. L

a classifica completa vede PRO Agostini-Ferrari davanti a Comandini-Zug e Di Folco Frassineti. In PRO-AM De Luca-Guidetti vincono davanti a Mann-Cressoni e Zampieri-Schreiner.

In GTCup Linossi-Vebster leader davanti a De Marchi-Risitano e Carlo e Lino Curti. GT4 PRO-Am a Pera-Di Giusto con Ferri-Bettera secondi e Romani-Carboni.

In GT4 AM vittoria a Cerati-Ghezzi davanti a Magnoni-Di Fabio e Giovannelli-Fondi.

Peccato per la conclusione in regime di FCY, sicuramente ci sarebbe stata ancora lotta, Frassineti e Di Amato hanno dimostrato una volta in più Fair Play, velocità, professionalità, insomma come si dovrebbe correre.

Adesso pausa fino all’ultimo appuntamento stagionale tra circa un mese al Mugello nel weekend del 8-10 Ottobre.

GT ITALIANO SPRINT - Imola: Gara 2

condivisioni
commenti
GT Sprint, Imola: Ferrari-Agostini regalano all'Audi Gara 1
Articolo precedente

GT Sprint, Imola: Ferrari-Agostini regalano all'Audi Gara 1

Prossimo Articolo

GT Italiano: seconda Lamborghini-Imperiale per l'Endurance

GT Italiano: seconda Lamborghini-Imperiale per l'Endurance
Carica commenti