GT Italiano, Imola, Libere 1: Fuoco e Hudspeth al comando con la Ferrari di AF Corse

L'equipaggio di AF Corse ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione precedendo Di Amato-Vezzoni e Postiglione-Mul. Tra le Light miglior crono per Lippi-Sernagiotto.

GT Italiano, Imola, Libere 1: Fuoco e Hudspeth al comando con la Ferrari di AF Corse
Carica lettore audio

Nella prima giornata estiva, Vito Postiglione segna il giro più veloce al pronti via con 1’44”707, davanti a Fontana, Comandini, Mann. Tra le Light svetta la vettura di Lippi-Sernagiotto, Fuoco Hudspeth (AF Corse) si portano al comando e portano l’asticella a 1’43”414 davanti a Fontana-Drudi (Audi Sport Italia).

La risposta di Postiglione-Mul (Imperiale Racing) non si fa attendere e si portano nuovamente davanti con 1’43”013. Lippi-Sernagiotto si confermano tra le Light con Paolino-Jirik e La Mazza-Nicolosi (Duell Race).

Nel nutrito schieramento delle Gt4, Cerqui-Rodrigues si portano al comando con la Maserati gran
Turismo MC del V-Action. Seconda posizione per la M4 di Fascicolo-Guerra, Riccitelli-De Castro terzi con la Porsche (Ebimotors).

Sale la classifica la 488 Af Corse con Mann-Cressoni che si attesta in terza posizione con la #51. A
quindici minuti dalla fine, prove “congelate” con FCY, causa l’insabbiamento di Palma al Tamburello: “Sono arrivato in frenata al Tamburello e la macchina è partita, purtroppo ho dovuto aspettare i Marshall per farmi rientrare in pista” mentre Fuoco-Hudspeth comandano la generale, abbassando il limite della pista a 1’42”903.

A tre minuti dalla fine Fuoco-Hudspeth rimangono in vetta con Di Amato-Vezzoni in seconda posizione, terzi Postiglione-Mul con Mann-Cressoni e Casè-Veglia a seguire. Tra le Light, Lippi-
Sernagiotto sono davanti, seconda posizione per Mattia Michelotto e Paolino-Jirik.

In GT4, Cerqui-Rodrigues stabili con la Maserati davanti a Fascicolo-Guerra e Ghezzi-Camathias.

A fine sessione le dichiarazioni dei protagonisti: Antonio Fuoco (Af Corse) #52 “Prima sessione regolare, abbiamo lavorato sull’assetto e siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto. Nella seconda
sessione proseguiremo con il programma in vista delle qualifiche di domani mattina”.

Marco Antonelli (Antonelli Motorsport) "Abbiamo lavorato sulla macchina di Agostini-Rovera, il telaio è nuovo quindi ci siamo presi del tempo per controllare il tutto. Siamo fiducioso per la seconda
sessione”.

Mattia Michelotto #102 “È la prima volta che giro a Imola, quindi per me è stato tutto nuovo. La macchina è andata bene, il bilanciamento è già buono e l’unica cosa da rivedere è un po’ di
sovrasterzo. Il circuito è molto impegnativo, soprattutto nelle chicane. Nella seconda sessione ci sarà da lavorare, ma complessivamente sono soddisfatto”.

Mattia Drudi (Audi Sport Italia) #7 “Sessione soddisfacente, abbiamo portato avanti il lavoro che ci eravamo prefissati. L’unico problema che ho riscontrato è stato il traffico, dovuto alle numerose
GT4 e trovare un giro libero è stato faticoso”.

Lorenzo Casè (Easy Race) #3 “Un turno di prove soddisfacente, erano circa due anni che non
tornavo a Imola, mi sono tolto un po’ di ruggine. Questa è anche la prima volta che vengo qui con la 488 e devo dire che è stato emozionante”.

condivisioni
commenti
Record stagionale di iscritti per il round di Imola del GT Italiano 2019
Articolo precedente

Record stagionale di iscritti per il round di Imola del GT Italiano 2019

Prossimo Articolo

GT Italiano, Imola, Libere 2: Di Amato e Vezzoni rispondono a Fuoco e Hudspeth

GT Italiano, Imola, Libere 2: Di Amato e Vezzoni rispondono a Fuoco e Hudspeth